Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Questa pagina web non riprende ancora il contenuto della guida del programma Erasmus+ 2023.

Tuttavia è possibile scaricare la guida integrale per il 2023 nella lingua prescelta in formato PDF tramite il pulsante "Download" sul lato destro della pagina.

Qual è la struttura del programma Erasmus+?

Per raggiungere i suoi obiettivi, nel periodo 2021-2027 il programma Erasmus+ prevede di attuare le azioni indicate di seguito.

Azione chiave 1 – mobilità individuale

Questa azione chiave sostiene:

  • la mobilità dei discenti e del personale: opportunità per alunni, studenti, tirocinanti e giovani, nonché per professori, insegnanti, formatori, animatori socioeducativi, allenatori sportivi, personale di istituti d'istruzione e organizzazioni della società civile di intraprendere un'esperienza di apprendimento e/o professionale in un altro paese;
  • attività di partecipazione dei giovani: iniziative giovanili locali e transnazionali svolte da gruppi informali di giovani e/o organizzazioni giovanili intese ad aiutare i giovani a impegnarsi nella vita democratica e a imparare a parteciparvi, sensibilizzando in merito ai valori comuni e ai diritti fondamentali dell'Unione, avvicinando i giovani e i responsabili delle decisioni a livello locale, nazionale ed europeo e contribuendo al conseguimento degli obiettivi comuni dell'Unione europea;
  • DiscoverEU: un'azione che offre ai diciottenni l'opportunità di vivere una breve esperienza di viaggio in Europa, da soli o in gruppo. In quanto attività di apprendimento informale, DiscoverEU mira a promuovere nei partecipanti il senso di appartenenza all'Unione europea e a consentire loro di esplorare la sua diversità culturale. Inoltre punta a dotare i giovani di abilità e competenze preziose per la loro vita futura, nonché a stimolarli a coltivare modelli di viaggio sostenibili in particolare e una coscienza ecologica in generale. DiscoverEU si compone di un'azione generale, nel cui ambito i giovani possono presentare domanda direttamente sul Portale europeo per i giovani, e di un'azione a favore dell'inclusione. Quest'ultima si rivolge ai giovani con minori opportunità e intende facilitare la loro partecipazione a DiscoverEU su un piano di parità rispetto ai loro coetanei;
  • il programma offre opportunità per l'apprendimento delle lingue ai partecipanti che svolgono un'attività di mobilità all'estero. Dati i vantaggi dell'e-learning per l'apprendimento delle lingue in termini di accessibilità e flessibilità, tale sostegno sarà offerto principalmente attraverso lo strumento di OLS di Erasmus+, adattato alle esigenze dei singoli settori. In casi particolari, cioè quando l'apprendimento online non è lo strumento migliore per raggiungere il gruppo di destinatari, saranno offerte ulteriori forme di sostegno linguistico.
  • scambi virtuali nel campo dell'istruzione superiore e della gioventù: attività interpersonali online che promuovono il dialogo interculturale e lo sviluppo di competenze trasversali tra individui di paesi terzi non associati al programma, Stati membri dell'UE o paesi terzi associati al programma. Le attività si svolgono in piccoli gruppi e sono sempre moderate da un facilitatore esperto.

Azione chiave 2 – cooperazione tra organizzazioni e istituzioni

Questa azione chiave sostiene le azioni indicate di seguito.

Partenariati per la cooperazione, tra cui:

  • partenariati di cooperazione: L'obiettivo principale dei partenariati di cooperazione è permettere alle organizzazioni di accrescere la qualità e la pertinenza delle loro attività, sviluppare e rafforzare le proprie reti di partner, aumentare la capacità di operare congiuntamente a livello transnazionale favorendo l'internazionalizzazione delle attività, scambiando e sviluppando nuove pratiche e nuovi metodi come pure condividendo e confrontando le idee;
  • partenariati su scala ridotta: questa azione ha l'obiettivo di ampliare le possibilità di accesso al programma dei piccoli operatori e degli individui difficili da raggiungere nei campi dell'istruzione scolastica, dell'istruzione degli adulti, dell'istruzione e formazione professionale, della gioventù e dello sport. Caratterizzata da importi minori delle sovvenzioni concesse alle organizzazioni, da una durata inferiore e da requisiti amministrativi più semplici rispetto ai partenariati di cooperazione, questa azione mira a raggiungere le organizzazioni di base, i nuovi partecipanti al programma e le organizzazioni meno esperte, nella prospettiva di ridurre le barriere all'accesso al programma per le organizzazioni dotate di minor capacità organizzativa.

