Skip to main content

Erasmus+

EU programme for education, training, youth and sport
Search the guide

Questa pagina web non riprende ancora il contenuto della guida del programma Erasmus+ 2023.

Tuttavia è possibile scaricare la guida integrale per il 2023 nella lingua prescelta in formato PDF tramite il pulsante "Download" sul lato destro della pagina.

Progetto di mobilità per gli studenti e per il personale dell'istruzione superiore

Tale azione di mobilità nel campo dell'istruzione superiore sostiene la mobilità fisica e mista degli studenti dell'istruzione superiore in qualsiasi indirizzo e ciclo di studi (ciclo breve, laurea di primo livello, laurea magistrale, dottorato). Gli studenti possono studiare all'estero presso un istituto d'istruzione superiore partner o svolgere un tirocinio all'estero in un'impresa, un istituto di ricerca, un laboratorio, un'organizzazione o qualsiasi altro posto di lavoro pertinente. Gli studenti possono anche combinare un periodo di studio all'estero con un tirocinio, migliorando ulteriormente i risultati dell'apprendimento e lo sviluppo di competenze trasversali. Sebbene la mobilità fisica a lungo termine sia fortemente incoraggiata, tale azione riconosce la necessità di rendere la durata della mobilità fisica più flessibile al fine di garantire che il programma sia accessibile agli studenti provenienti da qualsiasi tipo di contesto, ambiente e indirizzo di studi.

Tale azione permette altresì al personale docente e amministrativo dell'istruzione superiore di partecipare ad attività di sviluppo professionale all'estero, nonché al personale proveniente dal mondo del lavoro di insegnare e formare gli studenti o il personale degli istituti d'istruzione superiore. Le attività in questione possono consistere in periodi di insegnamento così come di formazione (ad esempio, affiancamento lavorativo, periodi di osservazione, corsi di formazione).

Inoltre tale azione sostiene i programmi intensivi misti, consentendo a gruppi di istituti di istruzione superiore di sviluppare congiuntamente programmi di mobilità mista e attività per gli studenti, nonché per il personale accademico e amministrativo.

Obiettivi dell'azione

L'obiettivo di tale azione è contribuire alla creazione di uno spazio europeo dell'istruzione di portata globale e rafforzare il legame tra istruzione e ricerca.

L'azione mira a promuovere le possibilità di impiego, l'inclusione sociale, l'impegno civico, l'innovazione e la sostenibilità ambientale in Europa e altrove, offrendo agli studenti di tutti gli indirizzi e di tutti i cicli di studi la possibilità di studiare o di formarsi all'estero nel quadro dei loro studi. Obiettivi perseguiti:

  • entrare in contatto con punti di vista, conoscenze, metodi di insegnamento e di ricerca diversi, nonché con diverse pratiche lavorative nel loro indirizzo di studi nei contesti europeo e internazionale;
  • sviluppare le proprie competenze trasversali come le competenze comunicative, le competenze linguistiche, il pensiero critico, la risoluzione dei problemi, le competenze interculturali e di ricerca;
  • sviluppare competenze orientate al futuro, come le competenze digitali e verdi, che permetteranno loro di affrontare le sfide attuali e future;
  • coltivare il proprio sviluppo personale, come la capacità di adattarsi a nuove situazioni e la fiducia in sé stessi.

Altro obiettivo è permettere a tutto il personale, compreso quello d'impresa, di insegnare o di seguire corsi di formazione all'estero come parte del proprio sviluppo professionale, al fine di:

  • condividere il proprio know-how; 
  • sperimentare nuovi ambienti di insegnamento;
  • acquisire competenze nuove e innovative a livello pedagogico e per la concezione di programmi di studio nonché competenze digitali;
  • entrare in contatto con i propri pari all'estero al fine di sviluppare attività comuni per il raggiungimento degli obiettivi del programma;
  • scambiare buone pratiche e migliorare la cooperazione tra gli istituti d'istruzione superiore;
  • preparare meglio gli studenti al mondo del lavoro.

Ultimo obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo di programmi di studio transnazionali e transdisciplinari, nonché di metodi innovativi di apprendimento e di insegnamento, tra cui la collaborazione online, l'apprendimento basato sulla ricerca e gli approcci basati sulle sfide, al fine di affrontare le sfide della società.

Come accedere alle opportunità di mobilità Erasmus+ per l'istruzione superiore?

Accreditamento delle singole organizzazioni - la Carta Erasmus per l'istruzione superiore

Gli istituti di istruzione superiore (IIS) devono essere titolari di una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS)1  prima di presentare domanda per un progetto di mobilità all'agenzia nazionale Erasmus+ di appartenenza. Firmando la carta Erasmus per l'istruzione superiore, gli istituti d'istruzione superiore si impegnano a fornire ai partecipanti alla mobilità tutto il sostegno necessario, compresa la preparazione linguistica. A tal fine viene loro proposto un sostegno linguistico online nel quadro di tutte le attività di mobilità. La Commissione europea mette questo sostegno a disposizione di tutti i partecipanti ammissibili affinché possano migliorare le loro competenze nelle lingue straniere prima e/o durante la mobilità.

Tra gli altri principi della CEIS vi è l'obbligo per l'IIS partecipante di attuare la mobilità ai fini di studio e insegnamento unicamente nel quadro di accordi precedenti tra istituti e di selezionare i potenziali partecipanti e assegnare le borse di mobilità in modo equo, trasparente, coerente e documentato, nel rispetto delle disposizioni della sua convenzione di sovvenzione con l'agenzia nazionale. Dovrebbe inoltre garantire tali procedure eque e trasparenti in tutte le fasi della mobilità e nel processo di risposta alle domande o ai reclami dei partecipanti. L'istituto deve garantire che in caso di mobilità dei crediti non siano applicate tasse scolastiche, di immatricolazione, di esame o di accesso a laboratori e biblioteche agli studenti in mobilità in entrata. Dopo la mobilità, l'istituto deve inoltre garantire il pieno e automatico riconoscimento dei risultati conseguiti durante il periodo di apprendimento all'estero.

La CEIS è integrata dalle rispettive linee guida2 , un documento che aiuta gli istituti di istruzione superiore ad attuare i principi della carta. Gli istituti di istruzione superiore sono tenuti a rispettare la carta Erasmus per l'istruzione superiore e le relative linee guida quando attuano tutte le azioni che richiedono questo accreditamento. A tal fine, gli istituti di istruzione superiore hanno a disposizione un'autovalutazione CEIS3  che li coadiuva nella valutazione dei loro risultati quanto all'attuazione dei principi della CEIS e nell'individuazione degli ambiti da rafforzare, oltre a offrire loro suggerimenti su come apportare ulteriori miglioramenti.

Gli istituti di istruzione superiore di paesi terzi non associati al programma non sono ammissibili alla sottoscrizione della CEIS, ma sono ugualmente tenuti a rispettarne i principi, per questo motivo aspetti quali la selezione equa e trasparente dei partecipanti, il riconoscimento dei risultati dell'apprendimento e tutto il sostegno necessario offerto ai partecipanti alla mobilità devono essere esplicitati nell'accordo interistituzionale sulla mobilità internazionale.

Accreditamento di gruppo: accreditamento Erasmus come consorzi di mobilità per l'istruzione superiore

Oltre che ai singoli IIS, la possibilità di richiedere il finanziamento di un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore è aperta anche a gruppi di IIS, ciascuno dei quali costituisce un "consorzio di mobilità".

Un'organizzazione di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma che fa domanda a nome di un consorzio di mobilità per una sovvenzione Erasmus+ deve essere titolare di un valido accreditamento Erasmus come consorzio di mobilità per l'istruzione superiore. Questo accreditamento è assegnato dalla stessa agenzia nazionale che valuta la richiesta di finanziamento per un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore. Le richieste di accreditamento e di sovvenzione per i progetti di mobilità possono essere presentate nell'ambito dello stesso bando. La sovvenzione per i progetti di mobilità sarà tuttavia assegnata solamente ai gruppi di IIS o alle organizzazioni la cui valutazione ha avuto esito positivo alla fine della procedura di accreditamento. Per ottenere un accreditamento di consorzio devono essere rispettate le condizioni elencate di seguito.

Criteri di ammissibilità

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Un consorzio di mobilità per l'istruzione superiore può essere costituito dalle seguenti organizzazioni partecipanti:

  • istituti d'istruzione superiore titolari di una carta Erasmus per l'istruzione superiore valida;
  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata attiva nel mercato del lavoro o nel campo dell'istruzione, della formazione e della gioventù.

Tutte le organizzazioni partecipanti devono essere stabilite nello stesso Stato membro dell'UE o paese terzo associato al programma. I consorzi di mobilità non possono essere stabiliti in paesi terzi non associati al programma.

Chi può fare domanda?

Qualsiasi organizzazione partecipante ammissibile può agire da coordinatore e fare domanda a nome di tutte le organizzazioni facenti parte del consorzio.

Numero di organizzazioni partecipanti

Un consorzio di mobilità deve comprendere un minimo di tre organizzazioni partecipanti ammissibili, compresi due istituti d'istruzione superiore di invio.

Tutte le organizzazioni facenti parte del consorzio di mobilità devono essere identificate al momento della candidatura per l'accreditamento del consorzio.

Durata dell'accreditamento del consorzio

L'intero periodo del programma.

Dove fare domanda?

Presso l'agenzia nazionale del paese in cui è stabilita l'organizzazione richiedente.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la domanda di accreditamento entro il 23 febbraio alle 12:00:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) per i progetti che iniziano il 1º giugno dello stesso anno o di anni successivi.

Come fare domanda?

Per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura, consultare la parte C della presente guida.

Criteri di aggiudicazione

La domanda di accreditamento sarà valutata secondo i criteri che seguono.

Pertinenza del consorzio - (punteggio massimo 30 punti)

  • La pertinenza della proposta rispetto:
    • agli obiettivi dell'azione;
    • alle necessità e agli obiettivi delle organizzazioni partecipanti al consorzio e dei singoli partecipanti.
  • L'idoneità della proposta rispetto ai seguenti obiettivi: 
    • produrre risultati dell'apprendimento di alta qualità per i partecipanti;
    • rafforzare le capacità e la portata internazionale delle organizzazioni partecipanti al consorzio;
    • fornire valore aggiunto a livello dell'UE grazie a risultati non ottenibili mediante attività svolte dai singoli istituti d'istruzione superiore.

Qualità della composizione del consorzio e degli accordi di cooperazione - (punteggio massimo 20 punti)

  • La misura in cui: 
    • il consorzio presenta una composizione adeguata di istituti d'istruzione superiore di invio e, se pertinente, di organizzazioni partecipanti complementari di altri settori socioeconomici dotate del profilo, dell'esperienza e delle competenze necessari per realizzare con successo tutti gli aspetti del progetto;
    • il coordinatore del consorzio ha esperienza nella gestione di un consorzio o di progetti simili;
    • la distribuzione dei ruoli, delle responsabilità e dei compiti/delle risorse è ben definita e dimostra l'impegno e il contributo attivo di tutte le organizzazioni partecipanti;
    • i compiti/le risorse sono messi in comune e condivisi;
    • le responsabilità per le questioni di gestione contrattuale e finanziaria sono chiare;
    • il consorzio coinvolge nell'azione nuovi partecipanti e organizzazioni meno esperte.

