Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport

Questa pagina web non riprende ancora il contenuto della guida del programma Erasmus+ 2022. Tuttavia è possibile scaricare la guida integrale per il 2022 nella lingua prescelta in formato PDF tramite il pulsante "Download" sul lato destro della pagina.

Partenariati su scala ridotta

I partenariati su scala ridotta hanno l'obiettivo di ampliare le possibilità di accesso al programma dei piccoli operatori e degli individui difficili da raggiungere nei campi dell'istruzione scolastica, dell'istruzione degli adulti, dell'istruzione e formazione professionale, della gioventù e dello sport. Caratterizzata da importi minori delle sovvenzioni concesse alle organizzazioni, da una durata inferiore e da requisiti amministrativi più semplici rispetto ai partenariati di cooperazione, questa azione mira a raggiungere le organizzazioni di base, i nuovi partecipanti al programma e le organizzazioni meno esperte, nella prospettiva di ridurre le barriere all'accesso al programma per le organizzazioni dotate di minor capacità organizzativa. Questa azione sosterrà anche tipologie flessibili (che combinano attività a carattere transnazionale e nazionale ma con dimensione europea) permettendo alle organizzazioni di avere più mezzi per raggiungere le persone con minori opportunità. I partenariati su scala ridotta possono anche contribuire alla creazione e allo sviluppo di reti transnazionali e alla promozione di sinergie con e tra le politiche locali, regionali, nazionali e internazionali.

OBIETTIVI DELL'AZIONE

  • Attirare nuovi partecipanti, organizzazioni meno esperte e piccoli operatori e ampliare il loro accesso al programma. Questi partenariati dovrebbero rappresentare il primo passo delle organizzazioni verso la cooperazione a livello europeo.
  • Sostenere l'inclusione di gruppi destinatari con minori opportunità.
  • Sostenere la cittadinanza attiva europea e portare la dimensione europea a livello locale.

Anche per i partenariati su scala ridotta valgono gli obiettivi principali dei partenariati di cooperazione, proporzionalmente alla portata e al volume di ciascun progetto.

  • Aumentare la qualità del lavoro e delle pratiche delle organizzazioni e delle istituzioni coinvolte, aprendosi a nuovi operatori che normalmente non rientrano in un settore.
  • Sviluppare la capacità delle organizzazioni di lavorare a livello transnazionale e intersettoriale.
  • Rispondere alle necessità e alle priorità comuni nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.
  • Rendere possibile la trasformazione e il cambiamento (a livello individuale, organizzativo o settoriale) in quanto veicoli di miglioramento, proporzionalmente al contesto di ogni organizzazione.

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

QUALI SONO I CRITERI CHE DEVONO ESSERE SODDISFATTI PER LA CANDIDATURA DI UN PARTENARIATO SU SCALA RIDOTTA?

I partenariati su scala ridotta devono rispettare i criteri indicati di seguito per poter beneficiare di una sovvenzione Erasmus+.

CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

Chi può fare domanda?

Può candidarsi qualsiasi organizzazione partecipante stabilita in un paese aderente al programma. Tale organizzazione presenta la domanda per conto di tutte le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto.

Quale tipo di organizzazione può partecipare al progetto?

A un partenariato su scala ridotta può partecipare qualsiasi organizzazione pubblica o privata[1] stabilita in uno dei paesi aderenti al programma (cfr. la sezione "Paesi ammissibili" nella parte A della presente guida).

Indipendentemente dall'ambito di intervento del progetto, i partenariati su scala ridotta sono aperti a qualsiasi tipo di organizzazione attiva nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù, dello sport o in altri settori socioeconomici e sono aperti anche a organizzazioni che svolgono attività trasversali a diversi campi (ad esempio enti locali, regionali e nazionali, centri di riconoscimento e certificazione, camere di commercio, organizzazioni professionali, centri di orientamento, organizzazioni culturali).

A seconda della priorità e degli obiettivi del progetto, i partenariati su scala ridotta dovrebbero coinvolgere un'ampia gamma di partner idonei in modo da trarre vantaggio da una varietà di esperienze, profili e competenze specifiche.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

Un partenariato su scala ridotta è transnazionale e coinvolge almeno due organizzazioni di due diversi paesi aderenti al programma.

Non esiste un numero massimo di organizzazioni partecipanti a un partenariato.

