Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Azioni Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore

Le azioni Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore sostengono l'insegnamento e la ricerca nel campo degli studi sull'Unione europea in tutto il mondo.

Con studi sull'UE si intende lo studio dell'Europa nella sua interezza, ponendo particolare enfasi sulla dimensione dell'UE da un punto di vista sia interno sia mondiale.

Gli ambiti degli studi sull'UE possono essere vari, purché esplorino la prospettiva dell'UE.

Gli studi sull'UE dovrebbero promuovere la cittadinanza attiva e i valori europei e trattare il ruolo dell'UE nel mondo globalizzato, aumentando la consapevolezza dell'Unione e favorendo il coinvolgimento futuro e il dialogo tra le persone.

Inoltre le azioni Jean Monnet si impegnano a fungere da vettore della diplomazia pubblica nei confronti di paesi terzi, promuovendo i valori dell'UE e migliorando la visibilità di ciò che l'Unione europea rappresenta e dei suoi obiettivi.

Di seguito sono descritti gli obiettivi e i criteri per candidarsi per azioni nell'ambito dell'insegnamento e della ricerca.

Insegnamento e ricerca

Obiettivi dell'azione

L'azione Jean Monnet "Insegnamento e ricerca" intende:

  • promuovere in tutto il mondo l'eccellenza nelle attività di insegnamento e ricerca nel quadro degli studi sull'UE;
  • promuovere il dialogo tra il mondo accademico e la società, compresi i decisori politici a livello locale e statale, i funzionari pubblici, gli attori della società civile, i rappresentanti dei diversi livelli di istruzione e dei media;
  • generare conoscenze e informazioni che assistano nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell'UE in Europa e in un mondo globalizzato;
  • sensibilizzare un pubblico più ampio e diffondere la conoscenza dell'UE nella società in generale (al di là del mondo accademico e del pubblico specializzato), avvicinando l'UE al pubblico.

Inoltre le azioni si impegnano a fungere da vettore della diplomazia pubblica nei confronti di paesi terzi non associati al programma, promuovendo i valori dell'UE e migliorando la visibilità di ciò che l'Unione europea rappresenta concretamente e dei suoi obiettivi.

Messa a punto di un progetto

L'azione Jean Monnet "Insegnamento e ricerca" deve assumere una delle forme seguenti: moduli, cattedre e centri di eccellenza.

  • I moduli sono programmi brevi di insegnamento (o corsi) nel quadro degli studi sull'Unione europea offerti presso un istituto di istruzione superiore. Ogni modulo ha una durata minima di 40 ore di insegnamento e una durata di tre anni. I moduli possono essere incentrati su una disciplina specifica degli studi europei o avere un approccio multidisciplinare e di conseguenza prevedere il contributo accademico di numerosi professori ed esperti. Possono anche assumere la forma di programmi specializzati brevi o estivi.
  • Le cattedre corrispondono a posti di docenza con specializzazione in studi sull'Unione europea (come descritti in precedenza) per professori universitari per una durata di 3 anni. Una cattedra Jean Monnet è tenuta da un solo professore, che garantisce un minimo di 90 ore di insegnamento per anno accademico. La cattedra può anche prevedere un gruppo che sostiene e potenzia le attività del docente e un numero supplementare di ore di insegnamento.
  • I centri di eccellenza Jean Monnet sono punti focali di competenza e conoscenza sulle materie relative all'Unione europea. Essi dovrebbero combinare le capacità e le competenze di esperti di alto livello e mirano a sviluppare sinergie tra le varie discipline e risorse negli studi europei (come descritti in precedenza), nonché a creare attività congiunte transnazionali e a garantire apertura nei confronti della società civile. I centri di eccellenza Jean Monnet hanno un ruolo fondamentale nell'aprire un dialogo con gli studenti appartenenti a facoltà che normalmente non hanno a che fare con questioni relative all'Unione europea nonché con i decisori politici, i dipendenti pubblici, la società civile organizzata e il pubblico in generale.

I beneficiari Jean Monnet (moduli e titolari di cattedre nonché partecipanti ai centri di eccellenza) sono tenuti a organizzare attività ed eventi che garantiscano l'apertura ai decisori politici, i dipendenti pubblici, la società civile e il pubblico in generale.