Partenariati per l'eccellenza, tra cui:

  • università europee: questa azione favorisce l'emergere di reti di istituti di istruzione superiore caratterizzate da un approccio dal basso verso l'alto, che incrementeranno il livello di ambizione della cooperazione transfrontaliera tramite la messa a punto di strategie comuni a lungo termine, basate su una visione comune e valori condivisi e volte a raggiungere l'eccellenza nell'istruzione e nella ricerca e innovazione;
  • centri di eccellenza professionale (CoVE): questa iniziativa promuove un approccio dal basso all'eccellenza professionale consistente nel coinvolgimento di un'ampia gamma di portatori di interessi a livello locale per far sì che gli istituti di IFP siano in grado di adattare rapidamente l'offerta di competenze all'evoluzione delle esigenze economiche e sociali. Tali centri di eccellenza operano in un determinato contesto locale creando ecosistemi delle competenze per l'innovazione, lo sviluppo regionale e l'inclusione sociale e cooperano nel contempo con i CoVE di altri paesi attraverso reti di collaborazione internazionali. Forniscono opportunità di formazione iniziale dei giovani oltre che di miglioramento continuo delle competenze e di riqualificazione professionale degli adulti, attraverso un'offerta flessibile e tempestiva di formazione coerente con le esigenze di un mercato del lavoro dinamico, nel contesto delle transizioni verde e digitale;
  • accademie degli insegnanti Erasmus+: l'obiettivo generale di questa azione è creare partenariati europei di erogatori di istruzione e formazione per insegnanti con l'intento di istituire, nel quadro di Erasmus+, delle accademie di insegnanti che elaborino una prospettiva europea e internazionale nella formazione degli insegnanti. Queste accademie svilupperanno un approccio orientato al multilinguismo e alla diversità culturale, promuoveranno la formazione degli insegnanti in linea con le priorità dell'UE in materia di politica dell'istruzione e contribuiranno alla realizzazione degli obiettivi dello spazio europeo dell'istruzione;
  • azione Erasmus Mundus: questa azione mira a promuovere l'eccellenza e l'internazionalizzazione a livello mondiale degli istituti d'istruzione superiore attraverso programmi di studio a livello di laurea magistrale impartiti e riconosciuti congiuntamente da istituti d'istruzione superiore stabiliti in Europa, e aperti agli istituti di altri paesi del mondo.

Partenariati per l'innovazione, tra cui:

  • alleanze per l'innovazione: questa azione mira a promuovere la collaborazione strategica tra i principali attori dell'istruzione superiore e dell'istruzione e formazione professionale, delle imprese e della ricerca (il cosiddetto "triangolo della conoscenza") per favorire l'innovazione e la modernizzazione dei sistemi di istruzione e formazione affinché possano individuare e fornire il giusto bagaglio di abilità, conoscenze e competenze per soddisfare la futura domanda del mercato del lavoro in settori e campi strategici per la crescita sostenibile e la competitività dell'Europa;
  • progetti lungimiranti: l'azione mira a promuovere l'innovazione, la creatività e la partecipazione, così come l'imprenditorialità sociale in vari campi dell'istruzione e della formazione. Essa incoraggerà le idee proiettate al futuro, basate sulle principali priorità europee e in grado di integrare i sistemi di istruzione e formazione contribuendo al loro miglioramento, nonché di apportare un considerevole effetto innovatore in termini di metodi e pratiche a tutti i tipi di apprendimento e contesti di partecipazione attiva per la coesione sociale dell'Europa.

Progetti di sviluppo delle capacità, tra cui:

  • progetti di sviluppo delle capacità nel campo dell'istruzione superiore: l'azione sostiene progetti di cooperazione internazionale basati su partenariati multilaterali tra organizzazioni attive nel campo dell'istruzione superiore negli Stati membri dell'UE o nei paesi terzi associati al programma e i paesi terzi non associati al programma. Tali progetti mirano a sostenere la pertinenza, la qualità, la modernizzazione e l'accessibilità dell'istruzione superiore nei paesi terzi non associati al programma come motore di uno sviluppo socioeconomico sostenibile;
  • progetti di sviluppo delle capacità nel campo dell'istruzione e formazione professionale: questa azione nel campo dell'istruzione e formazione professionale sostiene progetti di cooperazione internazionale basati su partenariati multilaterali tra organizzazioni attive nel campo dell'IFP negli Stati membri dell'UE, nei paesi terzi associati al programma e nei paesi terzi non associati al programma. Tali progetti mirano a sostenere la pertinenza, l'accessibilità e la reattività degli istituti e dei sistemi di IFP nei paesi terzi non associati al programma come motore di sviluppo socioeconomico sostenibile;
  • Progetti di sviluppo delle capacità nel campo della gioventù: questa azione sostiene la cooperazione e lo scambio nel campo della gioventù tra organizzazioni degli Stati membri dell'UE, dei paesi terzi associati al programma e dei paesi terzi non associati al programma e comprende attività di apprendimento non formale, in particolare quelle incentrate sull'aumento delle capacità delle organizzazioni che lavorano con i giovani al di fuori dell'apprendimento formale, garantendo nel contempo la partecipazione attiva dei giovani;
  • progetti di sviluppo delle capacità nel campo dello sport: l'azione sosterrà progetti di cooperazione internazionale basati su partenariati multilaterali tra organizzazioni attive nel campo dello sport negli Stati membri dell'UE, nei paesi terzi associati al programma e nei paesi terzi non associati al programma. Tali progetti mirano a sostenere le attività e le politiche sportive nei paesi terzi non associati al programma in quanto veicolo di promozione dei valori e strumento educativo per incentivare lo sviluppo personale e sociale degli individui e costruire comunità più coese.

Eventi sportivi senza scopo di lucro: questa azione favorirà la preparazione, l'organizzazione e il follow-up di eventi sportivi senza scopo di lucro, organizzati in un unico paese o in diversi paesi da organizzazioni senza scopo di lucro o da organismi pubblici attivi nel campo dello sport. Tali eventi mireranno ad accrescere la visibilità delle azioni di Erasmus+ nel settore dello sport e la consapevolezza del ruolo dello sport nella promozione dell'inclusione sociale, delle pari opportunità e di attività fisiche salutari.

Le piattaforme online come eTwinning, la piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa (EPALE), il portale School Education Gateway (SEG) e il Portale europeo per i giovani offriranno spazi di collaborazione virtuale, banche dati per la ricerca di partner, comunità di pratiche e altri servizi online per insegnanti, formatori, animatori socioeducativi, decisori politici e altri professionisti, nonché per alunni, giovani e discenti adulti in Europa e altrove.

Azione chiave 3 – sostegno alla definizione delle politiche e alla cooperazione

Questa azione chiave sostiene le azioni indicate di seguito.

L'azione European Youth Together (rivolta sia alle organizzazioni giovanili di base che a quelle più grandi) a sostegno dei partenariati transfrontalieri. Le attività nell'ambito di questa azione dovrebbero contribuire ad ampliare la platea di giovani destinatari, in modo da garantire una pluralità di voci e raggiungere giovani di varia estrazione entro e oltre i confini delle organizzazioni giovanili, compresi i giovani con minori opportunità. Esse dovrebbero prevedere l'uso di molteplici canali tradizionali e digitali e agevolare lo sviluppo di partenariati e reti, consentendo la partecipazione e l'accesso delle ONG di base e dei movimenti giovanili.

Questa azione comprende inoltre:

  • azioni volte a preparare e a sostenere l'attuazione dell'agenda politica dell'UE in materia di istruzione, formazione, gioventù e sport, tra cui le agende settoriali riguardanti l'istruzione superiore, l'istruzione e formazione professionale, le scuole e l'apprendimento degli adulti, e in particolare agevolando la governance e il funzionamento dei metodi di coordinamento aperto;
  • la conduzione di sperimentazioni di politiche europee, guidate da autorità pubbliche di alto livello, che comprendono prove sul campo su misure strategiche in diversi paesi, basate su metodi di valutazione accurati. In linea con la strategia dell'UE per la gioventù, verrà inoltre fornito un sostegno finanziario alle strutture che animano il gruppo di lavoro nazionale designato da ciascuna autorità nazionale nel quadro del dialogo dell'UE con i giovani a livello nazionale;
  • azioni volte a raccogliere dati e conoscenze riguardo a sistemi e politiche nell'ambito dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport a livello nazionale ed europeo, al fine di agevolare l'elaborazione di politiche ragionate. La raccolta e l'analisi dei dati saranno effettuate attraverso indagini e studi a livello europeo o internazionale, così come tramite il ricorso a competenze tematiche e specifiche per paese;
  • azioni che mirano a facilitare la trasparenza e il riconoscimento delle competenze e delle qualifiche e il trasferimento di crediti, a promuovere la garanzia della qualità, a sostenere la convalida dell'apprendimento non formale e informale, nonché la gestione e l'orientamento delle abilità. Quest'area includerà anche il sostegno a organismi o reti a livello nazionale ed europeo che facilitano gli scambi trans-europei nonché lo sviluppo di percorsi di apprendimento flessibili tra i diversi campi dell'istruzione, della formazione e della gioventù e in contesti di apprendimento formali, non formali e informali;