Tutte le organizzazioni partecipanti devono essere identificate al momento della presentazione di una domanda di sovvenzione.

Priorità da affrontare

Per essere presi in considerazione per il finanziamento, i partenariati su scala ridotta devono occuparsi:

  • almeno di una priorità orizzontale,

e/o

 

  • almeno di una priorità specifica pertinente al campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport sulla quale vi sarà un maggiore impatto.

Per i progetti nel campo dell'istruzione e formazione professionale, dell'istruzione scolastica, dell'istruzione degli adulti e della gioventù gestiti dalle agenzie nazionali Erasmus+ a livello decentrato, le agenzie nazionali possono, tra queste priorità, dare maggiore considerazione a quelle che sono particolarmente pertinenti al loro contesto nazionale (le cosiddette "priorità europee nel contesto nazionale"). Le agenzie nazionali devono debitamente informare i potenziali richiedenti attraverso i propri siti web ufficiali.

Sede (o sedi) dell'attività

Tutte le attività di un partenariato su scala ridotta devono essere svolte nei paesi delle organizzazioni che partecipano al progetto.

Inoltre, se debitamente giustificato rispetto agli obiettivi o all'attuazione del progetto, le attività possono anche aver luogo presso la sede di un'istituzione dell'Unione europea[2], anche se nel progetto non vi sono organizzazioni partecipanti del paese in cui l'istituzione ha sede.

Durata del progetto

Tra 6 e 24 mesi.

La durata deve essere stabilita nella fase di presentazione delle candidature, in base agli obiettivi del progetto e al tipo di attività pianificate nel tempo.

In casi eccezionali la durata di un partenariato su scala ridotta può essere estesa, su richiesta del beneficiario e con l'accordo dell'agenzia nazionale o dell'Agenzia esecutiva. In tal caso la sovvenzione totale non cambierà.

Dove fare domanda?

Per i partenariati su scala ridotta nel campo dell'istruzione e formazione professionale, dell'istruzione scolastica, dell'istruzione degli adulti e della gioventù presentati da qualsiasi organizzazione attiva in detti ambiti:

  • presso l'agenzia nazionale del paese in cui è stabilita l'organizzazione richiedente.

Per i partenariati su scala ridotta nel campo dello sport.

  • presso l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura con sede a Bruxelles.

Codice identificativo dell'invito: ERASMUS-SPORT-2021-SSCP

In entrambi i casi un consorzio di partner può presentare soltanto una candidatura a un'unica agenzia per termine di candidatura[3].

Quando fare domanda?

Per i partenariati su scala ridotta nel campo dell'istruzione e formazione professionale, dell'istruzione scolastica, dell'istruzione degli adulti e della gioventù presentati da qualsiasi organizzazione attiva in detti ambiti:

  • i richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione:
  • entro il 20 maggio alle 12:00:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1º novembre dello stesso anno e il 28 febbraio dell'anno successivo
  • entro il 3 novembre alle 12:00:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano tra il 1º marzo e il 31 maggio dell'anno successivo

Per i partenariati su scala ridotta nel campo dello sport.

i richiedenti devono presentare la loro domanda di sovvenzione entro il 20 maggio 2021 alle 17:00:00

MESSA A PUNTO DI UN PROGETTO

Un progetto di partenariato su scala ridotta si compone di quattro fasi che iniziano ancor prima che la proposta di progetto sia selezionata per il finanziamento: pianificazione, preparazione, attuazione e follow-up. Le organizzazioni partecipanti e i singoli partecipanti coinvolti nelle attività dovrebbero assumere un ruolo attivo in tutte queste fasi, migliorando così la loro esperienza di apprendimento.

  • Pianificazione (definire le necessità, gli obiettivi, i risultati del progetto e dell'apprendimento, le tipologie di attività, il calendario ecc.).
  • Preparazione (pianificazione delle attività, sviluppo del programma di lavoro, organizzazione pratica, conferma del gruppo o dei gruppi destinatari delle attività previste, definizione di accordi con i partner ecc.).
  • Attuazione delle attività.
  • Follow-up (valutazione delle attività e del loro impatto a diversi livelli, condivisione e utilizzo dei risultati del progetto).

Per i partenariati su scala ridotta nel campo dello sport, si raccomanda di includere nelle proposte almeno un club sportivo locale o regionale.