Quali sono i criteri che devono essere soddisfatti per la candidatura all'azione Jean Monnet "insegnamento e ricerca"?

Criteri di ammissibilità

Per i moduli Jean Monnet si applicano i criteri di ammissibilità seguenti:

Chi può fare domanda?

Può presentare domanda qualsiasi istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

I singoli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Quale tipo di organizzazione può partecipare al progetto?

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma devono essere titolari di una CEIS in corso di validità.

La CEIS non è necessaria per gli istituti di istruzione superiore partecipanti stabiliti in paesi terzi non associati al programma

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Durata del progetto

3 anni.

Un modulo Jean Monnet deve essere insegnato per un minimo di 40 ore per anno accademico nell'ambito degli studi sull'Unione europea (come descritti in precedenza) presso l'istituto di istruzione superiore richiedente.

Le ore di insegnamento includono il contatto diretto nel contesto di lezioni, seminari e tutorial di gruppo, ciascuno dei quali può anche assumere la forma dell'apprendimento a distanza, ma non includono lezioni individuali e/o supervisione.

I corsi estivi sono ammissibili.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA).

Codice identificativo dell'invito: ERASMUS-JMO-2022-MODULE

Quando fare domanda?

i richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione entro il 1º marzo alle 17:00:00 (ora di Bruxelles).

Per le cattedre Jean Monnet si applicano i criteri di ammissibilità seguenti.

Chi può fare domanda?

Può presentare domanda qualsiasi istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

I singoli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Quale tipo di organizzazione può partecipare al progetto?

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma devono essere titolari di una CEIS in corso di validità.

La CEIS non è necessaria per gli istituti di istruzione superiore partecipanti stabiliti in paesi terzi non associati al programma.

Gli istituti di istruzione superiore hanno la responsabilità finale delle loro domande. Sono obbligati ad attuare le attività connesse alla titolarità di una cattedra Jean Monnet per l'intera durata del progetto. Se l'istituto è costretto a sostituire il titolare di una cattedra, occorre presentare una richiesta scritta da sottoporre all'approvazione dell'Agenzia esecutiva. Inoltre il nuovo titolare della cattedra proposto deve avere lo stesso livello di specializzazione in studi sull'Unione europea.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

I titolari di una cattedra Jean Monnet devono essere membri permanenti del personale presso l'istituto richiedente.

La cattedra Jean Monnet è detenuta da un unico professore, il titolare della cattedra, il quale assume la responsabilità esclusiva per il soddisfacimento del requisito minimo di 90 ore di insegnamento per ogni anno accademico. La cattedra può prevedere anche un gruppo che sostiene le attività ad essa inerenti.

Durata del progetto

3 anni.

Un minimo di 90 ore di insegnamento per anno accademico nell'ambito degli studi sull'Unione europea (come descritti in precedenza) presso l'istituto di istruzione superiore richiedente, da parte del titolare della cattedra.

Le ore di insegnamento includono il contatto diretto nel contesto di lezioni, seminari e tutorial di gruppo, ciascuno dei quali può anche assumere la forma dell'apprendimento a distanza, ma non includono lezioni individuali e/o supervisione.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA).

Codice identificativo dell'invito: ERASMUS-JMO-2022-CHAIR.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione entro il 1º marzo alle 17:00:00 (ora di Bruxelles).

Per i centri di eccellenza Jean Monnet si applicano i criteri di ammissibilità seguenti.

Chi può fare domanda?

Un IIS stabilito in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

I singoli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Sarà sostenuto un solo centro di eccellenza Jean Monnet alla volta in qualsiasi istituto di istruzione superiore partecipante. L'istituto ospitante coordina le attività per una o più facoltà o dipartimenti.

Quale tipo di organizzazione può partecipare al progetto?

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma devono essere titolari di una CEIS in corso di validità.

La CEIS non è necessaria per gli istituti di istruzione superiore partecipanti stabiliti in paesi terzi non associati al programma.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un istituto di istruzione superiore stabilito in uno Stato membro dell'UE, in un paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma.

Eccezione: le organizzazioni bielorusse (regione 2) non possono partecipare a questa azione.

Durata del progetto

3 anni.

Dove fare domanda?

