Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Questa pagina web non riprende ancora il contenuto della guida del programma Erasmus+ 2023.

Tuttavia è possibile scaricare la guida integrale per il 2023 nella lingua prescelta in formato PDF tramite il pulsante "Download" sul lato destro della pagina.

Azione Chiave 1: Mobilità Individuale a fini di Apprendimento

Le azioni sostenute nell'ambito di questa azione chiave dovrebbero determinare effetti positivi e durevoli per i partecipanti e per le organizzazioni partecipanti coinvolti, nonché per i sistemi delle politiche in cui queste attività sono inserite.

Per quanto riguarda gli alunni, gli studenti, i tirocinanti, gli apprendisti, i discenti adulti e i giovani, le attività di mobilità sostenute nell'ambito di questa azione chiave mirano al conseguimento di uno o più dei seguenti risultati:

  • miglioramento della performance di apprendimento;
  • rafforzamento dell'occupabilità e miglioramento delle prospettive di carriera;
  • aumento del senso di iniziativa e dell'imprenditorialità;
  • aumento dell'emancipazione e dell'autostima;
  • miglioramento delle competenze digitali e nelle lingue straniere;
  • potenziamento della consapevolezza interculturale;
  • partecipazione più attiva alla società;
  • potenziamento dell'interazione positiva con persone provenienti da contesti diversi;
  • miglioramento della consapevolezza del progetto europeo e dei valori dell'UE;
  • maggiore motivazione a prendere parte, in futuro, ad attività di istruzione o formazione (formale/non formale) dopo il periodo di mobilità all'estero.

Per quanto riguarda il personale, gli animatori socioeducativi e i professionisti coinvolti nei settori dell'istruzione, della formazione e della gioventù, si prevede che le attività di mobilità produrranno uno o più dei seguenti risultati:

  • miglioramento delle competenze, in relazione ai profili occupazionali (istruzione, formazione, animazione socioeducativa ecc.);
  • migliore comprensione delle pratiche, delle politiche e dei sistemi di istruzione, formazione e animazione socioeducativa tra un paese e l'altro;
  • miglioramento della capacità di determinare cambiamenti in termini di modernizzazione e apertura internazionale all'interno delle loro organizzazioni nel settore dell'istruzione;
  • migliore comprensione delle interconnessioni tra l'istruzione formale e non formale e tra la formazione professionale e il mercato del lavoro;
  • migliore qualità del loro lavoro e delle attività a favore degli studenti, dei tirocinanti, degli apprendisti, degli alunni, dei discenti adulti e dei giovani;
  • maggiore comprensione e maggiore sensibilità alla diversità, sia essa di tipo sociale, etnico, linguistico, di genere, culturale o relativa alle capacità personali;
  • miglioramento della capacità di rispondere ai bisogni delle persone con minori opportunità;
  • miglioramento del sostegno alle attività di mobilità ai fini dell'apprendimento e della loro promozione;
  • miglioramento delle opportunità di sviluppo professionale e di carriera;
  • miglioramento delle competenze digitali e nelle lingue straniere;
  • miglioramento della motivazione e della soddisfazione nel loro lavoro quotidiano.

Le attività sostenute nell'ambito di questa azione dovrebbero produrre anche uno o più dei seguenti risultati riguardanti le organizzazioni partecipanti:

  • aumento delle capacità di operare a livello UE/internazionale: miglioramento delle competenze di gestione e delle strategie di internazionalizzazione; cooperazione rafforzata con i partner di altri paesi; aumento delle risorse finanziarie (diverse dai fondi UE) assegnate ai progetti europei/internazionali; miglioramento della qualità della preparazione, dell'attuazione, del monitoraggio e del follow-up dei progetti UE/internazionali;
  • perfezionamento e miglioramento del modo di trattare i gruppi destinatari, fornendo, ad esempio: programmi più invitanti per studenti, tirocinanti, apprendisti e giovani in linea con le loro necessità e aspettative; miglioramento delle qualifiche dei docenti e dei formatori; processi perfezionati di riconoscimento e convalida delle competenze acquisite durante periodi di apprendimento all'estero; attività più efficaci a vantaggio delle comunità locali, miglioramento dei metodi e delle pratiche di animazione socioeducativa per coinvolgere attivamente i giovani e/o rivolgersi ai gruppi svantaggiati ecc.;
  • ambiente più moderno, dinamico, impegnato e professionale all'interno dell'organizzazione: disponibilità a integrare le buone pratiche e nuovi metodi nelle attività quotidiane; apertura alle sinergie con le organizzazioni attive in diversi ambiti sociali, dell'istruzione e dell'occupazione; pianificazione strategica dello sviluppo professionale del proprio personale in relazione alle necessità individuali e agli obiettivi dell'organizzazione; eventualmente, mantenimento di una comunicazione, di un trasferimento delle conoscenze e di una diffusione dei miglioramenti capaci di attrarre studenti e personale accademico eccellenti da tutto il mondo.

Nel lungo periodo l'effetto combinato di diverse migliaia di progetti sostenuti nell'ambito di questa azione chiave dovrebbe incidere sui sistemi di istruzione, formazione e gioventù nei paesi partecipanti al programma, stimolando riforme e catalizzando nuove risorse per le opportunità di mobilità in Europa e altrove.

A tale riguardo, nel 2023 il programma continuerà inoltre a essere mobilitato per attenuare le conseguenze, dal punto di vista socioeconomico ed educativo, dell'invasione russa dell'Ucraina sostenendo progetti di mobilità che facilitino l'integrazione delle persone in fuga dalla guerra in Ucraina.