Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Chi attua il Programma Erasmus+?

La Commissione Europea

La responsabilità ultima della conduzione del programma Erasmus+ spetta alla Commissione europea, che ne gestisce il bilancio e ne stabilisce costantemente priorità, obiettivi e criteri. Essa inoltre guida e monitora la realizzazione, il follow-up e la valutazione generali del programma a livello europeo. Alla Commissione europea spetta inoltre la responsabilità generale di supervisionare e coordinare le strutture incaricate di attuare il programma a livello nazionale.

L'agenzia Esecutiva Europea per L'istruzione e la Cultura (EACEA)

A livello europeo l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA) della Commissione europea è responsabile per l'attuazione di alcune azioni del programma Erasmus+. L'EACEA attua il programma in regime di gestione diretta. Oltre alle informazioni contenute in questa guida, nel portale "Funding and Tender Opportunities" sono reperibili i documenti relativi agli inviti a presentare proposte e i moduli di domanda per le azioni illustrate in questa guida e gestite dall'Agenzia esecutiva: https://ec.europa.eu/info/funding-tenders/opportunities/portal/screen/home.

L'Agenzia esecutiva si occupa della gestione dell'intero ciclo di vita di tali progetti, dalla promozione del programma e dalla valutazione delle domande di sovvenzione, al monitoraggio dei progetti e alla diffusione dei risultati dei progetti e del programma. È inoltre responsabile della pubblicazione di specifici inviti a presentare proposte relativi ad alcune azioni del programma che non sono comprese in questa guida.

La Commissione europea, soprattutto attraverso l'Agenzia esecutiva, è anche responsabile di:

  • svolgere studi nei campi sostenuti dal programma;
  • svolgere ricerche e attività basate su dati concreti attraverso la rete Eurydice;
  • migliorare la visibilità e l'impatto sistemico del programma attraverso attività di diffusione e valorizzazione dei risultati del programma;
  • assicurare la gestione dei contratti e il finanziamento degli enti e delle reti sostenuti dal programma Erasmus+;
  • gestire i bandi di gara per fornire servizi all'interno del quadro del programma. 

Le Agenzie Nazionali

Il Programma Erasmus+ è attuato in massima parte in regime di gestione indiretta. Ciò significa che la Commissione europea affida le funzioni di esecuzione del bilancio alle agenzie nazionali. Lo scopo di questo approccio consiste nel portare Erasmus+ il più vicino possibile ai suoi beneficiari e adattarlo alle differenze nei sistemi nazionali dell'istruzione, della formazione e della gioventù. A tal fine, ogni Stato membro o paese terzo associato al programma ha nominato una o più agenzie nazionali (per i dettagli di contatto, consultare il link seguente: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/contact_it). Le agenzie nazionali promuovono e realizzano il programma a livello nazionale e fungono da tramite tra la Commissione europea e le organizzazioni partecipanti a livello locale, regionale e nazionale. I loro compiti sono:  

  • fornire informazioni adeguate sul programma Erasmus+;
  • gestire una selezione equa e trasparente delle domande relative a progetti da finanziare nel loro paese;
  • monitorare e valutare l'attuazione del Programma nel loro paese;
  • fornire sostegno ai richiedenti e alle organizzazioni partecipanti durante tutto il ciclo di vita del progetto;
  • collaborare efficacemente con la rete di tutte le agenzie nazionali e con la Commissione europea;
  • promuovere e assicurare la visibilità del programma;
  • promuovere la diffusione e la valorizzazione dei risultati del programma a livello locale e nazionale.

Inoltre le agenzie nazionali svolgono un importante ruolo come strutture intermedie per lo sviluppo delle politiche e l'attuazione qualitativa del programma Erasmus+:

  • svolgendo progetti e attività, come le attività di formazione e cooperazione e le attività di rete - al di fuori dei compiti di gestione del ciclo di vita del progetto - che sostengono l'attuazione qualitativa del programma e/o danno il via a sviluppi programmatici nei campi sostenuti dal programma;
  • fornendo sostegno ai nuovi partecipanti, alle organizzazioni meno esperte e ai gruppi destinatari più svantaggiati al fine di eliminare gli ostacoli alla piena partecipazione al programma;
  • puntando alla cooperazione con enti esterni e con le autorità nazionali al fine di aumentare l'impatto del programma nei rispettivi ambiti d'intervento, nel loro paese e nell'Unione europea.

Il sostegno delle agenzie nazionali mira a guidare i potenziali richiedenti e beneficiari del programma attraverso tutte le fasi, dal primo contatto con il programma tramite la procedura di presentazione della domanda fino all'attuazione del progetto e alla valutazione finale. Tale approccio è in linea con i principi di equità e trasparenza delle procedure di selezione. Esso si basa infatti sul concetto che, per garantire pari opportunità a tutti, sia necessario sostenere i gruppi destinatari del programma tramite sistemi personalizzati di assistenza, consulenza, monitoraggio e accompagnamento.

Gli inviti relativi alle azioni gestite dalle agenzie nazionali Erasmus+ sono pubblicati sul sito web Erasmus+1 e pubblicizzati sui siti web delle agenzie nazionali.

Quali sono gli altri enti coinvolti nell'attuazione del Programma?

Oltre agli enti già menzionati, i centri risorse e gli uffici d'informazione, nonché le piattaforme e le reti di esperti e di conoscenza indicati di seguito forniscono competenze complementari per l'attuazione del programma Erasmus+.