Presso l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA).

Codice identificativo dell'invito: ERASMUS-JMO-2022-COE

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione entro il 1º marzo alle 17:00:00 (ora di Bruxelles).

Le organizzazioni richiedenti saranno valutate rispetto ai pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

Criteri di aggiudicazione

Per i moduli Jean Monnet si applicano i criteri di aggiudicazione seguenti:

Pertinenza del progetto (punteggio massimo 25 punti)

La misura in cui la proposta soddisfa gli obiettivi dell'azione Jean Monnet:

  • si occupa degli studi sull'UE (come descritti nel paragrafo introduttivo);
  • promuove il dialogo tra il mondo accademico e la società, compresi i decisori politici a livello locale e statale, i funzionari pubblici, gli attori della società civile, i rappresentanti dei diversi livelli di istruzione e dei media;
  • genera conoscenze e informazioni in grado di assistere nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell'UE in un mondo globalizzato;
  • include la sensibilizzazione attiva e il lavoro educativo che diffonderanno la conoscenza delle materie relative all'UE nella società in generale (al di là del mondo accademico e del pubblico specializzato) e avvicineranno l'UE al pubblico.

La misura in cui la proposta raggiunge i gruppi destinatari prioritari:

  • studenti dell'istruzione superiore che si occupano di studi sull'Unione europea (come descritti nel paragrafo introduttivo);
  • studenti dell'istruzione superiore che non entrano automaticamente in contatto con gli studi sull'UE (in ambiti diversi da legge, economia e scienze politiche);
  • per i paesi terzi non associati al programma, la capacità di migliorare la diplomazia pubblica dell'UE.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto (punteggio massimo 25 punti)

  • Metodologia: la qualità, la novità e la fattibilità del progetto stesso nonché la praticabilità della metodologia proposta.
  • La misura in cui il programma di lavoro:
    • è presentato in modo chiaro, completo e coerente e presta la dovuta attenzione a presentare la pianificazione adeguata delle fasi di preparazione, attuazione, valutazione, follow-up e diffusione;
    • si dimostra coerente con gli obiettivi e le attività del progetto.
  • Strategia di monitoraggio e di valutazione.

Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione (punteggio massimo 25 punti)

Livello di competenza e valore aggiunto del gruppo:

  • pertinenza e complementarità del profilo e delle competenze del personale chiave coinvolto nelle attività proposte (negli ambiti accademico e non accademico, ove opportuno) in termini di studi sull'Unione europea (come descritti nel paragrafo introduttivo) e in termini di argomento specifico affrontato dalla proposta.

Impatto (punteggio massimo 25 punti)

L'impatto previsto del progetto a lungo termine:

  •  sull'istituto che ospita l'azione Jean Monnet;
  •  sugli studenti e i discenti che beneficiano dell'azione Jean Monnet:
    • miglioramento o innovazione dei programmi;
    • miglioramento delle capacità di attrarre studenti eccellenti;
    • cooperazione rafforzata con i partner di altri paesi;
    • miglioramento delle concessioni delle risorse finanziarie verso l'insegnamento e la ricerca sulle materie relative all'UE all'interno dell'istituto;
    • miglioramento delle capacità di insegnamento e ricerca sulle materie relative all'UE;
  •  su altre organizzazioni e soggetti coinvolti a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.

Diffusione e comunicazione.

  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate a diffondere i risultati delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto che ospita l'azione Jean Monnet:
    • attraverso la comunicazione;
    • aumentando la sensibilizzazione ai progetti e ai risultati, migliorando la visibilità dei partecipanti e delle organizzazioni;
    • raggiungendo gruppi al di fuori degli istituti di istruzione superiore;
    • attraverso la trasferibilità e la traduzione in nuove politiche e pratiche migliori.
  • La misura in cui gli strumenti di diffusione previsti raggiungeranno il pubblico destinatario attraverso:
    • esposizione mediatica (tra cui social media, pubblicazioni ecc.);
    • eventi.

Sostenibilità e prosecuzione: la proposta prevede misure e risorse adeguate per assicurare che i risultati e i benefici del progetto siano sostenibili anche dopo la conclusione di quest'ultimo.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 70 punti in totale e almeno 15 punti in ciascun criterio di aggiudicazione. Le proposte ex aequo di uno stesso argomento saranno classificate in base ai punteggi assegnati per criteri di aggiudicazione (in ordine di importanza) "Pertinenza del progetto" e "Impatto".