Aspetti orizzontali da considerare nell'elaborazione del progetto

Oltre al rispetto dei criteri formali e alla definizione di un accordo di cooperazione sostenibile con tutti i partner di progetto, i seguenti elementi possono contribuire ad aumentare l'impatto e la qualità dell'attuazione dei partenariati di cooperazione. I richiedenti sono incoraggiati a tenere conto di queste opportunità e di queste dimensioni durante l'elaborazione dei loro progetti di partenariato su scala ridotta.

Sostenibilità ambientale

I progetti dovrebbero essere elaborati in modo ecocompatibile e dovrebbero includere pratiche ecologiche in tutte le loro sfaccettature. Nell'elaborare il progetto, le organizzazioni e i partecipanti dovrebbero adottare un approccio rispettoso dell'ambiente che incoraggi tutti coloro che sono coinvolti nel progetto a discutere di temi ambientali e ad ampliare le proprie conoscenze in materia, riflettendo su ciò che può essere fatto a diversi livelli e aiutando le organizzazioni e i partecipanti a trovare modi alternativi e più ecologici per realizzare le attività del progetto.

Inclusione e diversità

Il programma Erasmus+ intende promuovere le pari opportunità e la parità di accesso, l'inclusione e l'equità in tutte le sue azioni. Per attuare questi principi è stata elaborata una strategia di inclusione e diversità volta a migliorare la capacità di raggiungere partecipanti di diverse estrazioni, in particolare quelli con minori opportunità, che possono incontrare ostacoli alla partecipazione ai progetti europei. Le organizzazioni dovrebbero elaborare nel loro progetto attività accessibili e inclusive, tenendo conto dei punti di vista dei partecipanti con minori opportunità e coinvolgendoli nelle decisioni durante l'intero processo.

Dimensione digitale

La cooperazione e la sperimentazione virtuali e le opportunità di apprendimento virtuale e misto sono la chiave per il successo dei partenariati di cooperazione su scala ridotta. In particolare, nell'ambito dei progetti nel campo dell'istruzione scolastica e dell'istruzione degli adulti è fortemente incoraggiato l'uso di piattaforme quali eTwinning, il portale School Education Gateway ed EPALE per mantenere la collaborazione prima, durante e dopo le attività, nell'ambito dei progetti nel campo della gioventù è invece fortemente incoraggiato l'uso del Portale europeo per i giovani e della piattaforma della strategia dell'UE per la gioventù.

CRITERI DI AGGIUDICAZIONE

Pertinenza del progetto

(punteggio massimo 30 punti)

La misura in cui:

  • la proposta di progetto è pertinente agli obiettivi e alle priorità dell'azione. Inoltre la proposta sarà considerata altamente pertinente se:
    • affronta la priorità "inclusione e diversità";
    • nel caso di progetti gestiti dalle agenzie nazionali Erasmus+ a livello decentrato: affronta una o più delle "priorità europee nel contesto nazionale", indicate dall'agenzia nazionale;
  • il profilo, l'esperienza e le attività delle organizzazioni partecipanti sono pertinenti al campo oggetto della domanda;
  • la proposta fornisce valore aggiunto a livello dell'UE sviluppando la capacità delle organizzazioni di impegnarsi nella cooperazione e nella creazione di reti a livello transfrontaliero.

Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto (punteggio massimo 30 punti)

La misura in cui:

  • gli obiettivi del progetto sono chiaramente definiti, sono realistici e rispondono ai bisogni e alle finalità delle organizzazioni partecipanti nonché dei loro gruppi destinatari;
  • le attività sono concepite in modo accessibile e inclusivo e sono aperte a partecipanti con minori opportunità;
  • la metodologia proposta è chiara, adeguata e fattibile:
    • il piano di lavoro del progetto è chiaro, completo ed efficace e comprende fasi di preparazione, attuazione e condivisione dei risultati adeguate;
    • il progetto è efficace dal punto di vista dei costi e assegna risorse adeguate a ciascuna attività;
  • il progetto prevede l'uso di strumenti e metodi di apprendimento digitali a integrazione delle attività di mobilità fisica e per migliorare la cooperazione con le organizzazioni partner;
    • Se applicabile: il progetto prevede l'utilizzo delle piattaforme online Erasmus+ (eTwinning, EPALE, portale School Education Gateway, Portale europeo per i giovani, piattaforma della strategia dell'UE per la gioventù ecc.) quali strumenti per la preparazione, l'attuazione e il follow-up delle attività del progetto;
  • i progetti sono elaborati in modo ecocompatibile e includono pratiche ecologiche nelle diverse fasi.