Centri Risorse SALTO

L'intento dei centri risorse SALTO è migliorare la qualità e l'impatto del programma Erasmus+ a livello sistemico fornendo competenze, risorse, informazioni e attività di formazione in aree specifiche trattate dalle agenzie nazionali Erasmus+ e da altri soggetti coinvolti nell'istruzione, nella formazione e nell'animazione socioeducativa. Le attività in questione possono essere l'organizzazione di corsi di formazione, seminari e workshop, visite di studio, forum e attività di cooperazione e per la formazione di partenariati su temi prioritari di Erasmus+.

I centri risorse SALTO possono coprire pienamente tutti i campi del programma o solo alcuni di essi. A seconda del loro ambito di azione, i centri risorse SALTO possono avere un orientamento tematico oppure un orientamento regionale (paesi del partenariato orientale e Russia, Mediterraneo meridionale, Balcani occidentali). I SALTO regionali coprono ad esempio solo azioni nel campo della gioventù.

Inoltre i centri risorse SALTO mettono a disposizione attraverso il sito web SALTO-YOUTH una serie di strumenti e banche dati online, come ad esempio una panoramica delle attività di formazione europee per gli animatori socioeducativi nell'ambito del calendario europeo della formazione, strumenti e metodi per lo svolgimento di attività didattiche, opportunità di apprendimento online, una banca dati di formatori e persone-risorse nel campo dell'animazione socioeducativa, e la possibilità di cercare organizzazioni partner. I compiti dei centri risorse SALTO comprendono il monitoraggio e la presentazione dei risultati del programma, delle esperienze e degli insegnamenti appresi nelle rispettive aree specifiche.

Centri risorse SALTO a sostegno delle priorità trasversali di Erasmus+

In linea con le priorità trasversali di Erasmus+, quattro centri risorse SALTO sostengono tali priorità.

Salto per L'inclusione e la Diversità

Due centri risorse SALTO collaborano per sostenere la priorità relativa all'inclusione e alla diversità in tutti i campi del programma: uno nel campo dell'istruzione e formazione e uno nel campo della gioventù.

La missione di questi centri risorse SALTO è migliorare la qualità e l'impatto dei progetti Erasmus+ affinché il programma sia più inclusivo e diversificato.

In particolare, questi SALTO fungono anche da poli di conoscenze basate su dati concreti e da intermediari imparziali, alla luce delle competenze e dell'esperienza maturate nella gestione del programma nel campo dell'inclusione e della diversità. Ciò contribuisce a sviluppare e incanalare costantemente le conoscenze e gli insegnamenti tratti dall'attuazione del programma in quest'area tematica nei contesti dello sviluppo del programma, in collaborazione con la rete delle agenzie nazionali e la Commissione attraverso piattaforme adeguate. Questi SALTO aiutano inoltre le agenzie nazionali ad attuare il programma in modo da mettere in pratica le pertinenti decisioni strategiche (ad esempio risoluzioni/conclusioni del Consiglio), i risultati delle attività di apprendimento reciproco e le decisioni riguardanti la priorità relativa all'inclusione e alla diversità.

Le principali responsabilità dei SALTO per l'inclusione e la diversità sono le seguenti:

  • migliorare la qualità e l'impatto dei progetti e delle attività di Erasmus+, concentrandosi sulla priorità relativa all'inclusione e alla diversità;
  • contribuire a ottimizzare l'attuazione, il monitoraggio e il follow-up della priorità relativa all'inclusione e alla diversità nel campo dell'istruzione e formazione, secondo quanto stabilito nel programma Erasmus+;
  • svolgere un ruolo fondamentale nel guidare le agenzie nazionali nell'analisi e nella valutazione dell'impatto dei progetti incentrati sulla priorità relativa all'inclusione e alla diversità nel campo dell'istruzione e formazione.

SALTO per la transizione verde e lo sviluppo sostenibile

Il centro risorse SALTO per la transizione verde e lo sviluppo sostenibile copre tutti i campi del programma Erasmus+ e contribuisce a far fronte alle sfide comportate dai cambiamenti climatici attraverso i pertinenti programmi, affrontando temi legati al clima e all'ambiente in tutte le azioni.

Questo SALTO favorisce l'attuazione della priorità relativa alla tutela dell'ambiente, alla sostenibilità e alla lotta ai cambiamenti climatici nell'ambito dei nuovi programmi, in linea con il Green Deal europeo e il patto per il clima, sostenendo le azioni dello spazio europeo dell'istruzione in termini di istruzione per il clima e la sostenibilità e contribuendo direttamente al conseguimento di uno dei 11 obiettivi per la gioventù europea (Europa verde sostenibile) figuranti nella strategia dell'UE per la gioventù. Le principali responsabilità del SALTO per la transizione verde e lo sviluppo sostenibile sono le seguenti:

  • migliorare la qualità e l'impatto dei progetti e delle attività di Erasmus+, concentrandosi sulla sostenibilità e sulla lotta ai cambiamenti climatici;
  • contribuire a ottimizzare l'attuazione, il monitoraggio e il follow-up della priorità relativa alla tutela dell'ambiente, alla sostenibilità e alla lotta ai cambiamenti climatici, secondo quanto stabilito nei programmi Erasmus+ e "corpo europeo di solidarietà";
  • svolgere un ruolo fondamentale nel guidare le agenzie nazionali nell'analisi e nella valutazione dell'impatto dei progetti incentrati sulla priorità dei programmi relativa alla tutela dell'ambiente, alla sostenibilità e alla lotta ai cambiamenti climatici.