Per le cattedre Jean Monnet si applicano i criteri di aggiudicazione seguenti:

Pertinenza del progetto (punteggio massimo 25 punti)

La misura in cui la proposta soddisfa gli obiettivi dell'azione Jean Monnet:

  • promuove il dialogo tra il mondo accademico e la società, compresi i decisori politici a livello locale e statale, i funzionari pubblici, gli attori della società civile, i rappresentanti dei diversi livelli di istruzione e dei media;
  • genera conoscenze e informazioni in grado di assistere nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell'UE in un mondo globalizzato;
  • include la sensibilizzazione attiva e il lavoro educativo che diffonderanno la conoscenza delle materie relative all'UE nella società in generale (al di là del mondo accademico e del pubblico specializzato) e avvicineranno l'UE al pubblico.

La misura in cui la proposta raggiunge i gruppi destinatari prioritari:

  • studenti dell'istruzione superiore che si occupano di studi sull'Unione europea (come descritti nel paragrafo introduttivo);
  • studenti dell'istruzione superiore che non entrano automaticamente in contatto con gli studi sull'UE (come descritti nel paragrafo introduttivo);
  • per i paesi terzi non associati al programma, la capacità di migliorare la diplomazia pubblica dell'UE.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto (punteggio massimo 25 punti)

  • Metodologia: la qualità, la novità e la fattibilità del progetto stesso nonché la praticabilità della metodologia proposta.
  • Gestione: la misura in cui il programma di lavoro
    • è presentato in modo chiaro, completo e coerente, prestando la dovuta attenzione a illustrare la pianificazione adeguata delle fasi di preparazione, attuazione, valutazione, follow-up e diffusione;
    • si dimostra coerente con gli obiettivi e le attività del progetto.
  • Strategia di monitoraggio e di valutazione.

Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione (punteggio massimo 25 punti)

  • Eccellente profilo e competenze del titolare della cattedra negli studi sull'Unione europea (come descritti nel paragrafo introduttivo).
  • Pertinenza e complementarità del profilo e delle competenze del titolare della cattedra e del personale chiave coinvolto nelle attività proposte in termini di studi sull'Unione europea (come descritti nel paragrafo introduttivo) e in termini di argomenti specifici affrontati dalla proposta.
  • Prova del livello di esperienza nella ricerca in materie relative all'UE.

Impatto (punteggio massimo 25 punti)

L'impatto previsto del progetto a lungo termine:

  •  sull'istituto che ospita l'azione Jean Monnet;
  •  sugli studenti e i discenti che beneficiano dell'azione Jean Monnet:
    • miglioramento o innovazione dei programmi;
    • miglioramento delle capacità di attrarre studenti eccellenti;
    • cooperazione rafforzata con i partner di altri paesi;
    • miglioramento delle concessioni delle risorse finanziarie verso l'insegnamento e la ricerca sulle materie relative all'UE all'interno dell'istituto;
    • miglioramento delle capacità di insegnamento e ricerca sulle materie relative all'UE;
  •  su altre organizzazioni e soggetti coinvolti a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.

Diffusione e comunicazione.

  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate a diffondere i risultati delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto che ospita l'azione Jean Monnet:
    • attraverso la comunicazione;
    • aumentando la sensibilizzazione ai progetti e ai risultati, migliorando la visibilità dei partecipanti e delle organizzazioni;
    • raggiungendo gruppi al di fuori degli istituti di istruzione superiore;
    • attraverso la trasferibilità e la traduzione in nuove politiche e pratiche migliori.
  • La misura in cui gli strumenti di diffusione previsti raggiungeranno il pubblico destinatario attraverso:
    • esposizione mediatica (tra cui social media, pubblicazioni ecc.);
    • eventi.

Sostenibilità e prosecuzione: la proposta prevede misure e risorse adeguate per assicurare che i risultati e i benefici del progetto siano sostenibili anche dopo la conclusione di quest'ultimo.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 70 punti in totale e almeno 15 punti in ciascun criterio di aggiudicazione. Le proposte ex aequo di uno stesso argomento saranno classificate in base ai punteggi assegnati per criteri di aggiudicazione (in ordine di importanza) "Pertinenza del progetto" e "Impatto".