Qualità della progettazione e dell'attuazione dell'attività del consorzio - (punteggio massimo 20 punti)

  • La chiarezza, la completezza e la qualità di tutte le fasi di un progetto di mobilità (preparazione, attuazione delle attività di mobilità e follow-up).
  • La qualità dell'organizzazione pratica, della gestione e delle modalità di sostegno (ad esempio ricerca delle organizzazioni ospitanti e abbinamento tra queste e le organizzazioni di invio, informazioni, sostegno linguistico e interculturale, monitoraggio).
  • La qualità della cooperazione, del coordinamento e della comunicazione tra le organizzazioni partecipanti e con gli altri portatori di interessi pertinenti.
  • Se pertinente, la qualità delle disposizioni per il riconoscimento e la convalida dei risultati dell'apprendimento dei partecipanti, nonché l'uso coerente degli strumenti di trasparenza e riconoscimento europei.
  • Se applicabile, l'adeguatezza delle misure per selezionare i partecipanti alle attività di mobilità e per incentivare le persone con minori opportunità di parteciparvi.

Impatto e diffusione - (punteggio massimo 30 punti)

  • La qualità delle misure per valutare i risultati delle attività condotte dal consorzio.
  • Il potenziale impatto del progetto: 
    • sui partecipanti e sulle organizzazioni partecipanti, durante il progetto e dopo la sua conclusione;
    • al di fuori delle organizzazioni e degli individui che partecipano direttamente al progetto, a livello istituzionale, locale, regionale, nazionale e/o internazionale.
  • L'adeguatezza e la qualità delle misure finalizzate a diffondere i risultati delle attività condotte dal consorzio all'interno e all'esterno delle organizzazioni partecipanti e dei partner.

Per essere selezionate per l'accreditamento, le proposte devono ottenere un punteggio complessivo di almeno 60 punti. Inoltre devono ottenere almeno la metà del punteggio massimo per ogni criterio di aggiudicazione.

Messa a punto di un progetto

L'organizzazione richiedente si occupa di richiedere sovvenzioni per un progetto di mobilità, di firmare e di gestire la convenzione di sovvenzione e la presentazione delle relazioni. L'organizzazione richiedente deve avere sede in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma ed essere titolare di un valido accreditamento per l'istruzione superiore. Può presentare domanda come singolo istituto di istruzione superiore (è richiesta una CEIS) o per conto di un consorzio di mobilità (è richiesto l'accreditamento del consorzio).

Le organizzazioni partecipanti coinvolte nel progetto di mobilità assumono i ruoli e compiti seguenti:

  • organizzazione di invio: responsabile della selezione degli studenti/del personale e del loro invio all'estero. Si occupa anche dei pagamenti delle sovvenzioni (negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma) e della preparazione, del monitoraggio e del riconoscimento automatico connessi al periodo di mobilità;
  • organizzazione ospitante: responsabile dell'accoglienza degli studenti/del personale che provengono dall'estero e dell'offerta di un programma di studio/tirocinio o di un programma di attività di formazione, o organizzazione che beneficia di un'attività di insegnamento. Si occupa anche dei pagamenti delle sovvenzioni (a favore delle organizzazioni di paesi terzi non associati al programma);
  • organizzazione intermediaria: organizzazione attiva nel mercato del lavoro o nel campo dell'istruzione, della formazione e dell'animazione socioeducativa in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma. Può essere membro di un consorzio di mobilità, ma non è un'organizzazione di invio. Il suo compito può essere quello di condividere e facilitare le procedure amministrative degli istituti di istruzione superiore di invio, di abbinare meglio i profili degli studenti alle necessità delle imprese (nel caso di tirocini) e di preparare i partecipanti congiuntamente.

Prima dell'inizio del periodo di mobilità le organizzazioni di invio e quelle ospitanti, insieme agli studenti/al personale, devono concordare le attività che dovranno essere svolte dagli studenti (tramite un "contratto di apprendimento") o dai membri del personale (con un "accordo di mobilità"). Questi accordi definiscono il contenuto del periodo di mobilità all'estero e specificano le disposizioni di riconoscimento formale di ciascuna parte. La convenzione di sovvenzione definisce i diritti e i doveri delle parti. Quando l'attività si svolge fra due istituti d'istruzione superiore (mobilità degli studenti a fini di studio, compresa la mobilità mista, e mobilità del personale a fini di insegnamento), l'istituto di invio e quello ospitante devono definire un "accordo interistituzionale" prima che gli scambi possano avere inizio.

Nell'elaborazione di un progetto di mobilità occorre rafforzare le dimensioni orizzontali elencate di seguito.

Dimensioni orizzontali

Inclusione e diversità nell'ambito della mobilità per l'istruzione superiore

Per facilitare il più possibile l'accesso alla mobilità degli studenti e del personale, in linea con i principi della CEIS, gli istituti d'istruzione superiore devono garantire parità ed equità nell'accesso e nelle opportunità offerti ai partecipanti attuali e potenziali provenienti da ogni tipo di contesto. Ciò significa coinvolgere i partecipanti con minori opportunità, per esempio i partecipanti con problemi fisici, mentali e di salute, gli studenti con figli, gli studenti che lavorano o che sono atleti professionisti e gli studenti di tutti gli indirizzi di studio sotto-rappresentati nei programmi di mobilità. Per rispettare tale principio è essenziale definire procedure interne di selezione che tengano conto dei valori dell'equità e dell'inclusione e valutino il merito e la motivazione dei richiedenti in modo olistico. Gli istituti d'istruzione superiore sono inoltre incoraggiati a definire opportunità di mobilità integrate, come finestre di mobilità all'interno dei loro programmi di studio, al fine di agevolare la partecipazione di studenti di tutti gli indirizzi di studio. In quest'ottica la mobilità mista può contribuire a offrire ulteriori opportunità, più adatte a determinati individui o gruppi di studenti. In tale contesto la presenza di responsabili dell'inclusione all'interno degli istituti di istruzione superiore contribuisce ad affrontare le questioni dell'inclusione e della diversità. I responsabili dell'inclusione possono ad esempio contribuire a sensibilizzare il pubblico, definire strategie di comunicazione e di divulgazione, garantire un sostegno adeguato durante l'intero periodo di mobilità in collaborazione con i colleghi interessati e contribuire a facilitare la collaborazione tra il personale responsabile dotato di competenze nel campo dell'inclusione e della diversità che lavora all'interno dell'istituto.

Sostenibilità ambientale e pratiche ecologiche nell'ambito della mobilità per l'istruzione superiore

In linea con i principi della CEIS, gli istituti d'istruzione superiore devono promuovere pratiche rispettose dell'ambiente in tutte le attività relative al programma. Ciò significa promuovere l'uso di mezzi di trasporto sostenibili per la mobilità, adottare misure concrete ed ecosostenibili nell'organizzazione di eventi, conferenze e incontri connessi alla mobilità Erasmus+ e sostituire le procedure amministrative che impiegano documentazione cartacea con procedure digitali (in linea con le norme e il calendario fissati dall'iniziativa riguardante la carta europea dello studente). Gli istituti d'istruzione superiore dovrebbero altresì sensibilizzare tutti i partecipanti in merito alle misure che possono adottare mentre sono all'estero per ridurre l'impronta di carbonio e l'impronta ambientale delle attività di mobilità a cui partecipano e monitorare i progressi compiuti per rendere più sostenibile la mobilità di studenti e personale.

Digitalizzazione, competenze e istruzione digitale nell'ambito della mobilità per l'istruzione superiore

Conformemente ai principi della CEIS, gli istituti d'istruzione superiore dovrebbero adottare un sistema di gestione digitale della mobilità degli studenti, in linea con le norme tecniche previste dall'iniziativa riguardante la carta europea dello studente. Ciò significa che gli istituti di istruzione superiore che aderiscono al programma dovranno ricorrere alla rete "Erasmus Without Paper" per scambiare dati sulla mobilità e per gestire contratti di apprendimento online e accordi interistituzionali digitali non appena tali funzionalità diventeranno operative4 . Gli istituti d'istruzione superiore possono utilizzare i fondi destinati al sostegno organizzativo per mettere in atto un sistema di gestione digitale della mobilità. Gli istituti dovrebbero promuovere al loro interno la mobilità mista, vale a dire una mobilità fisica associata a una componente virtuale, così da offrire forme di mobilità più flessibili e migliorare ulteriormente i risultati dell'apprendimento e gli effetti della mobilità fisica. Gli istituti d'istruzione superiore devono garantire la qualità delle attività di mobilità mista nonché il riconoscimento formale della partecipazione a tali attività, compresa la componente virtuale. Dovrebbero altresì sensibilizzare gli studenti e il personale in merito alle opportunità offerte dal programma per acquisire e sviluppare ulteriormente competenze digitali pertinenti in tutti gli indirizzi di studio, compresi i tirocini per le opportunità digitali rivolti a studenti e neolaureati che desiderano sviluppare ulteriormente le proprie competenze digitali o acquisirne di nuove5 . Il personale docente e amministrativo può inoltre beneficiare di corsi di formazione relativi alle competenze digitali al fine di acquisire competenze pertinenti di utile applicazione nei corsi e per la digitalizzazione dell'amministrazione.

Descrizione delle attività

Mobilità degli studenti

La mobilità degli studenti può riguardare qualsiasi indirizzo e ciclo di studi (ciclo breve/laurea di primo livello/laurea magistrale/dottorato). Per garantire l'alta qualità e il massimo effetto possibile sugli studenti, l'attività di mobilità deve essere compatibile con le esigenze di sviluppo personale dello studente e con quelle relative all'apprendimento nel suo corso di studi.

Gli studenti possono svolgere le attività qui di seguito descritte.

  • Un periodo di studio all'estero presso un istituto d'istruzione superiore partner. Il periodo di studio all'estero deve far parte del programma di studi dello studente previsto per completare qualsiasi ciclo di laurea. Un periodo di studio all'estero può includere anche un periodo di tirocinio. Questa combinazione crea sinergie tra l'esperienza accademica e quella professionale all'estero.
  • Un tirocinio (collocamento lavorativo) all'estero presso un'impresa, un istituto di ricerca, un laboratorio, un'organizzazione o un altro posto di lavoro pertinente. I tirocini all'estero sono finanziati se svolti da studenti durante corsi di studio di qualsiasi livello e da neolaureati. Ciò riguarda anche gli assistentati per i futuri insegnanti e gli assistentati di ricerca per studenti e dottorandi, svolti in qualsiasi struttura di ricerca pertinente. Al fine di rafforzare ulteriormente le sinergie con Orizzonte Europa, tali esperienze di mobilità possono inoltre svolgersi nel contesto dei progetti di ricerca finanziati da Orizzonte Europa, rispettando pienamente il principio secondo il quale nessuna attività può ricevere un doppio finanziamento da parte dell'UE. Se possibile, il tirocinio dovrebbe essere parte integrante del programma di studio dello studente.
  • Mobilità durante il dottorato

Per meglio soddisfare le diverse esigenze di apprendimento e formazione dei dottorandi e per garantire pari opportunità rispetto a coloro che godono dello status di personale dell'istruzione superiore, i dottorandi e coloro che hanno recentemente conseguito il dottorato (postdottorato)6  hanno la possibilità di svolgere periodi di mobilità fisica all'estero, a breve o lungo termine, per studio o tirocinio. Si incoraggia l'aggiunta di una componente virtuale alla mobilità fisica.