Qualità del partenariato e degli accordi di cooperazione (punteggio massimo 20 punti)

La misura in cui:

  • il progetto prevede una combinazione di organizzazioni partecipanti adeguata in termini di profilo;
  • il progetto coinvolge nell'azione nuovi partecipanti e organizzazioni meno esperte;
  • la distribuzione dei compiti proposta dimostra l'impegno e il contributo attivo di tutte le organizzazioni partecipanti;
  • la proposta prevede meccanismi efficaci per il coordinamento e la comunicazione tra le organizzazioni partecipanti;

Impatto

(punteggio massimo 20 punti)

La misura in cui:

  • la proposta di progetto comprende misure concrete e logiche per integrare i risultati del progetto nell'operato ordinario dall'organizzazione partecipante;
  • il progetto può potenzialmente avere un impatto positivo sui singoli partecipanti, sulle organizzazioni partecipanti e sulla comunità in generale;
  • la proposta di progetto comprende modi adeguati per valutare i risultati del progetto;
  • la proposta di progetto comprende misure concrete ed efficaci per far conoscere i risultati del progetto all'interno delle organizzazioni partecipanti, per condividere i risultati con altre organizzazioni e con il pubblico e per riconoscere pubblicamente il finanziamento dell'Unione Europea.

Per essere prese in considerazione per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti. Inoltre devono ottenere almeno la metà del punteggio massimo in ciascuna delle categorie dei criteri di aggiudicazione summenzionate (cioè minimo 15 punti per le categorie "Pertinenza del progetto" e "Qualità dell'elaborazione e dell'attuazione del progetto"; 10 punti per le categorie "Qualità del gruppo incaricato del progetto e degli accordi di cooperazione" e "Impatto").

Per i partenariati su scala ridotta gestiti dall'Agenzia esecutiva, nei casi ex aequo, sarà data priorità ai punteggi più alti per i criteri (in ordine di importanza) "Pertinenza del progetto" e "Impatto".

QUALI SONO LE NORME DI FINANZIAMENTO?

Il modello di finanziamento proposto consiste di due importi forfettari possibili, corrispondenti all'importo totale della sovvenzione per il progetto. I richiedenti sceglieranno tra i due importi predefiniti in base alle attività che desiderano intraprendere e ai risultati che intendono ottenere.

Importi forfettari distinti:

30 000 EUR

60 000 EUR

REQUISITI

I partenariati su scala ridotta sono uno strumento per l'inclusione e l'accesso al programma dei nuovi partecipanti e delle organizzazioni meno esperte, pertanto le informazioni da fornire per richiedere una sovvenzione nell'ambito di questa azione saranno semplici, pur garantendo il rispetto delle norme del regolamento finanziario dell'UE. La descrizione del progetto deve quindi includere:

  • obiettivi
  • attività proposte
  • risultati previsti

Questi tre elementi devono essere chiaramente collegati tra loro e presentati in modo coerente. Nelle domande deve essere inserito anche un calendario generale del progetto con la data prevista per il completamento delle tappe intermedie principali.

I richiedenti dovrebbero fornire informazioni sufficienti sul piano di bilancio affinché i valutatori possano valutare l'adeguatezza delle attività e la loro reciproca coerenza.

Il bilancio del progetto deve elencare le attività pianificate e indicare la quota di sovvenzione assegnata a ciascuna di esse.

 

Pagamento della sovvenzione

La condizione per il pieno pagamento della sovvenzione è il completamento di tutte le attività secondo i criteri di qualità descritti nella domanda. Nel caso in cui una o più attività non siano completate, siano completate solo in modo parziale o siano giudicate insoddisfacenti nella valutazione della qualità, l'importo della sovvenzione potrà essere ridotto di conseguenza.

  1. Ai fini di questa azione, i gruppi informali di giovani non sono considerati un'organizzazione, e quindi non possono partecipare (né come candidati né come partner).

  2. Le sedi delle istituzioni dell'Unione europea sono Bruxelles, Francoforte, Lussemburgo, Strasburgo e L'Aia.

  3. Questo per quanto riguarda sia le agenzie nazionali Erasmus+ sia l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA) con sede a Bruxelles.