Per i centri di eccellenza Jean Monnet si applicano i criteri di aggiudicazione seguenti:

Pertinenza del progetto (punteggio massimo 25 punti)

La misura in cui la proposta soddisfa gli obiettivi dell'azione Jean Monnet:

  • si occupa degli studi sull'UE (come descritti nel paragrafo introduttivo);
  • promuove il dialogo tra il mondo accademico e la società, compresi i decisori politici a livello locale e statale, i funzionari pubblici, gli attori della società civile, i rappresentanti dei diversi livelli di istruzione e dei media;
  • genera conoscenze e informazioni in grado di assistere nella definizione delle politiche UE e rafforzare il ruolo dell'UE in un mondo globalizzato;
  • include la sensibilizzazione attiva e il lavoro educativo che diffonderanno la conoscenza delle materie relative all'UE nella società in generale (al di là del mondo accademico e del pubblico specializzato) e avvicineranno l'UE al pubblico.

La misura in cui la proposta raggiunge più gruppi destinatari:

  • tipo di beneficiari delle competenze del centro proposto;
  • coinvolgimento di facoltà o dipartimenti non in contatto con studi specifici sull'UE;
  • per i paesi terzi non associati al programma, la capacità di migliorare la diplomazia pubblica dell'UE.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto (punteggio massimo 25 punti)

  • Metodologia: la qualità, la novità e la fattibilità del progetto stesso nonché la praticabilità della metodologia proposta.
  • La misura in cui il programma di lavoro
    • è presentato in modo chiaro, completo e coerente, prestando la dovuta attenzione a illustrare la pianificazione adeguata delle fasi di preparazione, attuazione, valutazione, follow-up e diffusione;
    • si dimostra coerente con gli obiettivi e le attività del progetto.
  • La misura in cui le risorse assegnate alle unità di progetto sono coerenti con gli obiettivi e risultati di queste ultime.
  • Strategia di monitoraggio e di valutazione.

Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione (punteggio massimo 25 punti)

  • Qualità e valore aggiunto dei partecipanti al Centro.
  • Pertinenza e complementarità del profilo e delle competenze del personale coinvolto nelle attività proposte nel progetto in termini di studi sull'Unione europea e in termini di argomenti specifici affrontati dalla proposta.
  • Accordi di cooperazione all'interno dell'istituto di istruzione superiore e distribuzione dei ruoli.
  • Impegno dell'istituto a sviluppare e a mantenere il centro.

Impatto (punteggio massimo 25 punti)

L'impatto previsto del progetto a lungo termine:

  •  sull'istituto che ospita l'azione Jean Monnet;
  •  sulle facoltà o sui dipartimenti che beneficiano dell'azione Jean Monnet;
    • miglioramento o innovazione dei contenuti, sviluppo di nuove prospettive di ricerca specifica;
    • miglioramento della capacità di attrarre studenti e ricercatori eccellenti;
    • cooperazione rafforzata e capacità di stabilire contatti con i partner di altri paesi;
    • miglioramento delle concessioni delle risorse finanziarie verso l'insegnamento e la ricerca sulle materie relative all'UE all'interno dell'istituto;
    • miglioramento delle capacità di insegnamento e ricerca sulle materie relative all'UE;
  •  su altre organizzazioni e soggetti coinvolti a livello locale, regionale, nazionale e/o europeo.

Diffusione e comunicazione.

  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate a diffondere i risultati delle attività all'interno e all'esterno dell'istituto che ospita l'azione Jean Monnet:
    • attraverso la comunicazione;
    • aumentando la sensibilizzazione ai progetti e ai risultati, migliorando la visibilità dei partecipanti e delle organizzazioni;
    • raggiungendo gruppi al di fuori degli istituti di istruzione superiore;
    • attraverso la trasferibilità e la traduzione in nuove politiche e pratiche migliori.

La misura in cui gli strumenti di diffusione previsti raggiungeranno il pubblico destinatario attraverso:

  • esposizione mediatica (tra cui social media, pubblicazioni ecc.);
  • eventi.