  • Mobilità mista

Qualsiasi periodo di studio o tirocinio all'estero di qualunque durata, compresa la mobilità nell'ambito del dottorato, può essere effettuato sotto forma di mobilità mista. La mobilità mista prevede la combinazione delle attività di mobilità fisica con una componente virtuale che agevola scambi di apprendimento collaborativo e il lavoro di squadra online. Grazie alla componente virtuale, ad esempio, discenti provenienti da paesi e indirizzi di studio diversi possono seguire insieme corsi online o lavorare collettivamente e contemporaneamente a compiti riconosciuti come parte del loro percorso di studio.

Ciascuno studente può inoltre intraprendere attività di mobilità mista partecipando a un programma intensivo misto in base ai criteri di ammissibilità specifici per tale tipo di programmi descritti nella presente guida.

Gli studenti (ciclo breve/laurea di primo livello/laurea magistrale) che non sono in grado di partecipare ad attività di mobilità fisica a lungo termine a fini di studio o tirocinio, per ragioni ad esempio legate al loro indirizzo di studi o a minori opportunità di partecipazione, potranno inoltre partecipare a un'attività di mobilità fisica a breve termine associandola a una componente virtuale obbligatoria.

  • Mobilità del personale

La mobilità del personale può essere svolta da qualsiasi tipologia di personale dell'istruzione superiore o da personale invitato esterno agli istituti di istruzione superiore. Per garantire l'alta qualità e il massimo effetto, l'attività di mobilità deve essere collegata allo sviluppo professionale dei membri del personale e rispondere alle loro esigenze di apprendimento e di sviluppo personale.

Il personale può svolgere una delle attività qui di seguito descritte.

  • Un periodo di insegnamento all'estero presso un istituto d'istruzione superiore partner. Questa attività permette al personale docente di un istituto d'istruzione superiore o al personale delle imprese di insegnare presso un istituto d'istruzione superiore partner all'estero. La mobilità del personale a fini di insegnamento può svolgersi in qualsiasi ambito di studio.
  • Un periodo di formazione all'estero presso un istituto d'istruzione superiore partner, un'impresa o un altro posto di lavoro pertinente. Questa attività permette al personale di un istituto d'istruzione superiore di partecipare a un'attività di formazione all'estero che sia pertinente all'attività lavorativa che svolge quotidianamente presso l'istituto d'istruzione superiore in cui lavora. Può svolgersi sotto forma di eventi di formazione (escluse le conferenze) o di affiancamento lavorativo e periodi di osservazione.

Un periodo di mobilità all'estero del personale può prevedere la combinazione di attività di insegnamento e formazione. Ogni periodo di insegnamento o di formazione all'estero può essere svolto sotto forma di mobilità mista.

Programmi intensivi misti

Si tratta di programmi brevi e intensivi che usano modalità innovative di apprendimento e di insegnamento, compresa la collaborazione online. I programmi possono includere un apprendimento basato sulle sfide in cui gruppi transnazionali e transdisciplinari collaborano per affrontare, ad esempio, le sfide legate agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite o altre sfide sociali individuate da regioni, città o società. Il programma intensivo dovrebbe avere un valore aggiunto rispetto ai corsi o alle attività di formazione esistenti offerti dagli istituti di istruzione superiore partecipanti e può essere pluriennale. Attraverso forme di mobilità nuove e più flessibili che combinano la mobilità fisica con una parte virtuale, i programmi intensivi misti mirano a raggiungere studenti di ogni provenienza, indirizzo e ciclo di studi.

Gruppi di istituti di istruzione superiore avranno l'opportunità di organizzare brevi programmi intensivi misti di apprendimento, insegnamento e formazione per studenti e personale. Durante questi programmi intensivi misti, gruppi di studenti o personale intraprenderanno in qualità di discenti una mobilità fisica a breve termine all'estero combinata con una componente virtuale obbligatoria che agevoli la collaborazione nello scambio formativo e nel lavoro di squadra online. La componente virtuale deve riunire i discenti online affinché lavorino collettivamente e contemporaneamente a compiti specifici che sono integrati nel programma intensivo misto e che incidono sui risultati complessivi dell'apprendimento.

I programmi intensivi misti possono essere aperti anche a studenti e personale di istituti di istruzione superiore al di fuori del partenariato. I programmi intensivi misti rafforzano la capacità di sviluppare e attuare pratiche innovative di insegnamento e di apprendimento negli IIS partecipanti.

Mobilità internazionale che coinvolge paesi terzi non associati al programma

L'obiettivo principale dell'azione di mobilità nell'istruzione superiore è sostenere le attività di mobilità tra gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma, ossia la dimensione europea. Inoltre l'azione sostiene la dimensione internazionale attraverso due componenti di attività di mobilità che coinvolgono paesi terzi non associati al programma in tutto il mondo. Una componente sostiene la mobilità verso tutti i paesi terzi non associati al programma (regioni da 1 a 147 ) ed è finanziata con fondi della politica interna dell'UE8 . Un'altra componente sostiene la mobilità da e verso paesi terzi non associati al programma (ad eccezione delle regioni 13 e 14) ed è finanziata dagli strumenti dell'azione esterna dell'UE (cfr. la sezione "Paesi ammissibili" nella parte A della presente guida).

Le due componenti della mobilità internazionale perseguono obiettivi insieme diversi e complementari, che rispecchiano le priorità politiche delle rispettive fonti di finanziamento:

mobilità internazionale in uscita sostenuta con fondi della politica interna: è data priorità allo sviluppo di competenze lungimiranti e di altre competenze pertinenti degli studenti e del personale degli istituti di istruzione superiore situati negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma. Le attività di mobilità internazionale verso qualsiasi paese non associato sono finanziate attingendo alla sovvenzione concessa ai progetti di mobilità. I beneficiari delle sovvenzioni possono utilizzare fino al 20 % dell'ultima sovvenzione concessa per la mobilità in uscita verso paesi non associati di tutto il mondo (regioni da 1 a 14). Tali opportunità sono intese a incentivare le organizzazioni di Stati membri dell'UE o di paesi terzi associati al programma a sviluppare attività di mobilità in uscita con diversi paesi terzi non associati al programma e si prevede che avranno la più vasta copertura geografica possibile;

mobilità internazionale in uscita e in entrata sostenuta con fondi della politica esterna: questa azione rispetta le priorità di politica esterna dell'UE; di conseguenza, per le dodici regioni ammissibili (da 1 a 12) è fissata una serie di obiettivi e regole di cooperazione descritti in dettaglio nella sezione "Informazioni aggiuntive per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna".

Salvo diversa indicazione, le attività di mobilità internazionale descritte nella presente azione sono applicabili a entrambe le componenti.

Quali sono i criteri utilizzati per presentare domanda e attuare un progetto di mobilità?

Criteri generali di ammissibilità dei progetti di mobilità

Per beneficiare di una sovvenzione Erasmus+, un progetto di mobilità nell'ambito dell'istruzione superiore deve rispettare i criteri formali riportati di seguito. I criteri generali di ammissibilità riguardano i requisiti generali a livello di progetto, mentre i criteri specifici elencati nelle sezioni seguenti si riferiscono ai requisiti per l'attuazione di attività specifiche.

Attività ammissibili

Gli istituti di istruzione superiore possono attuare una o più delle attività seguenti:

  • mobilità degli studenti a fini di studio
  • mobilità degli studenti a fini di tirocinio
  • mobilità del personale a fini di insegnamento
  • mobilità del personale a fini di formazione
  • programmi intensivi misti (esclusi i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna)

Flussi di attività di mobilità ammissibili:

  • per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna: dagli Stati membri dell'UE e dai paesi terzi associati al programma verso qualsiasi paese del mondo (Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e paesi terzi non associati al programma delle regioni da 1 a 14);
  • per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna: tra Stati membri dell'UE o paesi terzi associati al programma e paesi terzi non associati al programma (escluse le regioni 13 e 14).

Chi può fare domanda?

Le organizzazioni con il seguente accreditamento possono richiedere una sovvenzione come spiegato di seguito.

  • Per una candidatura come singolo IIS: istituti di istruzione superiore con sede legale in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma e titolari di una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS).
  • Per una domanda in qualità di consorzio di mobilità: organizzazioni di coordinamento con sede legale in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma e che coordinano un consorzio titolare di un accreditamento Erasmus come consorzio di mobilità per l'istruzione superiore. Le organizzazioni che non dispongono di un accreditamento di consorzio valido possono richiederlo a nome di un consorzio di mobilità nell'ambito dello stesso bando in cui fanno domanda di sovvenzione per un progetto di mobilità o di un bando procedente. Tutti gli istituti di istruzione superiore coinvolti degli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi associati al programma devono aver sottoscritto una carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS). Queste organizzazioni saranno ammissibili per un progetto di mobilità solo se la loro domanda di accreditamento del consorzio sarà accettata.

Gli studenti e il personale dell'istruzione superiore non possono richiedere una sovvenzione direttamente; i criteri di selezione per partecipare alle attività di mobilità e ai programmi intensivi misti sono definiti dall'istituto di istruzione superiore in cui studiano o lavorano.

Paesi ammissibili

Può partecipare alle attività:

  • qualsiasi Stato membro dell'UE o paese terzo associato al programma;
  • qualsiasi paese terzo non associato al programma (per eventuali condizioni applicabili ai progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna, si vedano le sezioni "Informazioni aggiuntive per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna" della presente azione e "Paesi ammissibili" nella parte A).

Numero di organizzazioni partecipanti

Il numero di organizzazioni nel modulo di candidatura è uno (il richiedente). Si tratta di un istituto di istruzione superiore singolo oppure del coordinatore di un consorzio di mobilità stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato al programma.

Durante l'attuazione del progetto di mobilità devono essere coinvolte almeno due organizzazioni (almeno una di invio e una ospitante). Per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna deve essere coinvolta almeno un'organizzazione di un paese terzo non associato.

Per i programmi intensivi misti dei progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna: oltre al richiedente (istituto di istruzione superiore richiedente o istituto di istruzione superiore appartenente a un consorzio di mobilità richiedente), durante l'attuazione devono essere coinvolti nell'organizzazione del programma intensivo misto almeno due istituti di istruzione superiore di altri due Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma.

Durata del progetto

Progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna: 26 mesi

Progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna: 24 o 36 mesi

Dove fare domanda?

Presso l'agenzia nazionale del paese in cui è stabilita l'organizzazione richiedente.

Quando fare domanda?

I richiedenti devono presentare la domanda di sovvenzione entro il 23 febbraio alle 12:00:00 (mezzogiorno, ora di Bruxelles) sia per i progetti finanziati con fondi della politica interna che iniziano il 1º giugno dello stesso anno sia per i progetti finanziati con strumenti delle azioni esterne che iniziano il 1º agosto dello stesso anno.

Come fare domanda?

Per i dettagli riguardanti le modalità di candidatura, consultare la parte C della presente guida.

Altri criteri necessari

Un IIS può presentare domanda di sovvenzione alla propria agenzia nazionale tramite due modalità:

  • direttamente come IIS singolo;
  • tramite un consorzio di mobilità di cui fa parte o è coordinatore.

 Per ogni ciclo di selezione un IIS può fare domanda solo una volta per un progetto di mobilità come IIS singolo e/o come IIS coordinatore di un dato consorzio. Un IIS può tuttavia coordinare o far parte di diversi consorzi di mobilità che fanno domanda contemporaneamente.