SALTO per il digitale

Il centro risorse SALTO per il digitale copre tutti i campi del programma Erasmus+ e, in linea con il piano d'azione per l'istruzione digitale e i documenti strategici fondamentali per la gioventù, favorisce l'attuazione della dimensione digitale quale priorità generale nell'ambito dei programmi Erasmus e "corpo europeo di solidarietà", migliorando costantemente la qualità dell'istruzione digitale e gli aspetti digitali nel campo della gioventù. Funge da polo di conoscenze basate su dati concreti nel campo dell'istruzione digitale e della gioventù e canalizza le conoscenze nell'area oggetto del suo mandato verso il programma e lo sviluppo delle politiche. Le principali responsabilità del SALTO per il digitale sono le seguenti:

  • migliorare la qualità e l'impatto dei progetti e delle attività dei programmi, concentrandosi sulle priorità relative al digitale;
  • contribuire a ottimizzare l'attuazione, il monitoraggio e il follow-up delle priorità relative all'istruzione digitale e alla gioventù, secondo quanto stabilito nei programmi Erasmus+ e "corpo europeo di solidarietà";
  • svolgere un ruolo fondamentale nel guidare le agenzie nazionali nell'analisi e nella valutazione dell'impatto dei progetti incentrati sulle priorità dei programmi relative al digitale, contribuendo anche ai forum tematici e dei portatori di interessi e in particolare al polo europeo per l'istruzione digitale.

SALTO per la partecipazione e l'informazione

Il centro risorse per la partecipazione e l'informazione SALTO copre tutti i settori del programma Erasmus+ e intraprende azioni strategiche e innovative per incoraggiare la partecipazione attiva alla vita democratica, anche attraverso:

  • la formulazione di orientamenti per i richiedenti e i beneficiari, in particolare al fine di promuovere il coinvolgimento dei giovani nel processo decisionale democratico e la loro partecipazione alla vita civica e sociale attraverso il volontariato o l'assunzione di ruoli all'interno di organizzazioni giovanili;
  • l'offerta di orientamento e sostegno a tutte le agenzie nazionali su strategie all'avanguardia per raggiungere un numero più elevato di giovani, aumentare la qualità e l'impatto delle attività di informazione, la loro inclusività e la sostenibilità e trasferibilità dei risultati dei progetti.

Oltre ai suddetti SALTO, due centri risorse SALTO dedicati a campi specifici contribuiscono a sviluppare la capacità delle agenzie nazionali e delle organizzazioni di collaborare con Erasmus+, agevolando la cooperazione transnazionale, la creazione di reti e l'apprendimento reciproco tra le agenzie nazionali e i diversi portatori di interessi.

SALTO per la formazione e la cooperazione per l'istruzione e formazione

Offre una piattaforma per le attività di formazione europee;

  • permette ai portatori di interessi, tra altre cose, di sviluppare le capacità delle loro organizzazioni per cogliere pienamente le opportunità di Erasmus+,
  • di condividere le migliori pratiche tra i paesi europei, di trovare partner o aumentare l'impatto dei loro progetti a livello europeo.

SALTO per la formazione e la cooperazione nel campo della gioventù

Il centro risorse SALTO per la formazione e la cooperazione si concentra sullo sviluppo di azioni strategiche e innovative volte a garantire un approccio globale di alta qualità alle strategie e alle attività di formazione nel campo della gioventù e il riconoscimento dell'apprendimento non formale e informale nell'animazione socioeducativa in tutta Europa, anche attraverso:

  • l'elaborazione e l'attuazione di processi, attività e strumenti nell'ambito della strategia Youthpass volti a sostenere e promuovere il riconoscimento e la convalida delle attività di apprendimento non formale e informale e dell'animazione socioeducativa;
  • lo sviluppo e l'attuazione di processi, attività e strumenti nell'ambito della strategia europea di formazione nel campo della gioventù, allo scopo di favorire il rafforzamento delle capacità e uno sviluppo di alta qualità dell'animazione socioeducativa europea;
  • il miglioramento della qualità dei progetti per i giovani attraverso corsi di formazione, strumenti, pubblicazioni e indicazioni pratiche;
  • l'offerta di sostegno al personale delle agenzie nazionali attraverso la gestione delle conoscenze e la formazione del personale.

Centri risorse SALTO regionali nel campo della gioventù

I tre SALTO regionali, SALTO per l'Europa sudorientale, SALTO per l'Europa orientale e il Caucaso e SALTO EUROMED, promuovono la cooperazione strategica e innovativa tra i portatori di interessi dei paesi aderenti al programma e dei paesi partner di Erasmus+ e del corpo europeo di solidarietà, al fine di:

– accrescere ulteriormente la quantità, la qualità e l'impatto dei progetti e dei partenariati, e

– sostenere l'animazione socioeducativa e lo sviluppo delle politiche giovanili nei paesi partner

rispettivamente nei Balcani occidentali, nel partenariato orientale e in Russia e nel Mediterraneo meridionale.

Per maggiori informazioni, consultare le pagine: www.salto-et.net e www.salto-youth.net.