Sostenibilità e prosecuzione: la proposta prevede misure e risorse adeguate per assicurare che i risultati e i benefici del progetto siano sostenibili anche dopo la conclusione di quest'ultimo.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 70 punti in totale e almeno 15 punti in ciascun criterio di aggiudicazione. Le proposte ex aequo di uno stesso argomento saranno classificate in base ai punteggi assegnati per criteri di aggiudicazione (in ordine di importanza) "Pertinenza del progetto" e "Impatto".

Obiettivi geografici

Gli strumenti dell'azione esterna dell'UE contribuiscono a questa azione. Il bilancio disponibile è ripartito tra diverse regioni e le singole dotazioni di bilancio sono di entità diversa. Ulteriori informazioni sull'entità di ogni singola dotazione saranno pubblicate sul portale "Funding and Tender Opportunities" (FTOP).

Gli obiettivi geografici fissati per questa azione sono i seguenti:

per l'Asia: ai paesi ad alto reddito di questa regione può essere assegnato al massimo il 75 % dei finanziamenti, di cui il 12 % alla Cina e l'11 % all'India;

per l'Africa subsahariana: sarà data priorità ai paesi meno sviluppati; particolare attenzione sarà rivolta anche ai paesi prioritari in materia di migrazione e ai progetti regionali che coinvolgono istituti di istruzione superiore di più paesi. Nessun paese può ottenere più dell'8 % dei finanziamenti previsti per la regione di riferimento.

Impatto previsto

Quantitativo

Un numero crescente di istituti di istruzione superiore che rafforza la dimensione legata all'Unione europea delle discipline offerte.

Un numero crescente di materie relative all'Unione europea introdotto nell'insegnamento e nelle attività di ricerca di facoltà e dipartimenti in cui la prospettiva dell'UE non è solitamente sviluppata, in aggiunta alle materie tradizionalmente note per la loro associazione all'UE.

Qualitativo

In relazione ai partecipanti direttamente coinvolti, le azioni Jean Monnet "Insegnamento e ricerca" avranno ricadute positive e durature sia sugli studenti sia sui ricercatori/professori e:

  • promuoveranno la democrazia e il senso di appartenenza a uno spazio comune; il grado di maggior interesse da parte dei giovani verso le politiche europee potrebbe essere valutato mediante indagini specifiche;
  • aumenterà l'interesse ad approfondire la conoscenza delle politiche specifiche dell'Unione europea, favorendo eventualmente una partecipazione più attiva alle attività dell'UE e al servizio pubblico;
  • moltiplicherà le opportunità per i giovani ricercatori di migliorare le loro competenze professionali, dando impulso alla loro carriera.

In relazione alle organizzazioni partecipanti, la componente "Insegnamento e ricerca" dell'azione Jean Monnet instaurerà una nuova dinamica e:

  • aumenterà la capacità degli istituti di istruzione superiore di insegnare materie relative all'Unione europea;
  • attirerà un maggior numero di nuovi discenti e insegnanti interessati ad acquisire conoscenze sull'Unione europea;
  • darà vita a centri strutturati in grado di fornire conoscenze specifiche di alto livello e ricerca avanzata sull'Unione europea alle facoltà o ai dipartimenti che necessitano di assistenza.

Quali sono le norme di finanziamento?

Il finanziamento di questa azione avverrà su base forfettaria. Tale regime di finanziamento consentirebbe di concentrarsi sui risultati piuttosto che sui contributi, ponendo così l'accento sulla qualità e sul livello di conseguimento di obiettivi misurabili.

La sovvenzione massima dell'UE per progetto è la seguente:

  • moduli Jean Monnet: 30 000 EUR
  • cattedre Jean Monnet: 50 000 EUR
  • centri di eccellenza Jean Monnet: 100 000 EUR

I contributi forfettari copriranno i costi del personale, di viaggio e di soggiorno, per le attrezzature, per il subappalto e altri costi (diffusione di informazioni, pubblicazioni, traduzione).