Le due modalità (candidatura individuale o come consorzio) possono essere usate simultaneamente. Spetta tuttavia all'IIS evitare il doppio finanziamento di un partecipante nel caso in cui siano utilizzate entrambe le modalità nello stesso anno accademico.

Nel quadro del progetto di mobilità dovrebbe essere attuata l'iniziativa riguardante la carta europea dello studente per agevolare la gestione online del ciclo di mobilità e l'impiego di altri approcci più rispettosi dell'ambiente e inclusivi, in linea con la carta Erasmus per l'istruzione superiore (CEIS) e le linee guida CEIS.

Le organizzazioni richiedenti saranno valutate rispetto ai pertinenti criteri di esclusione e selezione. Per ulteriori informazioni, consultare la parte C della presente guida.

Criteri di ammissibilità specifici per la mobilità degli studenti

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Mobilità degli studenti a fini di studio:

Tutte le organizzazioni partecipanti degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma (sia di invio, sia ospitanti) devono essere istituti di istruzione superiore (IIS) titolari di una CEIS. Tutte le organizzazioni di paesi terzi non associati al programma (sia di invio, sia ospitanti) devono essere IIS riconosciuti dalle autorità competenti e aver sottoscritto accordi interistituzionali con i rispettivi partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità.

Mobilità degli studenti a fini di tirocinio

L'organizzazione di invio deve essere un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS o un IIS di un paese terzo non associato al programma riconosciuto dalle autorità competenti che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i propri partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità.

In caso di mobilità degli studenti a fini di tirocinio l'organizzazione ospitante può essere9 :

  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata attiva nel mercato del lavoro o nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù, della ricerca e dell'innovazione. Ad esempio, tale organizzazione può essere:
    • un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali);
    • un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale;
    • un'ambasciata o un ufficio consolare dello Stato membro dell'UE o del paese terzo associato al programma di invio;
    • una parte sociale o un altro rappresentante del mondo del lavoro, tra cui le camere di commercio, gli ordini di artigiani o professionisti e le associazioni sindacali;
    • un istituto di ricerca;
    • una fondazione;
    • una scuola, un istituto o un centro d'istruzione (a qualsiasi livello, dall'istruzione prescolastica a quella secondaria superiore, inclusa l'istruzione professionale e quella degli adulti);
  • un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG;
  • un organismo per l'orientamento professionale, la consulenza professionale e i servizi di informazione;
  • un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS o un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i propri partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità.

Durata dell'attività

Mobilità degli studenti a fini di studio: da 2 mesi (oppure un semestre/trimestre accademico) a 12 mesi di mobilità fisica. Tale periodo può includere un periodo di tirocinio complementare, se previsto, e può essere organizzato in diversi modi a seconda del contesto: un'attività dopo l'altra o le due attività contemporaneamente. La combinazione segue le norme di finanziamento e la durata minima della mobilità a fini di studio.

Mobilità degli studenti a fini di tirocinio: da 2 a 12 mesi di mobilità fisica.

Qualsiasi studente, in particolare coloro che non sono in grado di partecipare a una mobilità fisica a lungo termine a fini di studio o tirocinio, può combinare una mobilità fisica più breve con una componente virtuale (mobilità mista a breve termine). Qualsiasi studente può inoltre partecipare a programmi intensivi misti. In questi casi la mobilità fisica deve durare tra i 5 e i 30 giorni ed essere combinata con una componente virtuale obbligatoria che favorisca gli scambi di apprendimento collaborativo online e il lavoro di squadra. A una mobilità mista a fini di studio deve essere assegnato un minimo di 3 crediti ECTS.

Mobilità a fini di studio e/o di tirocinio per i dottorandi: da 5 a 30 giorni o da 2 a 12 mesi di mobilità fisica (una mobilità a fini di studio può includere un periodo di tirocinio complementare, se previsto).

Durata totale ammissibile per ciclo di studi:

lo stesso studente può prendere parte a periodi di mobilità per un totale massimo di 12 mesi10  di mobilità fisica per ogni ciclo di studi11 , indipendentemente dal numero e dalla tipologia delle attività di mobilità:

  • durante il primo ciclo di studi (laurea o equivalente), incluso il ciclo breve (livelli EQF 5 e 6);
  • durante il secondo ciclo di studi (laurea magistrale o istruzione equivalente - livello EQF 7); e
  • durante il terzo ciclo di studi come dottorandi (dottorato o livello EQF 8).

La durata del tirocinio per i neolaureati rientra nei 12 mesi massimi del ciclo durante il quale si candidano per il tirocinio.

Sede (o sedi) dell'attività

Gli studenti devono svolgere l'attività di mobilità fisica in uno Stato membro dell'UE o in paesi terzi associati al programma o in un paese terzo non associato al programma diverso dal paese dell'organizzazione di invio e dal paese in cui lo studente risiede durante gli studi12 .

Partecipanti ammissibili

Studenti iscritti presso un IIS e a corsi di studi finalizzati al conseguimento di una laurea riconosciuta o di un'altra qualifica di terzo livello riconosciuta (fino al livello del dottorato compreso). Nel caso di attività di mobilità durante il dottorato, il partecipante deve trovarsi al livello EQF 8.

Coloro che hanno recentemente conseguito un titolo di istruzione superiore possono partecipare ad attività di mobilità a fini di tirocinio. L'organizzazione beneficiaria può scegliere di non partecipare ai tirocini per neolaureati. I neolaureati devono essere selezionati dal loro istituto di istruzione superiore durante l'ultimo anno di studio e devono svolgere e completare il tirocinio all'estero entro un anno dalla laurea13 .

Altri criteri necessari

La mobilità degli studenti può svolgersi in qualsiasi ambito di studio e può corrispondere a un periodo di studio combinato con un breve tirocinio (di una durata inferiore a 2 mesi), pur essendo considerato nel complesso come un periodo di studio. Lo studente, l'organizzazione di invio e quella ospitante devono sottoscrivere un contratto di apprendimento.

Il periodo di studio all'estero deve far parte del programma di studi dello studente previsto per completare un ciclo di laurea. Se possibile, il tirocinio dovrebbe essere parte integrante del programma di studio dello studente.

Seguire corsi presso un istituto d'istruzione superiore non può essere considerato un tirocinio.

In caso di mobilità mista per gli studenti, le attività possono includere la partecipazione a corsi offerti secondo modalità di apprendimento misto presso un qualsiasi IIS partner, attività di lavoro e formazione online o la partecipazione a programmi intensivi misti.

Per quanto riguarda la mobilità internazionale, cfr. "Mobilità internazionale che coinvolge paesi terzi non associati al programma".

Criteri di ammissibilità specifici per la mobilità del personale

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Mobilità del personale a fini di insegnamento

L'organizzazione di invio deve essere:

  • un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS, oppure
  • un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i rispettivi partner di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma, oppure
  • in caso di personale che sia stato invitato a insegnare presso un IIS, qualsiasi organizzazione pubblica o privata (non titolare di una CEIS) in uno Stato membro dell'UE o paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma, attiva nel mercato del lavoro o nei campi dell'istruzione, della formazione, della gioventù, della ricerca e dell'innovazione. Ad esempio, tale organizzazione può essere:
    • un'impresa pubblica o privata, di piccole, medie o grandi dimensioni (incluse le imprese sociali);
    • un ente pubblico a livello locale, regionale o nazionale;
    • una parte sociale o un altro rappresentante del mondo del lavoro, tra cui le camere di commercio, gli ordini di artigiani o professionisti e le associazioni sindacali;
    • un istituto di ricerca;
    • una fondazione;
    • una scuola, un istituto o un centro d'istruzione (a qualsiasi livello, dall'istruzione prescolastica a quella secondaria superiore, inclusa l'istruzione professionale e quella degli adulti);
    • un'organizzazione senza scopo di lucro, un'associazione o una ONG;
    • un organismo per l'orientamento professionale, la consulenza professionale e i servizi di informazione.

L'organizzazione ospitante deve essere un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS o un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con il proprio partner di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma, prima della mobilità.

Mobilità del personale a fini di formazione

L'organizzazione di invio deve essere un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS oppure un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i propri partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità.

L'organizzazione ospitante deve essere:

  • un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS oppure un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i propri partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità, oppure
  • qualsiasi organizzazione pubblica o privata di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma (o di paesi terzi non associati al programma, se il progetto di mobilità è finanziato tramite fondi della politica interna) attiva nel mercato del lavoro o nei campi dell'istruzione, della formazione, della gioventù, della ricerca e dell'innovazione.

Durata dell'attività

Mobilità del personale a fini di insegnamento e formazione

Da 2 giorni a 2 mesi di mobilità fisica, escluso il tempo di viaggio. In caso di mobilità che coinvolge paesi terzi non associati al programma, la durata deve essere compresa tra 5 giorni e 2 mesi. In entrambi i casi, i giorni minimi devono essere consecutivi.

In caso di personale d'impresa invitato la durata minima è di 1 giorno di mobilità fisica.

Un'attività di insegnamento deve comprendere almeno 8 ore di insegnamento alla settimana (o per periodo di soggiorno, se più breve). Se la mobilità dura più di una settimana, il numero minimo di ore d'insegnamento per la settimana incompleta deve essere proporzionale alla durata di quella settimana. Si applicano le seguenti eccezioni:

  • non è previsto un numero minimo di ore di insegnamento per il personale d'impresa invitato;
  • se l'attività di insegnamento è associata a un'attività di formazione durante uno stesso periodo all'estero, il numero minimo di ore di insegnamento settimanale (o per periodo di soggiorno, se più breve) è ridotto a 4 ore.

Sede (o sedi) dell'attività

Il personale deve svolgere l'attività di mobilità fisica in uno Stato membro dell'UE o paese terzo associato al programma o in un paese terzo non associato al programma diverso dal paese dell'organizzazione di invio e dal proprio paese di residenza.

Partecipanti ammissibili

Mobilità del personale a fini di insegnamento:

  • personale impiegato presso un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma oppure di un paese terzo non associato al programma; 
  • personale d'impresa di qualsiasi paese, impiegato presso un'organizzazione pubblica o privata (diversa da un istituto di istruzione superiore titolare di una CEIS) attiva nel mercato del lavoro o nei campi dell'istruzione, della formazione, della gioventù, della ricerca e dell'innovazione e invitato a insegnare presso un IIS di qualsiasi paese (inclusi i dottorandi impiegati).

Mobilità del personale a fini di formazione: personale impiegato presso un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma oppure di un paese terzo non associato al programma.

Altri criteri necessari

La mobilità del personale può prevedere un periodo d'insegnamento combinato con un periodo di formazione, pur essendo considerata nel complesso come un periodo di insegnamento. Una mobilità a fini di insegnamento o formazione può essere svolta in più di un'organizzazione ospitante nello stesso paese, pure essendo considerata come un unico periodo di insegnamento o formazione al quale si applica la durata minima di soggiorno.

La mobilità a fini di insegnamento può svolgersi in qualsiasi ambito di studio.

La mobilità a fini di insegnamento può prevedere attività di formazione finalizzate allo sviluppo dell'IIS partner.

Il membro del personale, l'organizzazione di invio e quella ospitante devono sottoscrivere un accordo di mobilità.

Per quanto riguarda la mobilità internazionale, cfr. "Mobilità internazionale che coinvolge paesi terzi non associati al programma".