Uffici di informazione

Uffici Nazionali Erasmus+

Nei paesi terzi non associati al programma interessati, gli uffici nazionali Erasmus+ (NEO) assistono la Commissione, l'Agenzia esecutiva e le autorità locali nell'attuazione del programma Erasmus+. In questi paesi sono il punto di riferimento per i portatori di interessi coinvolti nel programma Erasmus+ nei settori dell'istruzione superiore, dell'istruzione e formazione professionale, della gioventù e dello sport e contribuiscono ad accrescere la consapevolezza e a potenziare la visibilità, la pertinenza, l'efficacia e l'impatto della dimensione internazionale di Erasmus+.

Gli uffici nazionali Erasmus+ hanno i seguenti compiti:

  • fornire informazioni sulle attività Erasmus+ aperte alla partecipazione del loro paese (anche nei campi dell'istruzione superiore, dell'IFP, della gioventù e dello sport, se del caso);
  • consigliare e assistere i potenziali richiedenti;
  • coordinare la sezione locale della rete di esperti per la riforma dell'istruzione superiore (HERE);
  • contribuire agli studi e agli eventi;
  • fornire sostegno al dialogo strategico;
  • mantenere i contatti con le autorità locali e le delegazioni dell'UE;
  • seguire gli sviluppi politici nei suddetti settori nel loro paese.

Punti Focali Nazionali Erasmus+

Nei paesi terzi non associati al programma interessati (Americhe, Africa subsahariana, Medio Oriente, Asia e Pacifico) la rete di punti focali nazionali (PFN) sostiene la Commissione, l'Agenzia esecutiva e le autorità locali nella fornitura di orientamenti, informazioni pratiche e assistenza su tutti gli aspetti della partecipazione a Erasmus+ nei campi dell'istruzione superiore, della gioventù, dell'istruzione e formazione professionale e dello sport. Tali punti focali fungono da centri di riferimento per i portatori di interessi nel loro paese e contribuiscono a migliorare la consapevolezza, la visibilità, la pertinenza, l'efficacia e l'impatto della dimensione internazionale di Erasmus+.

Centri Nazionali D'informazione sul Riconoscimento Accademico (NARIC)

La rete NARIC fornisce informazioni sul riconoscimento dei diplomi e dei periodi di studio rispettivamente conseguiti o svolti in altri paesi europei e consulenze sui titoli accademici esteri nel paese in cui è stabilito il NARIC. La rete NARIC fornisce informazioni autorevoli a chiunque viaggi all'estero per motivi lavorativi o di ulteriore istruzione, ma anche a istituti, studenti, consulenti, genitori, insegnanti e potenziali datori di lavoro.

La Commissione europea sostiene le attività della rete NARIC attraverso lo scambio di informazioni e di esperienze tra paesi, l'individuazione delle buone pratiche, l'analisi comparativa dei sistemi e delle politiche in tale ambito e la discussione e l'analisi di questioni di interesse comune in materia di istruzione.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina: https://www.enic-naric.net/.

Rete Eurodesk

La rete Eurodesk offre servizi di informazione ai giovani e a coloro che lavorano con i giovani sulle opportunità europee nel campo dell'istruzione, della formazione e della gioventù e sul coinvolgimento dei giovani nelle attività europee.

Presente in tutti gli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma, e coordinata a livello europeo dall'ufficio Eurodesk sito a Bruxelles, la rete Eurodesk propone servizi di consulenza, informazioni sui finanziamenti, eventi e pubblicazioni e contribuisce all'aggiornamento del Portale europeo per i giovani.

Il Portale europeo per i giovani offre informazioni e opportunità a livello europeo e nazionale dirette ai giovani che vivono, studiano e lavorano in Europa. Fornisce informazioni in 28 lingue.

Per accedere al portale europeo per i giovani, consultare la pagina: http://europa.eu/youth/. Per maggiori informazioni su Eurodesk, consultare la pagina: https://www.eurodesk.eu.

Otlas - lo strumento di ricerca di partner per le organizzazioni che operano nel campo della gioventù

Uno degli strumenti sviluppati e coordinati dai centri risorse SALTO-Gioventù è Otlas, uno strumento centrale online di ricerca di partner per le organizzazioni che operano nel campo della gioventù. Le organizzazioni possono registrare in Otlas i propri dati di contatto e le aree di interesse e inserire richieste di partner per idee di progetto.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina: www.salto-youth.net/otlas o https://www.otlas.eu/.

Piattaforme e strumenti

Piattaforma dei Risultati dei Progetti Erasmus+

La piattaforma dei risultati dei progetti Erasmus+ fornisce accesso alle informazioni e ai risultati relativi a tutti i progetti finanziati nell'ambito del programma Erasmus+. Le organizzazioni possono trarre ispirazione dalla grande quantità di informazioni sui progetti e mettere a frutto i risultati e le lezioni tratti dall'attuazione di Erasmus+. 

Le informazioni e i risultati dei progetti illustrati sulla piattaforma devono essere pienamente conformi alle norme e alle disposizioni applicabili in materia di dati personali. Tale responsabilità incombe in primo luogo ai beneficiari dei progetti, sotto la supervisione dei funzionari delle agenzie che sono responsabili dei progetti.