Moduli e cattedre Jean Monnet

I richiedenti devono indicare nella domanda l'ammontare predefinito dell'importo forfettario unico indicato nelle tabelle seguenti, che riportano l'importo forfettario totale per paese corrispondente al numero totale di ore di insegnamento. Nella tabella compare l'ammontare del contributo finale dell'UE che comprende il cofinanziamento del 75 %.

a.1) Moduli Jean Monnet per gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma

Paese/ore di insegnamento in un periodo di 3 anni (minimo 40 ore/anno)

Bulgaria, Liechtenstein, Macedonia del Nord, Romania, Serbia

Turchia, Croazia, Lettonia

Ungheria, Polonia, Lituania, Repubblica ceca, Estonia, Slovacchia

Portogallo, Grecia, Slovenia, Malta

Cipro, Islanda, Spagna, Italia

Irlanda, Francia, Finlandia

Belgio, Danimarca, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Norvegia

120-150

11 500 EUR

13 500 EUR

15 000 EUR

19 000 EUR

22 000 EUR

26 000 EUR

28 000 EUR

151-180

14 500 EUR

16 500 EUR

18 500 EUR

23 000 EUR

27 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

181-210

16 500 EUR

19 500 EUR

22 000 EUR

27 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

211-240

19 000 EUR

22 500 EUR

25 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

241-270

21 500 EUR

25 500 EUR

29 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

271-300

24 000 EUR

28 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

301-330

26 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

331-360

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

a.2) Moduli Jean Monnet per i paesi terzi non associati al programma

Paese/ore di insegnamento in un periodo di 3 anni (minimo 40 ore/anno)

Cile, Saint Kitts e Nevis, Messico, Libia, Antigua e Barbuda, Barbados, altri paesi

Territorio della Russia riconosciuto dal diritto internazionale, Bahrain, Trinidad e Tobago

Arabia Saudita, Seychelles, Guinea equatoriale, Oman, Israele

Repubblica di Corea, Nuova Zelanda

Giappone, Regno Unito

Australia, Brunei, Canada, Hong Kong, Kuwait, Qatar, Singapore, Svizzera, Emirati arabi uniti, Stati Uniti d'America

120-150

11 500 EUR

15 000 EUR

19 000 EUR

22 000 EUR

26 000 EUR

28 000 EUR

151-180

14 000 EUR

18 500 EUR

23 000 EUR

27 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

181-210

16 500 EUR

22 000 EUR

27 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

211-240

19 000 EUR

25 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

241-270

21 500 EUR

29 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

271-300

24 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

301-330

26 500 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

331-360

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

30 000 EUR

Maggiori dettagli sono descritti nel modello di convenzione di sovvenzione disponibile nel portale "Funding and Tender Opportunities".

b.1) Cattedre Jean Monnet per gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma

Paese/ore di insegnamento in un periodo di 3 anni (minimo 90 ore/anno)

Bulgaria, Liechtenstein, Macedonia del Nord, Romania, Serbia

Turchia, Croazia, Lettonia

Ungheria, Polonia, Lituania, Repubblica ceca, Estonia, Slovacchia

Portogallo, Grecia, Slovenia, Malta

Cipro, Islanda, Spagna, Italia

Irlanda, Francia, Finlandia

Belgio, Danimarca, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi, Austria, Svezia, Norvegia

270-300

18 000 EUR

19 000 EUR

25 000 EUR

31 000 EUR

37 000 EUR

43 000 EUR

47 000 EUR

301-330

20 000 EUR

21 000 EUR

28 000 EUR

34 000 EUR

41 000 EUR

47 000 EUR

50 000 EUR

331-360

22 000 EUR

23 000 EUR

31 000 EUR

37 000 EUR

45 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

361-390

24 000 EUR

25 000 EUR

34 000 EUR

40 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

391-420

26 000 EUR

27 000 EUR

37 000 EUR

43 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

421-450

28 000 EUR

29 000 EUR

40 000 EUR

46 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

451-480

30 000 EUR

31 000 EUR

43 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

481-510

32 000 EUR

33 000 EUR

46 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

511-540

34 000 EUR

35 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

541-570

36 000 EUR

37 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

571-600

38 000 EUR

39 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

601-630

40 000 EUR

41 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

631-660

42 000 EUR

43 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

661-690

44 000 EUR

45 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

691-720

46 000 EUR

47 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

721-750

48 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

>750

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

b.2) Cattedra Jean Monnet per i paesi terzi non associati al programma

Paese/ore di insegnamento in un periodo di 3 anni (minimo 90 ore/anno)