Criteri di ammissibilità specifici per i programmi intensivi misti

Organizzazioni partecipanti ammissibili

Un programma intensivo misto deve essere sviluppato e attuato da almeno tre istituti di istruzione superiore (IIS) titolari di una CEIS e provenienti da almeno tre Stati membri dell'UE o paesi terzi associati al programma.

È inoltre ammessa la partecipazione di altri IIS o organizzazioni che si trovano in uno Stato membro dell'UE o paese terzo associato al programma finalizzata all'invio di partecipanti.

Gli IIS che inviano studenti e personale per partecipare in qualità di discenti a programmi intensivi misti devono essere IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma titolare di una CEIS oppure un IIS di un paese terzo non associato al programma, riconosciuto dalle autorità competenti e che ha sottoscritto accordi interistituzionali con i propri partner degli Stati membri dell'UE o dei paesi terzi associati al programma, prima della mobilità.

Per i docenti e i formatori coinvolti nella realizzazione del programma, può essere qualsiasi organizzazione di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma oppure di un paese terzo non associato al programma (cfr. la sezione "Partecipanti ammissibili").

I partecipanti possono essere inviati utilizzando finanziamenti nel quadro del programma Erasmus+ oppure partecipare a proprie spese. Un IIS di un paese terzo non associato al programma può inviare i propri partecipanti utilizzando finanziamenti nel quadro del programma Erasmus+ se l'istituto ospitante attua, in parallelo, un progetto di mobilità finanziato con fondi della politica esterna utilizzati per gli studenti e il personale in entrata provenienti da tale paese. Detti partecipanti provenienti da paesi terzi non associati al programma non saranno presi in conto ai fini dei requisiti minimi.

L'IIS ospitante deve essere titolare di una CEIS e può coincidere o no con l'IIS coordinatore. È inoltre ammessa la possibilità per altre organizzazioni di co-ospitare i partecipanti nel paese ospitante durante una parte dell'attività fisica.

L'IIS coordinatore deve anch'esso essere titolare di una CEIS. L'IIS coordinatore/ospitante sarà l'IIS richiedente o un IIS appartenente al consorzio di mobilità richiedente nel caso di un progetto di mobilità finanziato con fondi della politica interna.

Durata dell'attività

Mobilità fisica: da 5 a 30 giorni della durata del programma. Non sono previsti criteri di ammissibilità per la durata della componente virtuale, ma la mobilità mista virtuale e fisica deve valere agli studenti un minimo di 3 crediti ECTS.

Sede (o sedi) dell'attività

L'attività fisica può essere svolta presso gli IIS ospitanti o in qualsiasi altra sede nel paese dell'IIS ospitante.

Partecipanti ammissibili

Studenti:

studenti iscritti presso un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma oppure di un paese terzo non associato al programma a corsi di studi finalizzati al conseguimento di una laurea riconosciuta o di un'altra qualifica di terzo livello riconosciuta (fino al livello del dottorato compreso).

Personale: personale impiegato presso un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma oppure di un paese terzo non associato al programma.

Docenti e formatori coinvolti nella realizzazione del programma:

  • personale impiegato presso un IIS di uno Stato membro dell'UE o di un paese terzo associato al programma; 
  • personale invitato a insegnare presso un IIS di uno Stato membro dell'UE e proveniente da qualsiasi impresa/organizzazione pubblica o privata (ad eccezione degli IIS titolari di una CEIS); l'impresa/organizzazione dovrebbe provenire da uno Stato membro dell'UE o da un paese terzo associato al programma ed essere attiva nel mercato del lavoro o nei campi dell'istruzione, della formazione e della gioventù, della ricerca e dell'innovazione; anche i dottorandi impiegati sono considerati ammissibili nell'ambito di questa azione.

Altri criteri necessari

I programmi intensivi misti per studenti e personale devono comprendere una mobilità fisica a breve termine all'estero combinata con una componente virtuale obbligatoria che agevoli la collaborazione nello scambio formativo e nel lavoro di squadra online. La componente virtuale deve riunire i discenti online affinché lavorino collettivamente e contemporaneamente a compiti specifici che sono integrati nel programma intensivo misto e che incidono sui risultati complessivi dell'apprendimento.

I programmi intensivi misti devono valere agli studenti almeno 3 crediti ECTS.

Affinché un programma intensivo misto possa essere finanziato, il numero minimo di partecipanti che usufruiscono di periodi di mobilità grazie ai fondi Erasmus+ è pari a 15 (esclusi i docenti/formatori coinvolti nella realizzazione del programma).

Il sostegno individuale e, se del caso, il sostegno per il viaggio concesso ai partecipanti per la mobilità fisica è fornito dall'organizzazione di invio (e dall'IIS ospitante nel caso di personale d'impresa invitato e di partecipanti provenienti da paesi terzi non associati al programma finanziati con strumenti dell'azione esterna).

Informazioni aggiuntive per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna

I fondi disponibili per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna sono suddivisi tra le diverse regioni del mondo in 12 dotazioni di bilancio di diverso ammontare in funzione delle priorità di politica esterna dell'UE. Ulteriori informazioni sull'entità di ogni singola dotazione saranno pubblicate sui siti delle Agenzie nazionali.

Come regola generale, i fondi dovranno essere utilizzati in modo bilanciato dal punto di vista geografico. L'Unione europea ha fissato una serie di obiettivi per quanto riguarda la distribuzione geografica e priorità indicativi che devono essere perseguiti a livello europeo lungo tutta la durata del programma (2021-2027), compresa la cooperazione con i paesi meno sviluppati. Tali obiettivi e priorità indicativi non devono necessariamente essere raggiunti dai singoli istituti di istruzione superiore, ma le Agenzie nazionali ne terranno conto nel distribuire la dotazione di bilancio a disposizione. Si riportano di seguito gli obiettivi fissati dall'invito 2027 per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna nel loro insieme, a livello degli Stati membri dell'UE e dei paesi associati al programma:

  • Asia:  
    • almeno il 25 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con i paesi meno sviluppati della regione;
    • non più del 25 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con i paesi ad alto reddito della regione;
    • non più del 15 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con la Cina;
    • non più del 10 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con l'India.
  • Pacifico:
    • non più dell'86,5 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con l'Australia e la Nuova Zelanda nel loro insieme.
  • Africa subsahariana: 
    • almeno il 35 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con i paesi meno sviluppati della regione, con particolare riguardo ai paesi prioritari in materia di migrazione;
    • non più dell'8 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con qualsiasi paese.
  • America latina:
    • non più del 30 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con il Brasile e il Messico nel loro insieme.
  • Partenariato orientale:
    • almeno il 40 % del bilancio dovrebbe essere destinato agli studenti con minori opportunità.
  • Vicinato meridionale:
    • non più del 15 % del bilancio dovrebbe essere destinato alla mobilità con qualsiasi paese;
    • almeno il 65 % dei fondi dovrebbe essere destinato agli studenti, il 50 % dei quali dovrebbero essere studenti con minori opportunità.
  • Balcani occidentali: l'accento dovrebbe essere posto sulla mobilità degli studenti.

Data l'esigenza di contribuire all'aiuto allo sviluppo, le mobilità per gli studenti del ciclo breve e del primo e secondo ciclo, svolte con paesi ammissibili all'aiuto pubblico allo sviluppo (APS)14  nelle regioni 2-11, sono limitate alla mobilità in ingresso da paesi terzi non associati programma. La mobilità in uscita verso queste regioni è disponibile solo per gli studenti a livello di dottorato e per il personale.

Se l'IIS richiedente attua un progetto di mobilità finanziato tramite fondi della politica interna, i suddetti flussi internazionali di mobilità in uscita non ammissibili verso tali regioni possono essere finanziati in modo complementare dal progetto di mobilità finanziato mediante fondi della politica interna.

Infine, le istituzioni di istruzione superiore sono libere di candidarsi per il 100 % di mobilità del personale e per il 100 % di mobilità degli studenti o qualsiasi combinazione intermedia, a condizione che questo sia conforme a tutti i criteri secondari stabiliti dalle Agenzie nazionali (cfr. la sezione sotto).

Criteri secondari per i progetti di mobilità sostenuti da fondi della politica esterna stabiliti dalle agenzie nazionali

Nel caso in cui la dotazione di bilancio per una particolare regione o paese partner sia limitata, l'Agenzia nazionale può aggiungere uno o più criteri secondari tra quelli elencati sotto:

  • limitare il livello del titolo (ad esempio, si possono limitare le candidature a uno o due cicli soltanto: laurea, master o dottorato);
  • limitare la durata dei periodi di mobilità (per esempio limitare la mobilità degli studenti a 6 mesi o limitare la mobilità del personale a 10 giorni).

In tal caso la decisione sarà comunicata prima della scadenza, in particolare sul sito web dell'Agenzia nazionale stessa.

Criteri di aggiudicazione

Criteri di aggiudicazione per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna

Non è prevista una valutazione qualitativa (la qualità è già stata valutata nella fase di domanda della CEIS o durante la selezione di accreditamento di un consorzio di mobilità) e di conseguenza non esistono criteri di assegnazione.

Ogni candidatura ammissibile al finanziamento che abbia superato la verifica di ammissibilità riceverà il finanziamento.

L'importo massimo della sovvenzione assegnata dipenderà da una serie di fattori:

  • il numero di mobilità per cui è stata fatta domanda;
  • i risultati ottenuti in passato dal richiedente in termini di numero di mobilità, buona qualità dell'attuazione delle attività e sana gestione finanziaria, nel caso in cui il richiedente abbia ricevuto una sovvenzione simile in anni precedenti;
  • il numero di programmi intensivi misti per cui è stata fatta domanda;
  • il bilancio nazionale totale stanziato per l'azione di mobilità relativo a progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna.

Criteri di aggiudicazione per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi per la politica esterna

Le domande di sovvenzione ammissibili saranno valutate (dopo aver superato la verifica di ammissibilità), sulla base dei criteri seguenti:

 Qualità dell'elaborazione del progetto e degli accordi di cooperazione - (massimo 40 punti), Criterio di aggiudicazione a livello di progetto

  • La misura in cui l'organizzazione richiedente descrive con chiarezza le responsabilità, i ruoli e i compiti dei partner.
  • La completezza e la qualità delle disposizioni per la selezione dei partecipanti, il sostegno loro offerto e il riconoscimento del loro periodo di mobilità (in particolare nel paese terzo non associato al programma).

Pertinenza della strategia - (massimo 40 punti), Criterio di aggiudicazione a livello regionale

  • La misura in cui il progetto di mobilità previsto è pertinente alla strategia di internazionalizzazione degli istituti di istruzione superiore coinvolti.
  • La logica alla base della scelta della mobilità del personale e/o degli studenti e l'esperienza precedente con progetti simili con istituti/organizzazioni di istruzione superiore nella regione partner.

Impatto e diffusione - (massimo 20 punti), Criterio di aggiudicazione a livello regionale

  • L'impatto potenziale del progetto su partecipanti, beneficiari e organizzazioni partner a livello locale, regionale e nazionale
  • e la qualità delle misure volte alla diffusione dei risultati del progetto di mobilità a livello di facoltà, istituto e oltre, se applicabile, in tutti i paesi coinvolti.

Il richiedente dovrà spiegare come, dal punto di vista del proprio istituto (o

istituti, nel caso di candidature presentate da consorzi) e degli istituti partner del paese terzo non associato al programma, il progetto soddisfa i tre criteri summenzionati.