È possibile effettuare la ricerca dei progetti per parola chiave, azione chiave, anno, paese, argomento, tipo di risultati ecc. Le ricerche possono essere salvate e costantemente aggiornate sui progetti più recenti, secondo criteri predefiniti. Vengono evidenziati i progetti che per la pertinenza programmatica, l'impatto e il potenziale di comunicazione vengono considerati buone pratiche.

La piattaforma dei risultati dei progetti Erasmus+ è accessibile all'indirizzo https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/projects/.

Piattaforma Europea per L'istruzione Scolastica (ESEP) ed eTwinning

La piattaforma europea per l'istruzione scolastica è il punto di incontro tra tutti i portatori di interessi del settore dell'istruzione scolastica – personale scolastico, ricercatori, decisori politici e altri professionisti – a tutti i livelli, dall'educazione e cura della prima infanzia alla scuola primaria e secondaria, compresa l'istruzione e formazione professionale iniziale.

La piattaforma ospita anche eTwinning, una comunità di insegnanti e personale scolastico che anima uno spazio protetto, accessibile solo al personale autorizzato dalle organizzazioni nazionali di supporto (NSO). I partecipanti possono prendere parte a molte attività: ad esempio, realizzare progetti con altre scuole e classi, discutere con colleghi e sviluppare reti professionali, partecipare a numerose opportunità di sviluppo professionale (online e di persona).

Gli insegnanti e le scuole che partecipano a eTwinning ricevono sostegno dalle loro organizzazioni nazionali di supporto (NSO). Si tratta di organizzazioni nominate dalle autorità nazionali competenti, che assistono le scuole nella procedura di registrazione, nell'attività di ricerca di un partner e di un progetto, promuovono l'uso di eTwinning, consegnano premi e certificati di qualità e organizzano attività di sviluppo professionale per gli insegnanti.

Le organizzazioni nazionali di supporto sono coordinate da un servizio centrale di supporto (CSS), che è anche responsabile dello sviluppo della piattaforma europea per l'istruzione scolastica e dell'organizzazione delle attività di sviluppo professionale per gli insegnanti a livello europeo.

È possibile accedere alla piattaforma europea per l'istruzione scolastica e a eTwinning al seguente indirizzo: https://school-education.ec.europa.eu/it.

EPALE

La piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa, nota come EPALE, è un'iniziativa della Commissione europea finanziata dal programma Erasmus+. È rivolta a professionisti dell'apprendimento degli adulti: insegnanti, educatori, formatori, volontari, decisori politici, ricercatori, giornalisti, accademici e altri che operano nel campo dell'apprendimento degli adulti.

Il sito offre notizie aggiornate sugli sviluppi in questo campo e reti interattive che consentono agli utenti di entrare in contatto tra loro in tutta Europa, partecipare a discussioni e scambiarsi buone pratiche. Tra i vari strumenti e contenuti di EPALE ci sono strumenti di interesse specifico per i (potenziali) beneficiari del programma Erasmus+, ad esempio:

  • un calendario di corsi ed eventi;
  • uno strumento per la ricerca di partner, utile per reperire partner per la preparazione di progetti finanziati dall'UE oppure per trovare e offrire opportunità di affiancamento lavorativo;
  • un catalogo dei corsi nel quale i visitatori possono trovare un'ampia gamma di corsi online e offline;
  • le comunità di pratiche, un ulteriore strumento di collegamento con persone e organizzazioni che condividono interessi analoghi;
  • spazi collaborativi, nei quali i partner di progetto possono lavorare insieme allo sviluppo dei progetti in un ambiente sicuro;
  • Erasmus+Space, uno strumento sicuro destinato in particolare a consentire ai coordinatori dei progetti Erasmus+ KA1 e KA2 e ai loro partner di mettere in pratica la mobilità/cooperazione mista e utilizzarla per la gestione e la divulgazione dei progetti;
  • un centro risorse, nel quale i beneficiari possono rintracciare utili riferimenti a materiali e/o pubblicare articoli, materiali didattici, relazioni, manuali o qualsiasi altro materiale prodotto dal rispettivo progetto o organizzazione, e che costituisce dunque un'ulteriore opportunità di divulgazione;
  • un blog nel quale i partecipanti ai progetti possono condividere le proprie esperienze o caricare video di presentazione dei risultati, in modo informale e dinamico.

I progetti che ricevono finanziamenti dell'UE sono invitati a condividere sulla piattaforma informazioni riguardanti le attività svolte e i risultati conseguiti, pubblicando post nel blog, notizie, eventi e altro.

La piattaforma EPALE è gestita da un servizio centrale di supporto e da una rete di organizzazioni nazionali di supporto negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma, il cui compito consiste nell'individuare informazioni interessanti sulla piattaforma e promuoverne l'utilizzo attivo tra i portatori di interessi. La piattaforma EPALE è accessibile all'indirizzo: https://epale.ec.europa.eu/.

SELFIE

SELFIE ("Self-reflection on Effective Learning by Fostering the use of Innovative Educational technologies") è uno strumento di auto-riflessione gratuito, multilingue e basato sul web che mira ad aiutare le scuole di istruzione generale e professionali a sviluppare la loro capacità digitale.