Cile, Saint Kitts e Nevis, Messico, Libia, Antigua e Barbuda, Barbados, altri paesi

Territorio della Russia riconosciuto dal diritto internazionale, Bahrain, Trinidad e Tobago

Arabia Saudita, Seychelles, Guinea equatoriale, Oman, Israele

Repubblica di Corea, Nuova Zelanda

Giappone, Regno Unito

Australia, Brunei, Canada, Hong Kong, Kuwait, Qatar, Singapore, Svizzera, Emirati arabi uniti, Stati Uniti d'America

270-300

21 000 EUR

24 000 EUR

31 000 EUR

37 000 EUR

43 000 EUR

47 000 EUR

301-330

23 000 EUR

27 000 EUR

34 000 EUR

41 000 EUR

47 000 EUR

50 000 EUR

331-360

25 000 EUR

30 000 EUR

37 000 EUR

45 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

361-390

27 000 EUR

33 000 EUR

40 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

391-420

29 000 EUR

36 000 EUR

43 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

421-450

31 000 EUR

39 000 EUR

46 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

451-480

33 000 EUR

42 000 EUR

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

481-510

35 000 EUR

45 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

511-540

37 000 EUR

48 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

541-570

39 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

571-600

41 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

601-630

43 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

631-660

45 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

661-690

47 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

691-720

49 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

721-750

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

>750

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

50 000 EUR

Maggiori dettagli sono descritti nel modello di convenzione di sovvenzione disponibile nel portale "Funding and Tender Opportunities".

c) Centri di eccellenza Jean Monnet

Il finanziamento di questa azione avverrà su base forfettaria. L'importo forfettario di ogni sovvenzione sarà determinato in base al bilancio dell'azione proposta stimato dal richiedente. L'ente che assegnerà la sovvenzione ne fisserà l'importo forfettario in base alla proposta, al risultato della valutazione, ai tassi di finanziamento e all'importo massimo della sovvenzione indicato nell'invito a presentare proposte.

Il contributo massimo dell'UE per progetto è 100 000 EUR

Come è stabilito l'importo forfettario per ciascun progetto?

I richiedenti devono compilare un bilancio dettagliato (tabella) sulla base del modulo di candidatura, tenendo conto dei seguenti punti:

  • il bilancio dovrebbe essere debitamente dettagliato in unità di progetto coerenti (per esempio diviso in "gestione del progetto", "formazione", "organizzazione di eventi", "preparazione e attuazione della mobilità", "comunicazione e divulgazione", "garanzia della qualità" ecc.);
  • la proposta deve descrivere le attività previste in ogni unità di progetto;
  • nella loro proposta i richiedenti devono inserire una ripartizione dei costi stimati che mostri la quota attribuita a ciascuna unità di progetto;
  • i costi possono riguardare il personale, le spese di viaggio e di soggiorno, i costi per le attrezzature, per il subappalto e altri costi (diffusione di informazioni, pubblicazioni, traduzione).

Le proposte saranno valutate secondo le normali procedure di valutazione con l'aiuto di esperti interni e/o esterni. Gli esperti valuteranno la qualità delle proposte rispetto ai requisiti definiti nell'invito e all'impatto, alla qualità e all'efficienza previsti dell'azione.

Dopo la valutazione della proposta, l'ordinatore stabilirà l'importo forfettario tenendo conto dei risultati della valutazione effettuata. Il valore dell'importo forfettario sarà limitato a un massimo dell'80 % del bilancio stimato determinato dopo la valutazione.

I parametri della sovvenzione (importo massimo, tasso di finanziamento, costi totali ammissibili ecc.) saranno fissati nella convenzione di sovvenzione.

Gli esiti del progetto saranno valutati in base ai risultati raggiunti. Il regime di finanziamento consentirebbe di concentrarsi sui risultati piuttosto che sui contributi, ponendo così l'accento sulla qualità e sul livello di conseguimento di obiettivi misurabili.

Maggiori dettagli sono descritti nel modello di convenzione di sovvenzione disponibile nel portale "Funding and Tender Opportunities".

Tagged in:  Jean Monnet Higher education