azioni che favoriscono il dialogo strategico con i portatori di interessi all'interno e all'esterno dell'Unione europea attraverso, ad esempio, conferenze, eventi e altre attività che coinvolgono decisori politici, professionisti e altri portatori di interessi nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, per sensibilizzare il pubblico alle politiche europee pertinenti e per promuovere l'Europa in quanto destinazione di studio e di ricerca d'eccellenza;

  • collaborazione con organizzazioni internazionali dotate di competenze e capacità analitiche ampiamente riconosciute (come l'OCSE e il Consiglio d'Europa) per rafforzare l'impatto e il valore aggiunto delle politiche nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

Azioni Jean Monnet

Le azioni Jean Monnet sosterranno:

l'azione Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore: questa azione sostiene gli istituti di istruzione superiore all'interno e all'esterno dell'Europa per promuovere l'insegnamento e la ricerca sull'integrazione europea e agevolare il dibattito e gli scambi sulle priorità strategiche dell'Unione con il mondo accademico e i decisori politici. Sono sostenute le sottoazioni seguenti: moduli Jean Monnet: programmi di insegnamento di breve durata in una o più discipline degli studi dell'Unione europea; cattedre Jean Monnet: incarichi di insegnamento di maggiore durata con una specializzazione in studi dell'Unione europea per singoli professori universitari; centri di eccellenza Jean Monnet: punti focali che raccolgono le conoscenze di esperti di alto livello in varie discipline di studi europei, oltre a sviluppare attività transnazionali e collegamenti strutturali con istituzioni accademiche in altri paesi;

  • l'azione Jean Monnet in altri ambiti dell'istruzione e della formazione: questa azione promuove la conoscenza dell'Unione europea nelle scuole e negli istituti di istruzione e formazione professionale (IFP) degli Stati membri e dei paesi terzi associati al programma. Offrirà agli erogatori di istruzione l'opportunità di elaborare e fornire contenuti ai discenti e ai formatori degli insegnanti per sostenerli con metodologie e conoscenze aggiornate su questioni relative all'Unione europea e per promuovere il dibattito e gli scambi tra i rappresentanti della scuola e dell'IFP e i portatori di interessi sull'apprendimento delle materie relative all'Unione europea. Sono sostenute le sottoazioni seguenti: formazione degli insegnanti: elaborazione e messa a disposizione degli insegnanti di proposte di formazione strutturate sulle materie relative all'Unione Europea; Iniziativa "apprendere l'UE": promuovere una migliore comprensione dell'UE nell'istruzione generale e nella formazione professionale (ISCED 1-4);
  • dibattito politico Jean Monnet: le reti Jean Monnet dell'istruzione superiore raccoglieranno, condivideranno e renderanno oggetto di discussioni tra i partner i risultati della ricerca, i contenuti dei corsi, le esperienze e i prodotti (studi, articoli, contenuto dei corsi ecc.) in linea con una tematica specifica legata a una priorità della Commissione. Reti in altri campi dell'istruzione e della formazione: scambio di buone pratiche e sperimentazione del co-insegnamento nell'ambito di un gruppo di paesi;
  • il sostegno a istituti designati: l'azione sostiene istituti che perseguono un obiettivo di interesse europeo, fornendo all'Unione, ai suoi Stati membri e ai suoi cittadini servizi di alta qualità in specifiche aree tematiche prioritarie. Le principali attività e il raggio d'azione di questi istituti comprendono la ricerca, compresa la raccolta di dati e la relativa analisi per la preparazione delle politiche future, l'insegnamento in presenza e online per il personale futuro delle organizzazioni internazionali e per i funzionari pubblici, in particolare nel settore giuridico e in quello gestionale, l'organizzazione di eventi su questioni prioritarie per l'Unione e la diffusione di risultati specifici e di informazioni generali per il grande pubblico.