SELFIE for Schools raccoglie in modo anonimo le opinioni di studenti, insegnanti e dirigenti scolastici sull'uso della tecnologia nella loro scuola, mediante domande e brevi affermazioni da valutare con un semplice punteggio da 1 a 5. In base ai dati così raccolti, lo strumento genera una relazione: un'istantanea ("SELFIE") dei punti di forza e di debolezza di una scuola in relazione all'uso della tecnologia. SELFIE è disponibile per qualsiasi scuola primaria, secondaria e professionale sia in Europa che altrove, in oltre 30 lingue e può essere utilizzato da qualunque scuola, non solo quelle con infrastrutture, attrezzature e uso della tecnologia a livello avanzato.

La pandemia di COVID-19 ha prodotto un massiccio spostamento verso le tecnologie digitali per il lavoro e l'apprendimento a distanza, inclusa l'IFP. Ha anche dimostrato la difficoltà di mantenere nelle imprese la parte di apprendimento basato sul lavoro dell'IFP, aspetto che rende ancora più urgente una maggiore efficacia del dialogo tra gli insegnanti dell'IFP e i formatori interni alle imprese, attraverso mezzi digitali.

Nell'ambito del piano d'azione per l'istruzione digitale è disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE un nuovo strumento per gli insegnanti ("SELFIE for Teachers") che consente loro di autovalutare la loro competenza e la loro fiducia nel digitale e di ottenere un riscontro immediato riguardo a punti di forza, lacune e aspetti da approfondire ulteriormente. Lo strumento può essere utilizzato anche da gruppi di insegnanti per lavorare insieme e sviluppare un piano di formazione.

Nell'ottobre 2021 è stato pubblicato in tutte le lingue ufficiali dell'UE il nuovo strumento SELFIE per l'apprendimento basato sul lavoro, che contribuisce ad avvicinare gli istituti dell'IFP e le imprese affinché discutano le modalità per integrare al meglio la tecnologia digitale nell'istruzione e nella formazione che forniscono. SELFIE per l'apprendimento basato sul lavoro non solo raccoglie le tre prospettive dei dirigenti scolastici, degli insegnanti IFP e dei discenti, ma aggiunge anche una quarta prospettiva ossia il punto di vista dei formatori interni alle imprese. Ulteriori attività riguardanti SELFIE per l'apprendimento basato sul lavoro si concentreranno sull'esame delle modalità con cui lo strumento può sostenere il monitoraggio e lo sviluppo delle politiche a livello nazionale e dell'UE. Inoltre l'impatto di SELFIE per l'apprendimento basato sul lavoro sulle imprese dovrebbe essere ulteriormente analizzato per esaminare in maniera più approfondita il coinvolgimento di queste ultime o per sviluppare maggiormente lo strumento sotto diversi aspetti in funzione delle loro esigenze.

SELFIE è stato sviluppato dal Centro comune di ricerca e dalla direzione generale dell'Istruzione, della gioventù, dello sport e della cultura (DG EAC). Per maggiori informazioni su SELFIE consultare la pagina https://ec.europa.eu/education/schools-go-digital_it.  

HEInnovate

Il quadro di orientamento HEInnovate offre agli istituti di istruzione superiore (Higher Education Institutions, HEI o IIS) dell'UE e del resto del mondo l'opportunità di esaminare la propria capacità di innovazione e di imprenditorialità, mediante l'autoriflessione, in una o più delle otto dimensioni disponibili, ossia:

  • leadership e governance;
  • capacità organizzativa: finanziamenti, persone e incentivi;
  • insegnamento e apprendimento imprenditoriali;
  • preparazione degli imprenditori e sostegno agli stessi;
  • trasformazione e capacità digitali;
  • scambio di conoscenze e collaborazione;
  • istituzione internazionalizzata;
  • misurazione dell'impatto.

HEInnovate è anche una comunità di pratica e i suoi esperti offrono agli istituti di istruzione superiore workshop per migliorare i risultati nel campo dell'innovazione ed eventi di formazione dei formatori per diffondere in modo più ampio l'approccio a livello nazionale. I materiali di formazione sono disponibili sul sito web. La piattaforma fornisce anche studi di casi e storie di utenti per illustrare esempi dei differenti approcci all'innovazione utilizzati dagli istituti di istruzione superiore di tutta l'UE. In collaborazione con l'OCSE sono state elaborate alcune relazioni nazionali HEInnovate. Le relazioni, disponibili sui siti web di HEInnovate e dell'OCSE, descrivono gli approcci all'innovazione e all'imprenditorialità in diversi Stati membri dell'UE.

I progetti finanziati da Erasmus+, come le alleanze universitarie europee e le alleanze per l'innovazione, sono invitati a utilizzare HEInnovate, se pertinente, per accompagnare i loro progetti.

HEInnovate è accessibile all'indirizzo: https://heinnovate.eu/en.

Portale Europeo per i Giovani

Il Portale europeo per i giovani offre informazioni e opportunità a livello europeo e nazionale dirette ai giovani che vivono, studiano e lavorano in Europa. Incoraggia inoltre la partecipazione dei giovani alla vita democratica in Europa, in particolare mediante il dialogo dell'UE con i giovani e altre iniziative intese a coinvolgere i giovani nel processo di definizione delle politiche. Il Portale europeo per i giovani offre anche informazioni dirette ad altri portatori di interessi impegnati nel campo della gioventù, è disponibile in 28 lingue ed è accessibile all'indirizzo https://europa.eu/youth/EU_it.