Per essere considerate per il finanziamento, le proposte devono ottenere almeno 60 punti per ciascuna regione inclusa, rispettando nel contempo la soglia del 50 % per ciascun criterio di aggiudicazione presentato nella tabella.

L'importo della sovvenzione assegnata a un istituto di istruzione superiore dipenderà da una serie di fattori:

  • il numero dei periodi di mobilità e mesi/giorni per cui si è presentata domanda;
  • il bilancio stanziato per paese o regione partner;
  • l'equilibrio geografico all'interno di una data regione.

Indipendentemente dal punteggio ottenuto da una regione rispetto alla soglia indicata, l'Agenzia nazionale può dare priorità alle mobilità con determinati paesi al fine di garantire l'equilibrio geografico in quella regione, come definito dagli obiettivi geografici sopra menzionati.

L'Agenzia nazionale non è tenuta a finanziare tutte le richieste di mobilità per un determinato paese terzo non associato al programma se la richiesta è considerata eccessiva rispetto al bilancio disponibile.

A) Norme di finanziamento applicabili a tutte le attività di mobilità per l'istruzione superiore

Categoria di bilancio - Sostegno organizzativo

Costi ammissibili e norme applicabili

Costi direttamente collegati all'attuazione delle attività di mobilità (escluse le spese di viaggio e soggiorno per i partecipanti).

Meccanismo di finanziamento: contributo ai costi unitari.

Norma di assegnazione: in base al numero di partecipanti alla mobilità.

Importo

Per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna:

fino al 100º partecipante: 400 EUR per partecipante, e oltre il 100º partecipante: 230 EUR per ogni ulteriore partecipante.

Per i progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna:

500 EUR per partecipante.

Categoria di bilancio - Sostegno all'inclusione

Costi ammissibili e norme applicabili

Costi relativi all'organizzazione di attività di mobilità per i partecipanti con minori opportunità che richiedono un sostegno supplementare in base ai costi effettivi.

Meccanismo di finanziamento: contributo ai costi unitari.

Norma di assegnazione: in base al numero di partecipanti con minori opportunità che ricevono un sostegno supplementare in base ai costi reali tramite la categoria del sostegno all'inclusione.

Importo

100 EUR per partecipante.

Costi aggiuntivi direttamente connessi ai partecipanti con minori opportunità, che non possono essere coperti con l'importo integrativo per il sostegno individuale di partecipanti con minori opportunità. In particolare questi costi mirano a coprire l'ulteriore sostegno finanziario necessario per le persone affette da problemi fisici, mentali o di salute, in modo che possano partecipare alla mobilità e alle visite preparatorie, e per gli accompagnatori (comprese le spese di viaggio e soggiorno, se giustificate, e a condizione che il sostegno richiesto per questi partecipanti non sia coperto dalle categorie di bilancio "sostegno per il viaggio" e "sostegno individuale").

Meccanismo di finanziamento: costi reali.

Norma di assegnazione: la richiesta deve essere giustificata dal richiedente e approvata dall'agenzia nazionale.

Importo

100 % dei costi ammissibili.

Categoria di bilancio - Costi eccezionali

Costi ammissibili e norme applicabili

Costi per la fornitura di una garanzia finanziaria, se richiesta dall'agenzia nazionale.

Nel caso di un progetto di mobilità finanziato da fondi della politica interna: spese di viaggio elevate dei partecipanti ammissibili al sostegno per il viaggio.

Meccanismo di finanziamento: costi reali.

Norma di assegnazione: la richiesta deve essere giustificata dal richiedente e approvata dall'agenzia nazionale.

Importo

Costi della garanzia finanziaria: 80 % dei costi ammissibili.

Spese di viaggio elevate: 80 % delle spese di viaggio ammissibili.

Sovvenzione per il sostegno organizzativo per i beneficiari (istituti d'istruzione superiore o consorzi)

La sovvenzione per il sostegno organizzativo è un contributo a tutti i costi sostenuti dagli istituti in relazione alle attività di sostegno alla mobilità degli studenti e del personale, in entrata e in uscita, per conformarsi alla carta Erasmus per l'istruzione superiore negli Stati membri dell'UE e nei paesi terzi associati al programma e ai principi della CEIS espressi negli accordi interistituzionali concordati nel caso delle istituzioni dei paesi terzi non associati al programma. Ad esempio:

  • istituire gli accordi organizzativi con gli istituti partner, comprese le visite ai partner potenziali, per negoziare gli accordi interistituzionali riguardanti la selezione, la preparazione, l'accoglienza e l'integrazione dei partecipanti alla mobilità e per mantenere questi accordi aggiornati;
  • fornire cataloghi dell'offerta formativa aggiornati per gli studenti internazionali;
  • fornire informazioni e assistenza agli studenti e al personale;
  • la selezione degli studenti e del personale;
  • la preparazione dei contratti di apprendimento per assicurare il pieno riconoscimento delle componenti relative all'istruzione degli studenti; la preparazione e il riconoscimento degli accordi di mobilità per il personale;
  • la preparazione linguistica e interculturale per gli studenti e il personale in entrata e in uscita, a integrazione del sostegno linguistico online Erasmus+;
  • facilitare l'integrazione dei partecipanti alla mobilità in arrivo negli IIS;
  • assicurare tutoraggio e modalità di supervisione efficienti per i partecipanti alla mobilità;
  • istituire accordi specifici per assicurare la qualità dei tirocini degli studenti in imprese/organizzazioni ospitanti;
  • assicurare il riconoscimento delle componenti relative all'istruzione e i relativi crediti, rilasciare il certificato degli studi e i supplementi al diploma;
  • sostenere la reintegrazione dei partecipanti alla mobilità e valorizzare le nuove competenze acquisite a beneficio dell'istituto d'istruzione superiore e dei pari;
  • attuare l'iniziativa riguardante la carta europea dello studente (digitalizzazione della gestione della mobilità);
  • promuovere modalità di mobilità rispettose dell'ambiente e l'ecologizzazione delle procedure amministrative;
  • promuovere e gestire la partecipazione di persone con minori opportunità;
  • identificare e promuovere attività di impegno civico e monitorarne la partecipazione;
  • promuovere e gestire la mobilità mista e/o internazionale.

Gli istituti di istruzione superiore si impegnano a rispettare tutti i principi della carta Erasmus per garantire una mobilità di qualità elevata, tra cui i seguenti: "assicurare che i partecipanti alla mobilità in uscita siano adeguatamente preparati per le loro attività all'estero, compresa la mobilità mista, svolgendo attività per ottenere il livello necessario di competenza linguistica e per sviluppare le loro competenze interculturali" e "fornire un adeguato supporto linguistico ai partecipanti alla mobilità in entrata". Per la formazione linguistica è possibile fare uso delle strutture esistenti negli istituti. Gli istituti d'istruzione superiore che saranno in grado di fornire mobilità di alta qualità per gli studenti e per il personale, compreso il sostegno linguistico, a un costo più basso (o perché finanziato da fonti diverse dai fondi dell'UE), avranno la possibilità di destinare una quota della sovvenzione per il sostegno organizzativo al finanziamento di altre attività di mobilità. La convenzione di sovvenzione indica il grado di flessibilità in tal senso.

In ogni caso i beneficiari saranno obbligati contrattualmente a fornire questi servizi di alta qualità e la loro prestazione sarà monitorata e controllata dalle agenzie nazionali, tenendo conto anche delle relazioni di partecipanti fornite dagli studenti e dal personale e direttamente accessibili alle agenzie nazionali e alla Commissione.

La sovvenzione per il sostegno organizzativo viene calcolata in base al numero dei partecipanti alla mobilità che ricevono sostegno (inclusi i partecipanti alla mobilità senza sovvenzione dell'UE nel quadro del programma Erasmus+ per l'intero periodo di mobilità, cfr. più avanti e i membri del personale di imprese che insegnano presso un IIS). I partecipanti alla mobilità che non ricevono sovvenzioni dall'UE nel quadro del programma Erasmus+ per l'intero periodo della mobilità sono calcolati come partecipanti alla mobilità che ricevono sostegno, poiché beneficiano dell'inquadramento di mobilità e delle attività organizzative. Il sostegno organizzativo è di conseguenza pagato anche per questi partecipanti. Sono escluse le persone che accompagnano i partecipanti durante la loro attività all'estero. Nel caso dei progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica esterna, il calcolo non tiene conto di eventuali ulteriori mobilità organizzate mediante il trasferimento di fondi tra categorie di bilancio.

Nel caso dei consorzi di mobilità, questa sovvenzione può essere suddivisa tra tutti i membri conformemente alle norme che avranno concordato tra di loro.

Per quanto attiene ai progetti di mobilità sostenuti da fondi di politica esterna, la sovvenzione per il sostegno organizzativo è suddivisa tra i partner interessati sulla base di un accordo reciproco raggiunto tra gli istituti partecipanti.

Partecipanti alla mobilità senza sovvenzione dell'ue nel quadro di Erasmus+

Gli studenti e il personale senza sovvenzione dell'UE nel quadro di Erasmus+ sono partecipanti alla mobilità che non godono di una sovvenzione dell'UE nel quadro del programma per le spese di viaggio e soggiorno, ma che soddisfano comunque tutti i criteri relativi alla mobilità degli studenti e del personale e beneficiano di tutti i vantaggi riservati agli studenti e al personale Erasmus+. Come contributo ai loro costi di mobilità possono ricevere una sovvenzione a titolo di fondi UE che non rientrano nel quadro di Erasmus+ (come l'FSE e altri), una sovvenzione nazionale, regionale o di altro tipo. Il numero di partecipanti alla mobilità senza sovvenzione dell'UE nel quadro di Erasmus+ per l'intero periodo della mobilità conta nelle statistiche riguardanti l'indicatore di prestazione utilizzato per distribuire il bilancio dell'UE tra i paesi.

Sostegno all'inclusione

Una persona con minori opportunità è un potenziale partecipante le cui condizioni personali, fisiche, mentali o di salute sono tali da non permettergli di partecipare al progetto/alla mobilità in mancanza di un ulteriore sostegno finanziario o di un altro tipo di sostegno. Gli istituti d'istruzione superiore che hanno selezionato studenti e/o personale con minori opportunità possono richiedere all'agenzia nazionale un'ulteriore sovvenzione di sostegno in modo da coprire i costi aggiuntivi per la loro partecipazione alle attività di mobilità. Per i partecipanti con minori opportunità, in particolare coloro con problemi fisici, mentali o di salute, la sovvenzione di sostegno può di conseguenza essere maggiore dell'importo massimo della sovvenzione individuale stabilito di seguito. Gli istituti d'istruzione superiore descriveranno sul loro sito web il modo in cui gli studenti e il personale con minori opportunità possono richiedere e giustificare tale sovvenzione di sostegno aggiuntiva.

Ulteriori finanziamenti per gli studenti e il personale con minori opportunità possono essere forniti da altre fonti a livello locale, regionale e/o nazionale.

Gli accompagnatori di studenti e personale con minori opportunità hanno diritto a un contributo basato sui costi effettivi.

Sottoscrivendo la carta Erasmus per l'istruzione superiore, ciascun istituto d'istruzione superiore si impegna a garantire pari accesso e opportunità a tutti i partecipanti, da qualsiasi contesto provengano. Pertanto gli studenti e il personale con minori opportunità possono beneficiare dei servizi di sostegno che l'istituto ospitante offre ai propri studenti e al proprio personale.

