Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Dibattito politico Jean Monnet

Le grandi reti tematiche nell'istruzione superiore (ogni anno sarà finanziata una rete sulle questioni interne all'UE e una sulle questioni di politica estera che affrontano una priorità specifica) avranno come obiettivo primario la raccolta, la condivisione e la discussione tra i partner dei risultati della ricerca, del contenuto di corsi e di esperienze o prodotti (studi, articoli, ecc.). Ogni rete si doterà di uno strumento che consentirà ai partner di condividere i loro lavori accademici e svolgere esercizi di revisione tra pari, nonché di presentare osservazioni sui documenti pubblicati. Il coordinatore della rete procederà regolarmente alla selezione dei risultati più innovativi e interessanti da sottoporre alla Commissione.

La rete sulle questioni interne all'UE affronta la tematica seguente: "Il futuro dell'Europa".

La rete sulle questioni di politica estera affronta la tematica seguente: "L'Europa nel mondo".

L'obiettivo ultimo delle reti tematiche è fornire aggiornamenti periodici (ad esempio una newsletter online) sulle pratiche più avanzate e innovative del settore, sostenendo il dibattito e apportandovi valore aggiunto.

In altri campi dell'istruzione e della formazione le reti Jean Monnet promuoveranno la creazione e lo sviluppo di reti di scuole e istituti di IFP finalizzate allo scambio di buone pratiche, alla condivisione di esperienze sia sui contenuti che sulle metodologie e all'acquisizione delle conoscenze nell'insegnamento delle questioni europee. Le reti dovrebbero concentrarsi in particolare sulla presentazione di fatti e conoscenze sull'UE ai propri discenti in maniera nuova e creativa.

I richiedenti destinatari del presente invito sono le scuole e gli istituti di formazione professionale stabiliti in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma.

Reti tematiche nell'istruzione superiore

Per le reti Jean Monnet (nell'istruzione superiore) si applicano i criteri di ammissibilità seguenti.

Chi può fare domanda?

Può presentare domanda qualsiasi istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Gli istituti di istruzione superiore situati negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma devono essere titolari di una Carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) in corso di validità. Gli IIS di paesi terzi non associati al programma non devono essere titolari della CEIS.

Gli istituti europei designati (identificati nel regolamento che istituisce il Programma Erasmus+) che perseguono finalità di interesse europeo non sono ammissibili a presentare domanda nell'ambito di questa azione.

Organizzazioni partecipanti

Può presentare domanda qualsiasi istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Rete sulle questioni interne dell'UE: almeno 12 istituti di istruzione superiore provenienti da 7 diversi Stati membri dell'UE e da paesi terzi associati al programma.

Rete sulle questioni di politica estera: almeno 12 istituti di istruzione superiore con almeno 6 partecipanti provenienti da paesi terzi non associati al programma e finanziati dagli strumenti dell'azione esterna dell'UE.

Durata del progetto

3 anni.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA).

Codice identificativo dell'invito:

  • Per il dibattito politico Jean Monnet – Questioni interne dell'UE: ERASMUS-JMO-2022-NETWORKS-HEI-EU -
  • Per il dibattito politico Jean Monnet – Questioni di politica estera: ERASMUS-JMO-2022-NETWORKS-HEI-NON-EUT

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione entro il 1º marzo alle 17:00:00 (ora di Bruxelles).

Per le reti si applicano i criteri di aggiudicazione seguenti.

Pertinenza del progetto - (punteggio massimo 25 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto all'oggetto prioritario definito nell'invito
  • La misura in cui la proposta è idonea a promuovere lo sviluppo di nuove attività didattiche, di ricerca o di discussione
  • La prova di valore aggiunto accademico

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto - (punteggio massimo 25 punti)

  • Metodologia: qualità, novità e fattibilità delle attività proposte
  • Qualità del sistema proposto per l'analisi e la revisione della produzione accademica
  • Qualità del modello proposto per alimentare la politica dell'UE
  • La misura in cui il programma di lavoro è presentato in modo chiaro, completo e coerente, prestando la dovuta attenzione a illustrare la pianificazione adeguata delle fasi di preparazione, attuazione, valutazione, follow-up e diffusione
  • La misura in cui le risorse assegnate alle attività sono conformi agli obiettivi e ai risultati delle stesse
  • Strategia di monitoraggio e di valutazione

Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione - (punteggio massimo 25 punti)

  • Composizione della rete in termini di copertura geografica e complementarità delle competenze
  • Organizzazione interna del partenariato:
    • pertinenza e complementarità dei profili e delle competenze dei partecipanti coinvolti nelle attività proposte rispetto al tema specifico oggetto della proposta
  • Accordi di cooperazione e distribuzione di ruoli, responsabilità e compiti

Impatto - (punteggio massimo 25 punti)

L'impatto previsto delle reti con effetti a lungo termine.