Iniziativa Riguardante la Carta Europea dello Studente

L'iniziativa riguardante la carta europea dello studente mira a semplificare la mobilità ai fini dell'apprendimento e della formazione digitalizzando tutte le principali componenti necessarie per organizzare la mobilità degli studenti, dalla comunicazione di informazioni ai processi di candidatura e di inserimento nella comunità ospitante durante il soggiorno all'estero. Nel contesto di questa iniziativa, l'applicazione mobile Erasmus+ e la rete "Erasmus without Paper" sono ora disponibili per gli istituti di istruzione superiore e gli studenti, e saranno ulteriormente potenziate con l'aggiunta di nuovi servizi e funzionalità per gli utenti.

L'applicazione mobile Erasmus+ offre agli studenti un unico punto di accesso online a tutte le informazioni e a tutti i servizi necessari prima, durante e dopo gli scambi all'estero. Tale applicazione include anche informazioni sulla partecipazione al programma di discenti di altri settori. L'applicazione può essere scaricata tramite l'App store e Google Play. Per maggiori informazioni, consultare la pagina erasmusapp.eu.

La rete "Erasmus without Paper" consente agli istituti di istruzione superiore di collegarsi a un canale di comunicazione centrale per scambiare dati sulla mobilità degli studenti in modo sicuro e semplice, il che favorisce una gestione della mobilità interamente digitalizzata, che prevede contratti di apprendimento online e accordi interistituzionali in formato digitale. Gli istituti di istruzione superiore che desiderano collegarsi alla rete "Erasmus without Paper" possono trovare tutte le informazioni sulle modalità di accesso, le linee guida e i tutorial visitando il sito del centro di competenza Erasmus without Paper, all'indirizzo https://cc.erasmuswithoutpaper.eu.

Reti di conoscenza e di esperti

Rete Eurydice

La rete Eurydice si concentra principalmente sul modo in cui è strutturata e organizzata l'istruzione in Europa a tutti i livelli e contribuisce a migliorare la comprensione reciproca dei vari sistemi europei. Fornisce ai responsabili dei sistemi e delle politiche di istruzione in Europa analisi comparative a livello europeo e informazioni nazionali specifiche nel campo dell'istruzione e della gioventù, che li aiuteranno nel processo decisionale.

La rete Eurydice produce un'ampia gamma di fonti di informazioni, tra cui descrizioni dettagliate e panoramiche generali dei sistemi di istruzione nazionali (National Education systems and Policies), relazioni tematiche comparative su specifiche questioni di interesse comunitario (Thematic Reports), indicatori e statistiche (Key Data Series), una serie di fatti e cifre relativi all'istruzione, ad esempio le strutture di istruzione nazionali, i calendari scolastici, tabelle comparative degli stipendi degli insegnanti e del tempo d'insegnamento obbligatorio per ciascun paese nonché del livello di istruzione richiesto (Facts and Figures).

È costituita da un'unità centrale di coordinamento che opera presso l'Agenzia esecutiva e da unità nazionali situate in tutti gli Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e in Albania, Bosnia-Erzegovina e Montenegro. 

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito web dell'Agenzia esecutiva https://eacea.ec.europa.eu/homepage.

Rete Nazionale di Corrispondenti Youth Wiki

In linea con la strategia dell'UE per la gioventù e con l'obiettivo di migliorare la conoscenza delle tematiche giovanili in Europa, alle strutture nazionali viene concesso un contributo finanziario alla Youth Wiki, uno strumento interattivo che fornisce informazioni sulla situazione dei giovani in Europa e sulle politiche nazionali per la gioventù in un formato coerente, aggiornato e fruibile.

Il sostegno finanziario viene erogato agli organismi designati dalle autorità nazionali, e situati in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma, per le azioni da essi svolte allo scopo di produrre informazioni specifiche sul paese e descrizioni e indicatori nazionali comparabili in grado di contribuire ad una migliore comprensione reciproca dei sistemi e delle politiche per la gioventù in Europa.

Rete di Esperti per la Riforma Dell'istruzione Superiore (HERE)

Nei paesi terzi non associati al programma interessati, le reti nazionali di esperti per la riforma dell'istruzione superiore forniscono alle autorità locali e ai portatori di interessi un gruppo di esperti per promuovere le riforme e migliorare i progressi nell'istruzione superiore, e partecipano allo sviluppo delle politiche in materia di istruzione superiore nei rispettivi paesi. Le attività degli HERE sono basate su contatti tra pari. Ogni rete nazionale è formata da un minimo di cinque fino a un massimo di quindici membri. Gli HERE sono esperti nel campo dell'istruzione superiore: rettori, vicerettori, presidi, accademici di alto livello, funzionari delle relazioni internazionali, studenti ecc.

La missione degli HERE include il sostegno:

  • allo sviluppo di politiche nei rispettivi paesi, sostenendo la modernizzazione, i processi e le strategie di riforma nell'istruzione superiore, a stretto contatto con le autorità locali interessate;
  • al dialogo strategico con l'UE nel campo dell'istruzione superiore;
  • alle attività di formazione e consulenza dirette ai portatori di interessi locali, in particolare agli istituti d'istruzione superiore e al loro personale;
  • ai progetti Erasmus+ (in particolare quelli attuati nell'ambito dell'azione di sviluppo delle capacità), mediante la diffusione dei risultati, soprattutto le buone pratiche e le iniziative innovative, e il relativo impiego a scopi formativi.