Costi eccezionali per viaggi costosi

Soltanto i partecipanti ammissibili a un sostegno per il viaggio che partecipano a progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna sono idonei ai costi eccezionali per viaggi costosi.

I beneficiari dei progetti di mobilità potranno richiedere un sostegno finanziario per le spese elevate di viaggio dei partecipanti sotto la voce di bilancio "Costi eccezionali" (80 % dei costi ammissibili totali). Ciò sarà consentito purché i beneficiari siano in grado di dimostrare che le norme di finanziamento (basate sui costi unitari per fascia di distanza del viaggio) non coprono almeno il 70 % delle spese di viaggio dei partecipanti. Se accordati, i costi eccezionali per viaggi costosi sostituiranno il sostegno per il viaggio.

Altre fonti di finanziamento

Gli studenti e il personale possono ricevere, oltre alla sovvenzione dell'UE nel quadro di Erasmus+ o in sostituzione di quest'ultima (partecipanti alla mobilità senza sovvenzione dell'UE), sovvenzioni regionali, nazionali o di altro tipo gestite da un'organizzazione diversa dall'agenzia nazionale (ad esempio ministeri o autorità regionali). Le sovvenzioni dell'UE nel quadro di Erasmus+ possono essere sostituite da altri fondi a titolo del bilancio dell'UE (FSE ecc.). Queste sovvenzioni, fornite da altre fonti di finanziamento diverse dal bilancio dell'UE, non sono soggette al totale e ai valori minimi/massimi stabiliti in questo documento.

B) Sovvenzione per la mobilità degli studenti

Sostegno individuale per la mobilità fisica: importi di base per la mobilità a lungo termine

Gli studenti possono ricevere una sovvenzione individuale come contributo alle spese di viaggio e di soggiorno aggiuntive durante il periodo di studi o il tirocinio all'estero.

Per la mobilità tra Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e verso i paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14, gli importi mensili saranno definiti dalle agenzie nazionali in accordo con le autorità nazionali e/o gli istituti di istruzione superiore sulla base di criteri oggettivi e trasparenti, come descritto più avanti. Gli importi esatti saranno pubblicati sui siti web delle agenzie nazionali e degli istituti d'istruzione superiore.

Gli Stati membri dell'UE o i paesi terzi associati al programma e i paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 1415  sono suddivisi nei tre gruppi seguenti:

Gruppo 1 - Paesi con costo della vita maggiore

Danimarca, Finlandia, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Svezia.

Paesi terzi non associati al programma della regione 14

Gruppo 2 - Paesi con costo della vita medio

Austria, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Italia, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna.

Paesi terzi non associati al programma della regione 13

Gruppo 3 - Paesi con costo della vita minore

Bulgaria, Cechia, Croazia, Estonia, Lettonia, Lituania, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Turchia, Ungheria.

La sovvenzione individuale dell'UE nel quadro di Erasmus+ concessa agli studenti dipenderà dal loro flusso di mobilità tra il paese di invio e il paese ospitante, come segue:

  • mobilità verso un paese con un costo della vita simile: gli studenti riceveranno una sovvenzione dell'UE di fascia media;
  • mobilità verso un paese con un costo della vita maggiore: gli studenti riceveranno una sovvenzione dell'UE di fascia più alta;
  • mobilità verso un paese con un costo della vita minore: gli studenti riceveranno una sovvenzione dell'UE di fascia più bassa.

Gli importi definiti dalle agenzie nazionali rientreranno nelle seguenti fasce di valore minime e massime.

  • Sovvenzione dell'UE di fascia media: una fascia media, compresa tra 260 e 540 EUR mensili, sarà applicata alle attività di mobilità verso un paese con un costo della vita simile: a) dal gruppo 1 al gruppo 1, b) dal gruppo 2 al gruppo 2 e c) dal gruppo 3 al gruppo 3.
  • Sovvenzione dell'UE di fascia più alta: corrisponde alla fascia media applicata dall'agenzia nazionale più almeno 50 EUR ed è compresa tra 310 e 600 EUR al mese. Si applica alle attività di mobilità verso un paese con un costo della vita maggiore: a) dai paesi del gruppo 2 a quelli del gruppo 1 e b) dai paesi del gruppo 3 a quelli dei gruppi 1 e 2.
  • Sovvenzione dell'UE di fascia più bassa: corrisponde alla fascia media applicata dall'agenzia nazionale meno almeno 50 EUR ed è e compresa tra 200 e 490 EUR al mese. Si applica alle attività di mobilità verso un paese con un costo della vita minore: a) dai paesi del gruppo 1 a quelli dei gruppi 2 e 3 e b) dai paesi del gruppo 2 a quelli del gruppo 3.

Nel definire gli importi che i beneficiari devono applicare nel loro paese, le agenzie nazionali terranno conto di due criteri specifici:

  • la disponibilità e il livello di altre fonti di cofinanziamento provenienti da enti privati o pubblici a livello locale, regionale o nazionale per integrare la sovvenzione dell'UE;
  • il livello generale di richiesta degli studenti che intendono studiare o seguire corsi di formazione all'estero.

Per le attività di mobilità tra Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e verso i paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14, le agenzie nazionali possono decidere di concedere flessibilità ai loro istituti di istruzione superiore fissando fasce di valore piuttosto che importi a livello nazionale. Tale decisione dovrebbe essere basata su motivi giustificati, ad esempio in paesi in cui sono disponibili fonti di cofinanziamento a livello regionale o istituzionale.

Studenti e neolaureati con minori opportunità - importo integrativo al sostegno individuale

Gli studenti e i neolaureati con minori opportunità ricevono un importo integrativo al sostegno individuale della sovvenzione dell'UE nel quadro di Erasmus+ pari a 250 EUR mensili. I criteri da applicare sono definiti a livello nazionale dalle agenzie nazionali in accordo con le autorità nazionali.

Studenti e neolaureati tirocinanti - importo integrativo al sostegno individuale

Gli studenti e i neolaureati che svolgono un tirocinio riceveranno un importo integrativo al sostegno individuale della sovvenzione dell'UE nel quadro di Erasmus+ pari a 150 EUR mensili. Gli studenti e i neolaureati con minori opportunità che partecipano a tirocini hanno diritto a ricevere l'importo integrativo per studenti e neolaureati con minori opportunità e l'importo integrativo per i tirocini.

Studenti e neolaureati provenienti da regioni ultraperiferiche e PTOM in mobilità a lungo termine

Considerate le limitazioni imposte dalla lontananza da altri Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e dal livello economico, gli studenti e i neolaureati che studiano o hanno studiato presso istituti di istruzione superiore situati in regioni ultraperiferiche degli Stati membri dell'UE e in paesi e territori d'oltremare (PTOM) associati agli Stati membri dell'UE riceveranno importi di fascia più alta per il sostegno individuale, come segue.

Da A Importo
Regioni ultraperiferiche e PTOM Stati membri dell'UE o paesi terzi associati al programma e paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14. 700 EUR al mese

In questo caso non si applicheranno gli importi integrativi per studenti e neolaureati con minori opportunità. Si applica l'importo integrativo per i tirocini.

Studenti e neolaureati in mobilità internazionale a lungo termine che coinvolge paesi terzi non associati al programma

L'importo di base del sostegno individuale è stabilito nel modo seguente.

Da

A

Importo

Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma

Paesi terzi non associati al programma delle regioni da 1 a 12.

700 EUR al mese

Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma

Paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14.

Come descritto in precedenza nella sezione "Sovvenzione per la mobilità degli studenti - Sostegno individuale per la mobilità fisica"

Paesi terzi non associati al programma delle regioni da 1 a 12.

Gruppo 1 degli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi associati al programma

Gruppo 2 degli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi associati al programma

Gruppo 3 degli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi associati al programma

900 EUR al mese

850 EUR al mese

800 EUR al mese

In questo caso si applicheranno gli importi integrativi per studenti e neolaureati con minori opportunità.

L'importo integrativo per i tirocini si applicherà solo nel caso della mobilità verso paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14.

Gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma comprendono le regioni ultraperiferiche e i PTOM.

Studenti e neolaureati in mobilità fisica a breve termine (mobilità mista e mobilità a breve termine durante il dottorato)

L'importo di base del sostegno individuale è stabilito nel modo seguente.

Durata dell'attività fisica

Importo (tutti gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma o paesi terzi non associati al programma)

Fino al 14º giorno di attività

70 EUR al giorno

Dal 15º al 30º giorno di attività

50 EUR al giorno

Il sostegno individuale può anche coprire un giorno di viaggio prima e un giorno di viaggio dopo l'attività.

Studenti e neolaureati con minori opportunità - importo integrativo al sostegno individuale per la mobilità fisica di breve termine

Gli studenti e i neolaureati con minori opportunità ricevono un importo integrativo al sostegno individuale della sovvenzione UE nel quadro di Erasmus+ pari a 100 EUR per un periodo di attività di mobilità fisica di 5-14 giorni e pari a 150 EUR per un periodo di 15-30 giorni. I criteri da applicare sono definiti a livello nazionale dalle agenzie nazionali in accordo con le autorità nazionali.

In questo caso non si applicherà l'importo integrativo per i tirocini.

Gli Stati membri dell'UE e i paesi terzi associati al programma comprendono le regioni ultraperiferiche e i PTOM.

Studenti e neolaureati che non ricevono un sostegno per il viaggio - importo integrativo al sostegno individuale per viaggio ecologico

Gli studenti e i neolaureati che non ricevono un sostegno per il viaggio possono optare per un viaggio ecologico. In questo caso, riceveranno un contributo unico di 50 EUR come importo integrativo al sostegno individuale e fino a quattro giorni di sostegno individuale aggiuntivo per coprire i giorni necessari per l'andata e il ritorno, se pertinente.

Sostegno per il viaggio

I partecipanti indicati di seguito riceveranno gli importi seguenti destinati a coprire le loro spese di viaggio (ad eccezione di quelli ai quali si applica la possibilità di non fornire il sostegno per il viaggio descritta più avanti):

  • gli studenti e i neolaureati che studiano o hanno studiato presso istituti di istruzione superiore situati in regioni ultraperiferiche degli Stati membri dell'UE, a Cipro, in Islanda, a Malta, nonché in paesi e territori d'oltremare (PTOM) associati agli Stati membri dell'UE e che sono diretti in Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma o paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 o 14;
  • gli studenti e i neolaureati con minori opportunità in mobilità a breve termine; e
  • gli studenti in uscita e in entrata e i neolaureati in progetti di mobilità internazionale che coinvolgono paesi terzi non associati al programma, ad eccezione delle regioni 13 e 14.

Distanze di viaggio16

In caso di viaggio normale

In caso di viaggio ecologico

Tra 10 e 99 km:

23 EUR per partecipante

 

Tra 100 e 499 km:

180 EUR per partecipante

210 EUR per partecipante

Tra 500 e 1 999 km:

275 EUR per partecipante

320 EUR per partecipante

Tra 2 000 e 2 999 km:

360 EUR per partecipante

410 EUR per partecipante

Tra 3 000 e 3 999 km:

530 EUR per partecipante

610 EUR per partecipante

Tra 4 000 e 7 999 km:

820 EUR per partecipante

 

8 000 km o più:

1 500 EUR per partecipante

 

Gli studenti e i neolaureati che optano per un viaggio ecologico riceveranno fino a quattro giorni di sostegno individuale aggiuntivo per coprire i giorni necessari per l'andata e il ritorno, se pertinente.