Diffusione e comunicazione.

  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate a diffondere i risultati delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto che coinvolto nelle reti:
    • aumentando la sensibilizzazione alle attività e ai risultati, migliorando la visibilità dei partecipanti e delle organizzazioni
  • La misura in cui gli strumenti di diffusione previsti raggiungeranno il pubblico destinatario attraverso:
    • (social media, pubblicazioni ecc.),
    • eventi.
  • Sostenibilità e prosecuzione: la proposta include misure e risorse appropriate per assicurare che i risultati e i benefici siano sostenibili anche oltre il ciclo di vita del progetto

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 70 punti in totale e almeno 15 punti in ciascun criterio di aggiudicazione. Le proposte ex aequo di uno stesso argomento saranno classificate in base ai punteggi assegnati per criteri di aggiudicazione (in ordine di importanza) "Pertinenza del progetto" e "Impatto".

Quali sono le norme di finanziamento?

Il finanziamento di questa azione avverrà su base forfettaria. L'importo forfettario di ogni sovvenzione sarà determinato in base al bilancio dell'azione proposta stimato dal richiedente. L'ente che assegnerà la sovvenzione ne fisserà l'importo forfettario in base alla proposta, al risultato della valutazione, ai tassi di finanziamento e all'importo massimo della sovvenzione indicato nell'invito a presentare proposte.

Il contributo massimo dell'UE per la rete sulle questioni interne dell'UE è 1 000,000 EUR

Il contributo massimo dell'UE per la rete sulle questioni di politica estera è 1 200,000 EUR

Come è stabilito l'importo forfettario per ciascun progetto?

I richiedenti devono compilare un bilancio dettagliato (tabella) sulla base del modulo di candidatura, tenendo conto dei seguenti punti:

  • il bilancio dovrebbe essere debitamente dettagliato per beneficiario e organizzato in unità di progetto coerenti (per esempio diviso in "gestione del progetto", "formazione", "organizzazione di eventi", "preparazione e attuazione della mobilità", "comunicazione e divulgazione", "garanzia della qualità" ecc.);
  • la proposta deve descrivere le attività previste in ogni unità di progetto;
  • nella loro proposta i richiedenti devono inserire una ripartizione dei costi stimati che mostri la quota attribuita a ciascuna unità di progetto (e, all'interno di ogni unità di progetto, la quota assegnata a ogni beneficiario ed entità affiliata);
  • I costi possono riguardare il personale, le spese di viaggio e di soggiorno, i costi per le attrezzature, per il subappalto e altri costi (diffusione di informazioni, pubblicazioni, traduzione).

Le proposte saranno valutate secondo le normali procedure di valutazione con l'aiuto di esperti interni e/o esterni. Gli esperti valuteranno la qualità delle proposte rispetto ai requisiti definiti nell'invito e all'impatto, alla qualità e all'efficienza previsti dell'azione.

Dopo la valutazione della proposta, l'ordinatore stabilirà l'importo forfettario tenendo conto dei risultati della valutazione effettuata. Il valore dell'importo forfettario sarà limitato a un massimo dell'80 % del bilancio stimato determinato dopo la valutazione.

I parametri della sovvenzione (importo massimo, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili ecc.) saranno fissati nella convenzione di sovvenzione.

Gli esiti del progetto saranno valutati in base ai risultati raggiunti. Il regime di finanziamento consentirebbe di concentrarsi sui risultati piuttosto che sui contributi, ponendo così l'accento sulla qualità e sul livello di conseguimento di obiettivi misurabili.

Maggiori dettagli sono descritti nel modello di convenzione di sovvenzione disponibile nel portale "Funding and Tender Opportunities".

Tagged in:  Jean Monnet