Gruppi Nazionali di sostegno all'attuazione degli strumenti dell'UE per l'ifp

Lo scopo dei gruppi nazionali di esperti dell'IFP è fornire un bacino di competenze che promuova l'utilizzo degli strumenti dell'UE per l'IFP e dei relativi principi nei progetti finanziati dall'UE e sostenuti dal programma Erasmus+. Gli strumenti dell'UE per l'IFP pertinenti sono stabiliti nei documenti strategici dell'UE in materia di IFP come il quadro europeo per apprendistati efficaci e di qualità e la raccomandazione del Consiglio sull'IFP (come il quadro EQAVET, i profili chiave a livello dell'UE, il monitoraggio dei percorsi di carriera dei laureati e diplomati e altri). Gli esperti dovrebbero in particolare fornire sostegno ai beneficiari dei progetti finanziati dall'UE e sostenuti dal programma Erasmus+ affinché utilizzino nei loro progetti tali strumenti.

Rete dei Punti Nazionali di Riferimento EQAVET

Istituiti dalle autorità nazionali, i punti nazionali di riferimento EQAVET riuniscono gli enti pertinenti che coinvolgono le parti sociali e i portatori di interessi a livello nazionale e regionale per contribuire all'attuazione del quadro europeo di riferimento per la garanzia della qualità dell'istruzione e formazione professionale definito nella raccomandazione del Consiglio relativa all'istruzione e formazione professionale (IFP) per la competitività sostenibile, l'equità sociale e la resilienza2 .

Gli scopi dei punti nazionali di riferimento EQAVET sono: 1) adottare iniziative concrete per attuare e sviluppare ulteriormente il quadro di riferimento EQAVET, 2) informare e mobilitare un'ampia gamma di portatori d'interessi affinché contribuiscano all'attuazione del quadro di riferimento EQAVET, 3) sostenere l'autovalutazione come efficace strumento complementare di garanzia della qualità, 4) fornire una descrizione aggiornata delle disposizioni nazionali/regionali in materia di garanzia della qualità basate sul quadro di riferimento EQAVET e 5) partecipare attivamente alle valutazioni inter pares, a livello dell'UE, per la garanzia della qualità dell'IFP.

EQF, Europass e Euroguidance - Centri nazionali

Per ogni paese queste tre reti di centri nazionali sono sostenute mediante una o più convenzioni di sovvenzione.

Punti nazionali di coordinamento del quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Designati dalle autorità nazionali, i punti nazionali di coordinamento dell'EQF sostengono le reti di centri nazionali per quanto riguarda gli aspetti seguenti:

  • lo sviluppo, l'attuazione e la revisione dei quadri nazionali delle qualifiche e la loro corrispondenza con l'EQF;
  • la revisione e l'aggiornamento, se pertinente, della corrispondenza dei livelli dei quadri nazionali delle qualifiche o dei sistemi nazionali ai livelli dell'EQF.

I punti nazionali di coordinamento dell'EQF avvicinano questo strumento alle persone e alle organizzazioni:

  • offrendo sostegno affinché i livelli appropriati dell'EQF siano inseriti nei certificati, nei diplomi e nei loro supplementi, in altri documenti relativi alle qualifiche e nelle banche dati delle qualifiche;
  • elaborando registri delle qualifiche o banche dati che contengono le qualifiche incluse nei quadri nazionali delle qualifiche e pubblicandoli sulla piattaforma Europass.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina: https://europa.eu/europass/it/implementation-european-qualifications-framework-eqf.

Centri Nazionali Europass

La funzionalità principale di Europass è una piattaforma online che fornisce alle persone fisiche e alle organizzazioni strumenti interattivi e informazioni sulle opportunità di apprendimento, sui quadri delle qualifiche e sulle qualifiche; la piattaforma offre anche informazioni relative all'orientamento e alle competenze, propone strumenti di autovalutazione e la documentazione riguardante le competenze e le qualifiche, e permette di restare aggiornati circa le opportunità di apprendimento e di lavoro.  Per ottenere tutto ciò è essenziale il lavoro a livello nazionale eseguito da enti designati dalle autorità nazionali. In particolare, tali enti:

  • condividono le informazioni nazionali con la piattaforma UE, cioè assicurano l'interconnessione tra la piattaforma UE e le fonti di dati nazionali per le opportunità di apprendimento e le banche dati o i registri nazionali delle qualifiche;
  • promuovono l'uso dei servizi forniti dalla piattaforma UE;
  • fungono da collegamento con tutti i portatori di interessi a livello nazionale.

Rete Euroguidance

Euroguidance è una rete europea di risorse e centri di informazione nazionali, designati dalle autorità nazionali. Tutti i centri Euroguidance perseguono i seguenti obiettivi comuni:

  • la cooperazione e il sostegno a livello dell'Unione per rafforzare le politiche, i sistemi e le pratiche di orientamento nell'Unione (sviluppo della dimensione europea dell'orientamento permanente); 
  • il sostegno allo sviluppo delle competenze dei professionisti dell'orientamento; 
  • la diffusione di informazioni di qualità sull'orientamento permanente;
  • la promozione delle opportunità europee di mobilità a fini di apprendimento e della gestione della carriera (attraverso la piattaforma Europass).

Il principale gruppo di destinatari di Euroguidance è rappresentato dai professionisti dell'orientamento e dai decisori politici attivi nei settori dell'istruzione e dell'occupazione.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina: https://euroguidance.eu.