Nel caso dei progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna, i beneficiari delle sovvenzioni possono scegliere di non fornire un sostegno per il viaggio a tutti gli studenti e i neolaureati ammissibili in mobilità dagli Stati membri dell'UE e dai paesi terzi associati al programma verso paesi terzi non associati al programma. Sono esclusi da tale scelta gli studenti e i neolaureati con minori opportunità, ai quali il sostegno per il viaggio spetta invariabilmente.

C) Sovvenzione per la mobilità del personale

Il personale riceverà una sovvenzione dell'UE quale contributo alle spese di viaggio e soggiorno durante il periodo all'estero come indicato di seguito.

Categoria di bilancio - Sostegno per il viaggio

Costi ammissibili e norme applicabili

Contributo per i costi di viaggio dei partecipanti dal loro luogo di origine alla sede dell'attività e ritorno.

Meccanismo di finanziamento: contributo ai costi unitari.

Norma di assegnazione: in base alle distanze di viaggio per partecipante. Il richiedente deve indicare la distanza tra il luogo di origine e la sede dell'attività17  utilizzando il calcolatore di distanza della Commissione europea18 .

Importo

Distanze di viaggio

Viaggio normale

Viaggio ecologico

10 – 99 km

23 EUR

 

100 – 499 km

180 EUR

210 EUR

500 – 1 999 km

275 EUR

320 EUR

2 000 – 2 999 km

360 EUR

410 EUR

3 000 – 3 999 km

530 EUR

610 EUR

4 000 – 7 999 km

820 EUR

 

8 000 km o più

1 500 EUR

 

Categoria di bilancio - Sostegno individuale

Costi ammissibili e norme applicabili

Costi direttamente collegati al soggiorno dei partecipanti durante l'attività.

Meccanismo di finanziamento: contributo ai costi unitari.

Norma di assegnazione: in base alla durata del soggiorno, per partecipante (compreso se necessario anche un giorno di viaggio prima e uno dopo l'attività).

Il personale che opta per un viaggio ecologico riceverà fino a quattro giorni di sostegno individuale aggiuntivo per coprire i giorni necessari per l'andata e il ritorno, se pertinente.

Importo

Fino al 14º giorno di attività: tabella A1.1 al giorno per partecipante proveniente da Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma o tabella A1.2 al giorno per partecipante proveniente da paesi terzi non associati al programma

tra il 15º e il 60º giorno di attività: 70 % della tabella A1.1 al giorno per partecipante proveniente da Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma o 70 % della tabella A1.2 al giorno per partecipante proveniente da paesi terzi non associati al programma

Tabella A – Sostegno individuale (importi giornalieri in EUR)

Gli importi dipendono dal paese ospitante. Questi importi saranno fissati tra i valori massimi e minimi riportati nella tabella in basso. Nel definire gli importi che i beneficiari devono applicare nel loro paese, le agenzie nazionali, d'accordo con le autorità nazionali, terranno conto di due criteri specifici:

  • la disponibilità e il livello di altre fonti di cofinanziamento provenienti da enti privati o pubblici a livello locale, regionale o nazionale per integrare la sovvenzione dell'UE;
  • il livello generale di richiesta di membri del personale che intendono insegnare o ricevere una formazione all'estero.

All'interno di una fascia si applicherà la stessa percentuale a tutti i paesi di destinazione. Non è possibile fornire lo stesso importo per tutti i paesi di destinazione.

Paese ospitante

Personale degli Stati membri dell'UE e dei paesi terzi associati al programma

Personale di paesi terzi non associati al programma

 

Min-max (al giorno)

Importo (al giorno)

 

A1.1

A1.2

Danimarca, Finlandia, Irlanda, Islanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Norvegia, Svezia

80-180

180

Paesi terzi non associati al programma della regione 14

80-180

Non applicabile

Austria, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Italia, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna

70-160

160

Paesi terzi non associati al programma della regione 13

70-160

Non applicabile

Bulgaria, Cechia, Croazia, Estonia, Lettonia, Lituania, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Turchia, Ungheria.

60-140

140

Paesi terzi non associati al programma delle regioni 1-12

180

Non applicabile

Per le attività di mobilità tra Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma e verso i paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14, le agenzie nazionali possono decidere di concedere flessibilità ai loro istituti di istruzione superiore fissando fasce di valore piuttosto che importi a livello nazionale. Tale decisione dovrebbe essere basata su motivi giustificati, ad esempio in paesi in cui sono disponibili fonti di cofinanziamento a livello regionale o istituzionale. L'importo esatto sarà pubblicato sul sito web di ciascuna agenzia nazionale e degli istituti d'istruzione superiore.

D) Livello del sostegno finanziario per studenti e personale definito dagli istituti d'istruzione superiore e dai consorzi di mobilità

In ogni caso agli istituti d'istruzione superiore e ai consorzi di mobilità sarà chiesto di rispettare i seguenti principi e criteri al momento di definire e/o applicare gli importi dell'UE all'interno del loro istituto:

  • una volta che gli importi sono stati definiti dalle istituzioni/dai consorzi, questi rimarranno invariati per tutta la durata del progetto di mobilità. Non è possibile aumentare o diminuire l'importo nell'ambito dello stesso progetto.
  • gli importi devono essere definiti e/o applicati in modo oggettivo e trasparente, tenendo in considerazione tutti i principi e la metodologia descritti precedentemente (cioè tenendo conto del flusso di mobilità e dei finanziamenti aggiuntivi specifici);
  • deve essere concesso lo stesso livello di sovvenzione a tutti gli studenti diretti nello stesso gruppo di paesi per lo stesso tipo di mobilità: studi o tirocini (a eccezione degli studenti e dei neolaureati con minori opportunità o provenienti da Stati membri dell'UE e paesi terzi associati al programma ultraperiferici, regioni ultraperiferiche e PTOM).

E) Programmi intensivi misti

Categoria di bilancio - Sostegno organizzativo

Costi ammissibili e norme applicabili

Costi direttamente collegati all'organizzazione dei programmi intensivi (escluse le spese di viaggio e soggiorno per i partecipanti).

Meccanismo di finanziamento: contributo ai costi unitari.

Norma di assegnazione: in base al numero di partecipanti alla mobilità per l'istruzione superiore (discenti) finanziato da progetti di mobilità sostenuti tramite fondi della politica interna, senza tenere conto degli insegnanti/formatori coinvolti nella realizzazione del programma.

L'istituto d'istruzione superiore coordinatore richiede il sostegno organizzativo a nome del gruppo di istituti che organizzano congiuntamente il programma intensivo misto.

Importo

400 EUR per partecipante, con minimo 15 partecipanti e un massimo di 20 partecipanti finanziati.

La sovvenzione per il sostegno organizzativo per i programmi intensivi misti è un contributo a tutti i costi sostenuti dagli istituti coinvolti in relazione all'organizzazione dei programmi intensivi misti, ad esempio i costi relativi alla preparazione, alla progettazione, allo sviluppo, all'attuazione e al follow-up dei programmi, inclusi la realizzazione di attività fisiche e virtuali/a distanza e la gestione e il coordinamento complessivi.

L'IIS coordinatore è responsabile della ripartizione della sovvenzione per il sostegno organizzativo per i programmi intensivi misti tra i membri del partenariato che ha sostenuto i suddetti costi.

  • 1 https://erasmus-plus.ec.europa.eu/it/resources-and-tools/carta-erasmus-per-listruzione-superiore.
  • 2 https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/resources/documents/erasmus-charter-higher-education-2021-2027-guidelines_en.
  • 3 https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/eche/start_en.
  • 4 La Commissione europea sta perfezionando il calendario per la digitalizzazione della gestione della mobilità nel caso della mobilità internazionale e lo comunicherà in una fase successiva.
  • 5 I tirocini studenteschi saranno sempre considerati "tirocini in competenze digitali" quando il tirocinante svolgerà una o varie delle attività seguenti: marketing digitale (ad esempio, gestione di social media, analisi web); progettazione grafica, meccanica o architettonica digitale; sviluppo di applicazioni mobili, software, script o siti web; installazione, manutenzione e gestione di sistemi e reti informatici; cibersicurezza; analisi, estrapolazione e visualizzazione dei dati; programmazione e formazione di robot e applicazioni di intelligenza artificiale. Non rientrano in questa categoria l'assistenza generica alla clientela, l'evasione degli ordini, le mansioni di inserimento dati e di ufficio.
  • 6 Coloro che hanno recentemente conseguito il dottorato possono partecipare ai tirocini entro 12 mesi dal conseguimento del titolo, secondo le stesse condizioni previste per i neolaureati. Per i paesi in cui i laureati devono assolvere al servizio di leva militare obbligatoria o al servizio civile dopo la laurea, il periodo di ammissibilità per i neolaureati è prorogato per la durata di tale servizio.
  • 7 Per la definizione delle regioni si veda la sezione "Paesi ammissibili" nella parte A della presente guida.
  • 8 Rubrica 2 del bilancio dell'UE "Coesione, resilienza e valori".
  • 9 I tipi di organizzazioni seguenti non sono ammissibili come organizzazioni ospitanti per i tirocini di studenti in mobilità: istituzioni e altri organi dell'UE, incluse le agenzie specializzate (l'elenco completo è disponibile all'indirizzo http://europa.eu/european-union/about-eu/institutions-bodies_it); organizzazioni che gestiscono programmi UE, come le agenzie nazionali Erasmus+ (per evitare possibili conflitti di interesse e/o doppi finanziamenti).
  • 10 Le esperienze precedenti nell'ambito del programma Erasmus+ e/o come titolare di una borsa di studio Erasmus Mundus sono computate nei 12 mesi per ciclo di studi.
  • 11 Nei programmi di studio a ciclo unico, come Medicina, gli studenti possono usufruire di periodi di mobilità fino a 24 mesi.
  • 12 Nel caso delle sedi universitarie distaccate (branch campus) dipendenti dall'istituto madre e che rientrano nell'ambito della stessa carta Erasmus (CEIS), come paese di invio si intende quello in cui ha sede l'istituto madre. Non è pertanto possibile organizzare azioni di mobilità tra sedi distaccate e il rispettivo istituto madre rientranti nell'ambito della stessa CEIS.
  • 13 Per i paesi in cui i laureati devono assolvere al servizio di leva militare obbligatoria o al servizio civile dopo la laurea, il periodo di ammissibilità per i neolaureati è prorogato per la durata di tale servizio.
  • 14 L'elenco dei paesi cui si applica questo requisito figura nell'elenco del DAC dei paesi beneficiari dell'aiuto pubblico allo sviluppo DAC-List-ODA-Recipients-for-reporting-2021-flows.pdf (oecd.org).
  • 15 I paesi terzi non associati al programma delle regioni 13 e 14 sono soltanto paesi ospitanti.
  • 16 In base alle distanze di viaggio per partecipante. Le distanze di viaggio devono essere calcolate utilizzando il calcolatore di distanze della Commissione europea (http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools/distance_it.htm). Per calcolare l'importo della sovvenzione UE a copertura del viaggio di andata e ritorno deve essere utilizzata la distanza di un viaggio di andata.
  • 17 Ad esempio, se una persona di Madrid (Spagna) partecipa ad un'attività che si svolge a Roma (Italia), il richiedente calcolerà la distanza da Madrid a Roma (1 365,28 km) e poi selezionerà la fascia di distanza applicabile (cioè tra 500 e 1 999 km).
  • 18 http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools/distance_it.htm.
Tagged in:  Higher education